Moggi: "Qualcuno spieghi perché le telefonate dell'Inter sono state occultate" | JMania

Moggi: “Qualcuno spieghi perché le telefonate dell’Inter sono state occultate”

Moggi: “Qualcuno spieghi perché le telefonate dell’Inter sono state occultate”

L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, nel corso della trasmissione televisiva “Ieri, Moggi e domani” in onda su GOLD TV (canale 856 Sky) ha commentato  la settima giornata di campionato, ritornando anche sul processo di Napoli e sul tormentone di questi giorni del “Metti Collina”. CALCIOPOLI – Chi dice “Metti Collina” non conta più. …

L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, nel corso della trasmissione televisiva “Ieri, Moggi e domani” in onda su GOLD TV (canale 856 Sky) ha commentato  la settima giornata di campionato, ritornando anche sul processo di Napoli e sul tormentone di questi giorni del “Metti Collina”.

CALCIOPOLI – Chi dice “Metti Collina” non conta più. Il vero scandalo è sapere perché le intercettazioni dell’Inter sono uscite fuori solo adesso!
“Chi pronuncia “metti Collina” nella telefonata tra Bergamo e Facchetti poteva esser una cosa importante qualche mese fa quando ancora non erano state scoperte tutte le nuove intercettazioni sull’Inter. Ormai invece è dimostrato che l’Inter parlava di griglie con il mondo arbitrale in maniera frequente. Ci sono intercettazioni inequivocabili in tal senso e molto gravi, anche direttamente con arbitri,  come quella del 4-4-4 o quella in cui Bertini fa presente l’imbarazzo della pressione subita dalla visita di Facchetti prima della partita. Il vero scandalo è che queste intercettazioni sono uscite fuori solo adesso.”

JUVE – Squadra in grande crescita grazie ad Aquilani e Krasic
“La squadra bianconera sta dimostrando di esser una squadra che può ambire assolutamente ad arrivare al  4° o al 5° posto. La Juventus da un po’ di partite a questa parte sta giocando anche bene. La qualità di Krasic e quella di Aquilani dimostra che per vincere nel calcio servono acquisti che fanno la differenza. Se questa estate invece di comprare 11 giocatori avessero aggiunto altri 2-3 acquisti di qualità ai due sopra citati probabilmente la squadra bianconera lotterebbe per lo scudetto sin da questa stagione. La quantità non ha mai fatto la differenza nella storia del calcio. Felipe Melo? Finalmente sta giocando da mediano intenditore, ovvero l’unico ruolo in cui può rendere al meglio”

INTER – In questo momento è  Eto’o dipendente
“ Vincere a Cagliari è sempre difficile ed infatti Julio Cesar è stato decisivo in più circostanze. Queste comunque sono le gare che fanno la differenza in un campionato,  quando vinci senza entusiasmare. In questo momento l’Inter è Eto’o dipendente. La squadra è ancora molto competitiva, ma la fame di vittorie non è quella degli anni passati“

MILAN –Ronaldinho-Ibra-Pato tridente delle meraviglie
“Se il Milan avesse la difesa dell’Inter sarebbe una delle squadre più forti in assoluto perché dalla cintola del centrocampo in su non ha eguali o quasi nel mondo. Ronaldinho dietro a Pato e Ibrahimovic sono un attacco perfetto, in grado di far male a chiunque. Ibra poi è sempre decisivo anche come uomo assist. Se Pato diventa ancora più cattivo sotto porta il Milan quest’anno vincerà lo scudetto, mentre in Europa credo farà più fatica.”

ROMA – Le squadre di Ranieri partono sempre male ma poi si riprendono
“La Roma contro il Genoa aveva una grande voglia di vincere a tutti i costi e l’ha dimostrato sin dall’inizio della gara, mentre i rossoblu nel primo tempo hanno pensato più a divertire che ad esser concreti. Le squadre di Ranieri hanno quasi sempre avuto una partenza ad handicap nel corso degli anni, ma sono certo che la Roma in poco tempo rientrerà nel giro per la lotta Champions”

LAZIO – Il primo posto non è casuale. La squadra lotterà per un posto in Champions
“Reja è un allenatore intelligente e i risultati che la Lazio sta ottenendo in queste giornate non sono un fuoco di paglia. Di certo la squadra non è attrezzata per vincere lo scudetto, ma chi vuole un posto in Champions dovrà lottare fino alla fine della stagione contro la squadra biancoceleste.“

CASSANO – Che talento però nelle gare decisive sparisce sempre
“Il goal di Cassano? Una perla di rara bellezza d’altronde il talento non manca al giocatore. Il suo problema è sempre stata la continuità. Nelle gare decisive, purtroppo per lui, sparisce quasi sempre.“

PALERMO – Può esser la squadra rivelazione dell’anno
“Il Palermo dispone di giocatori giovani di grande talento guidati da uno strepitoso Pastore, che ha tutte le qualità per diventare nel giro di pochi anni uno dei più forti giocatori in assoluto. Vanno fatti i complimenti anche a Zamparini e Sabatini per aver scoperto dei talenti come anche Ilcic. Se impareranno ad esser più concreti e cattivi il Palermo potrebbe davvero esser la squadra rivelazione dell’anno  ”

FIORENTINA – Che delusione! Mihajlovic va mandato via….
“Fossi Mihajlovic non sarei ne sereno ne tranquillo. Con la rosa della Fiorentina non si può proprio esser ultimi in classifica. E’ evidente che l’allenatore è in grande confusione, va mandato via. ”

VIOLENZA NEGLI STADI – Mancano le leggi per copiare il modello inglese
“Violenza negli stadi? Il problema è che in Italia chi fa casino dopo 2 giorni è già a spasso. Servono leggi severe per copiare il modello inglese!”

Di Stefano Discreti

Un commento

  1. E vbb lo sappiamo ke e ci fosse stato lei direttore avrebbe comprato dzeko e degli esterni all’altezza e saremmo stati da scudo anke quest’anno.Per quanto riguarda le intercettazioni ormai mi son rassegnato nn ce risarcimento per la juve VERGOGNATEVI !!!!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi