Moggi: "Prescrizione? Rinuncio, voglio andare fino in fondo. E in Figc..." | JMania

Moggi: “Prescrizione? Rinuncio, voglio andare fino in fondo. E in Figc…”

Moggi: “Prescrizione? Rinuncio, voglio andare fino in fondo. E in Figc…”

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, nel corso della trasmissione condotta da Pippo Franco “Ieri, Moggi e domani” co-produzione tra Prima Rete Lombardia e Gold in onda tutte le domeniche su Gold TV e Telecolor (digitale terrestre e canale satellitare 856 Sky) ha commentato l’ultima giornata di campionato, decisiva per l’assegnazione dello scudetto, oltre …

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, nel corso della trasmissione condotta da Pippo Franco “Ieri, Moggi e domani” co-produzione tra Prima Rete Lombardia e Gold in onda tutte le domeniche su Gold TV e Telecolor (digitale terrestre e canale satellitare 856 Sky) ha commentato l’ultima giornata di campionato, decisiva per l’assegnazione dello scudetto, oltre a dettare le condizioni per la sua testimonianza in Figc in merito alla presunta radiazione.

RADIAZIONE FIGC? SONO PRONTO A TESTIMONIARE ALLE MIE CONDIZIONI!
“Radiazione Figc? Io ancora non ho ancora ricevuto nulla. Comunque se riceverò la comunicazione di un’eventuale doppio processo sportivo, come quella già recapitata a Mazzini e Giraudo, siccome non fui presente al grande circo 2006 dove in pochi giorni fu distrutta la Juventus e colpiti i suo dirigenti, questa volta non esiterei a partecipare di persona a questi ulteriori processi purchè però la Federazione dia la possibilità a televisioni, giornali e Radio (in primis Radio Radicale) di presenziare all’evento perchè tutti gli sportivi e non devono conoscere quello di cui siamo stati veramente imputati. Parteciperò solo a queste condizioni, d’altronde non credo di chiedere molto. Prescrizione al Processo di Napoli? Non l’accetterò mai. Hanno voluto il processo e ora è giusto che si vada fino in fondo!”.

JUVE, DELNERI VERSO LA RICONFERMA NONOSTANTE LA CLASSIFICA
“Pari giusto a Firenze per la Juventus che ha ottenuto il quarto risultato positivo consecutivo. La classifica resta comunque anonima e non in linea con il blasone del nome di questa squadra. Tanti tifosi mi chiedono se l’anno prossimo con il nuovo stadio la Juve costruirà una grande squadra ma io credo invece che la dirigenza bianconera oltre a mantenere Delneri sulla panchina confermerà anche quasi per intero l’attuale rosa con solo qualche nuovo innesto. Se avrei schierato Del Piero dall’inizio contro la Fiorentina? Alessandro ha grande classe e qualità importanti per esser sempre decisivo”.

MILAN, LO SCUDETTO E’ TUO
“Dopo la sconfitta del Napoli contro l’Udinese, si può dire che lo scudetto 2010/2011 è ormai del Milan, come io avevo pronosticato sin dalla scorsa estate, da quando il Milan comprò Zlatan Ibrahimovic, ancora una volta decisivo in Italia. Contro la Sampdoria non c’è stata proprio partita ed il Milan nonostante l’assenza per squalifica dello svedese, dall’alto di un’evidente superiorità tecnica ha rispedito a Genova la squadra ligure con una larga vittoria”.

NAPOLI, FINE DI UN SOGNO
Con la sconfitta casalinga contro l’Udinese terminano i sogni di scudetto della squadra partenopea. Il Napoli va comunque applaudito perché ha disputato un campionato oltre ogni più rosea aspettativa. La squadra napoletana ha lottato quasi per tutta la stagione ai vertici nonostante una rosa risicata e con pochi giocatori di valore, 3 o 4 tra cui Campagnaro, oltre al solito tridente offensivo. Un plauso va a Mazzarri ed al suo preparatore atletico, che il tecnico toscano si porta dietro sin dagli esordi. L’Udinese nonostante le pesanti assenze di Di Natale e Sanchez ha mostrato ancora una volta un ottimo calcio tornando pienamente in corsa per un posto in Champions”.

INTER, SQUADRA DA RIFARE PER 7/11
“Con la sconfitta di Parma anche l’Inter ha dato addio a quelle poche residue speranze di scudetto che la squadra milanese ancora aveva. La squadra di Moratti andava rifondata la scorsa estate, vendendo a peso d’oro quei giocatori come Milito che nella scorsa stagione avevano avuto un rendimento ben superiore al loro reale valore. La squadra neroazzurra è da rifare nei titolari per almeno 7/11 e questa volta senza una Calciopoli di mezzo sarà dura per Moratti…… Eto’o ha ancora una volta dimostrato di non fare la differenza quando la squadra non gira, non invece come Ibrahimovic vero uomo squadra. Per il Parma vittoria importantissima in chiave salvezza”.

LAZIO, CHE CAMPIONATO SUPER
La Lazio a Catania ha dato ancora una volta una grande prova di forza, dimostrando personalità notevole. La squadra biancoceleste sta disputando un campionato super oltre ogni possibile pronostico. Basti pensare che si trova a soli 3 punti dall’Inter e la prossima partita sarà proprio lo scontro diretto con i neroazzurri…”.

ROMA-PALERMO, ROMEO PEGGIORE IN CAMPO. SQUADRA GIALLOROSSA COMPLETAMENTE DA RIFARE
Sabato pomeriggio l’arbitro Romeo ha sbagliato tutto quello che era possibile da sbagliare. Si è vista comunque una brutta Roma con un centrocampo inesistente ed una difesa approssimativa dove ha spiccato in negativo Loria. Il quarto posto è ormai un sogno per i giallorossi e la nuova proprietà giallorossa dovrà lavorare pesantemente per ricostruire una squadra che è quasi completamente da rifare. I Sensi presero la Roma per amore nei confronti di questa maglia, bisognerà capire invece cosa ha portato questi americani a volere la squadra capitolina… Per il Palermo, nonostante questa bella vittoria, restano poche le speranze di Europa”.

LOTTA SALVEZZA – CHE GRANDE MISCHIA
Il Bologna che è praticamente salvo ha ormai mollato da qualche settimana. La sconfitta di Verona ha praticamente messo in salvo anche il Chievo. Il Cesena, dato per spacciato da molti fino a qualche mese fa, sta dimostrando di credere fortemente alla salvezza così come anche il Lecce che contro il Cagliari ha ottenuto un pari spettacolare. Pareggi così valgono una vittoria. Il crollo del Brescia a Genova fa invece pensare che la squadra di Corioni molto probabilmente seguirà il Bari nella retrocessione in B. Per l’altro posto la Sampdoria rischia sempre di più”.

4 commenti

  1. andrea barra caracciolo

    dichiarazione da personaggio da operetta.
    sa benissimo che non c’è nessuna possibilità che possa operare la prescrizione ed eccolo allora pronto a millantare.

  2. Dico che invece si accontenterà della prescrizione.

  3. Moggi come al solito distribuisce le sue solite pillole di saggezza

  4. Parliamoci chiaramente la frittata è stata servita nel Maggio 2006 quando la società si è disunita e si è autoaccusata, moggi si è dimesso, il cda si è autoazzerato. (E’ stato un suicidio totale senza). Una società, quotata in borsa, intorno alla quale gravitano così tanti interessi non si può permettere di accettare accuse così pesanti senza difendersi anzi proponendo la pena.
    Robe da matti se si pensa che oggi Berlusconi, sovverte l’evidenza, affermando di aver regalato a Ruby 60000 euro per salvarla dalla prostituzione (ditemi voi come la si può definire quando si presenta in lingerie ai vari balli delle debuttanti o in discoteca).
    Il fatto è che se è vero che il processo potrebbe scagionare definitivamente Moggi e Giraudo dalle accuse, o anche ci dovessero riassegnare gli scudetti, a noi interessa riavere una società ed una squadra vincente che terrorizza gli avversari come ai bei tempi. E questo non è possibile al momento perchè, intanto, non vedo nel mondo del calcio gente in grado di riprendere degnamente le redini della società (è inversomile e per certi aspetti anacronistico un ritorno della triade). E poi per costruire una grande squadra è indispensabile acquistare dei fuoriclasse che vestirebbero la nostra maglia solo in caso di una qualificazione in champions (non scordiamoci che la scorsa estate abbiamo incassato i no di giocatori che alla Juve dei bei tempi avrebbero fatto forse la tribuna).
    In sostanza ben venga calciopoli ma ridateci la nostra vera Juve.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi