Moggi: "Moratti? Riecco l’immacolato per prescrizione" | JMania

Moggi: “Moratti? Riecco l’immacolato per prescrizione”

Moggi: “Moratti? Riecco l’immacolato per prescrizione”

Se fosse un film sarebbe… “Il ritorno dell’Immacolato”. Dopo le vittorie del post-calciopoli, il presidente dell’Inter Moratti non riesce a ‘digerire’ il digiuno e ritorna ad attaccare il Palazzo, al cui interno siedono gli stessi interpreti che gli hanno consegnato un triplete su piatto d’argento. Sulle vicende di questi giorni, oggi, è tornato Luciano Moggi …

Se fosse un film sarebbe… “Il ritorno dell’Immacolato”. Dopo le vittorie del post-calciopoli, il presidente dell’Inter Moratti non riesce a ‘digerire’ il digiuno e ritorna ad attaccare il Palazzo, al cui interno siedono gli stessi interpreti che gli hanno consegnato un triplete su piatto d’argento. Sulle vicende di questi giorni, oggi, è tornato Luciano Moggi che sul quotidiano ‘Libero’ scrive:

Rieccolo, l’Immacolato per prescrizione. Un rigore non concesso, come ce ne sono tanti, ha scatenato la reazione di Moratti, con un prologo antipatico che non si confà ad uomini di eleganza, come lui si ritiene. Quel vaffa all’arbitro non sta bene sulla bocca e nei gesti del presidente dell’Inter, non ci furono (mai) nella storia del primo Moratti, ci vien da dire quello vero. Per il successore è già (almeno) la seconda volta e siccome ci sono flash e video che lo documentano vogliamo proprio vedere se qualcuno della procura federale se ne accorgerà. Il patron interista ha dato la stura a trite e ritrite lamentele, poteva rimanere negli ambiti di un errore arbitrale ed invece ha esondato sulle litanie di sempre, a partire dal massimo dei suoi ragionamenti, «non vorrei ritrovarmi in situazioni del passato», salvo poi fare anche una grande furbata, da un lato l’attacco, con tanto di allusioni e insinuazioni, dall’altro a dire che «un complotto no, sarebbe troppo stupido, è solo incapacità».

Poi Moggi evidenzia i favori avuti dai nerazzurri quets’anno, di sicuro superiori in numero ai torti subiti:

E se è solo incapacità (degli arbitri) cosa c’entrano tutte le frasi pregresse? Un po’ di coerenza non guasterebbe, e serietà imporrebbe che Moratti si ricordasse anche del rigore negato al Catania sullo 0-0 oppure quando la sua squadra ha battuto la Samp con il gol risolutivo segnato in fuorigioco, e ancora, il gol del Milan annullato inspiegabilmente e il rigore non concesso per fallo di Samuel su Robinho, tutto ciò verificatosi durante l’ultimo derby. La sua tiritera è però a senso unico, vede i presunti torti subiti dall’Inter, sorvola puntualmente sui favori. La tecnica è sempre la stessa, il marcio è degli altri, mai suo, ed allora è utile dargli una ripassata per ricordargli lo scudetto che tiene in bacheca e non gli appartiene, le spiate e i dossieraggi illegali da lui ordinati a danno di chi gli dava fastidio, avendo pensato che fosse l’unico mezzo per far fuori chi sapeva costruire squadre più forti e lo batteva puntualmente sul campo, le accuse agli altri di maneggi, frequentazioni e telefonate, salvo poi a scoprire, scoperta di Palazzi, che sul punto lui, i suoi e l’Inter non erano secondi a nessuno e meritavano un processo per illecito sportivo, quello vero, non quello strutturale inventato per Calciopoli. Nel caso giunse puntuale la improcedibilità per prescrizione, prova provata di un angelo protettore sempre presente a favore dell’Inter, fin dall’epoca in cui, taroccato il passaporto di Recoba, uno dei suoi dirigenti dovette patteggiare personalmente una condanna davanti alla Magistratura, ma l’Inter non subì, come doveva subire, la perdita a tavolino di tutte le gare in cui aveva giocato il Chino. Storie curiose come se ogni qualvolta c’entri l’Inter la giustizia sportiva va in collasso e i tempi d’indagine s’allungano. Un fatto è certo, se la guerra tra Juve e Inter si è riaccesa, la miccia è di Moratti, e siamo perfettamente d’accordo con il “no comment” della Juve e la pubblicazione sul sito della relazione di Palazzi, per ricordare a chi soffre di smemoratezza che ci sono carte che cantano.

Infine, una stoccata ai media che alimentano ad arte le polemiche:

In quanto poi all’estensore del servizio Rai su Inter-Cagliari, troviamo indecente che durante il collegamento si sia perso in questa considerazione, «le polemiche tra Juve e Inter non hanno giovato alla serenità dell’arbitro», come se la querelle avesse influito sulla decisione di non fischiare il rigore. Il pari con il Cagliari ha fatto svanire le nuove illusioni dell’Inter, nate dal pareggio inatteso della Juve con la Lazio. Era grande l’occasione di portarsi a due punti dai bianconeri, ma le speranze sono svanite in fretta. Tutto come prima, quattro punti erano, quattro punti sono, un altro turno è andato via come se non fosse nemmeno venuto, sospiro di sollievo della Juve che può indirizzare tutti i suoi sforzi nella gara con il Chelsea, fondamentale per la qualificazione in Champions. Blues non in grande condizione ma sempre da temere. Conte spera di recuperare Vucinic e medita di affidarsi a Quagliarella al posto di Giovinco, sotto osservazione (e fischi) della tifoseria…

5 commenti

  1. @Capitan Haddock, la tua perplessità sul comportamento dei tifosi interisti, ci è stata chiarita dall’amico @maxtaranto.
    Noi dobbiamo immaginare quei tifosi che con farsopoli si sono ritrovati uno scudetto regalato, la Juve con due scudetti in meno e retrocessa in serie B, con Milan, Lazio e Fiorentina penalizzate.
    In quelle condizioni, l’Inter ha lottato(?) da sola e ha vinto.
    I tifosi interisti avrebbero dovuto indagare per scoprire che il tutto era frutto di un imbroglio?? No, gli andava tutto benissimo.
    Non gli andava bene, invece, ai tifosi Juventini che, fiutato l’imbroglio, seguivano attentamente tutte le fasi del processo (grazie a Luciano Moggi), fino al giudizio finale e conseguente relazione Palazzi.
    Noi siamo aggiornati, loro sono fermi a …. Guido Rossi.
    Moratti, continua a sproloquiare perchè non ha argomenti seri.

  2. Moratti si ricordi il rigore negato al Pescara contro la sua Inter alla prima di campionato, NETTO E CHIARO al punto da essere sparito dalle cronache e dai video!!!.. (per fortuna che ci sono altri video privati!! ma questa cosa sì che è uno scandalo!!!!)..
    Nella circostanza risalta la sceneggiata del cd. “monumento del calcio” al secolo Javier Zanetti, il quale per negare l’evidenza va a redarguire il povero Weiss, sgambettato nettamente, mentre l’arbitro per rafforzare la sua pessima decisione lo ammonisce per simulazione!!!
    QUESTA Sì, VERGOGNA CARO MORATTI!!!..

  3. Ahahaha Capitan Haddock, concordo, ho amici innteristi e son davvero convinti, non riescono a controbbattermi perchè io sì che mi sono informato su tutto, ho seguito tutte le udienze di calciopoli ecc, loro invece leggo il romanzo rosa, il bello è che anche non controbbattendo dicono che Moratti ha fatto bene a intercettare ecc., cioè….ca..o sono convinti va!
    Per te, invece, Arthur, bhe credi che Abete non sappia come siano andate le cose? Lui finge, caro mio, lo sa benissimo, e protegge!!! Andrebbe eliminato!

  4. Haddock cpt. attendi con fede lo TSUNAMI Telecom con le intercettazioni a destra e manca arrivera…. ed allora anche gente come Abete si rendera conto di che razza di personaggi sneaky ( subdoli ) c erano e ci sono nell Inter…..tanto per fare un esempio ..quelli che mandavano avanti uno come FACCHETTI a fare quello che faceva Galliani la Roma la Lazio la Fiorentina ecc. c Certo non avevano uno scafato e cagnaccio come Moggi……ma cosa c e di piu chiaro del tentativo di condizionare un arbitro comprandolo, promettendogli un posto di lavoro come avvenuto con Nucci…e qui mi fermo..per rabbia ciao..

  5. Capitan Haddock

    Io sono basito. Della duplicità di Moratti, sappiamo. Lui sa esattamente come sono andate le cose nel 2006 (e soprattutto prima del 2006), e le schermaglie attuali, le sue tiritere a senso unico gli servono per mantenere un ruolo e continuare nella sceneggiata. Gli è andata bene una volta, spera che gli vada bene ancora, tanto Abete e Petrucci sono impelagati nelle sue loschi vicende e magari un guidorossi salta fuori di nuovo. Quello che non riesco veramente a capire sono i tifosi di quella squadra di m.. Oh, ma quando li senti parlare è una cosa allucinante! Secondo me gli alieni si sono impossessati dei loro corpi e gli hanno succhiato il cervello, non c’è altra spiegazione. Inizialmente gli davo anche un certo credito: poveri esserini – pensavo – dev’essere terribile credere di essere una grande del calcio ma in realtà sapere, nel proprio intimo, che non si è nulla più che una squadra di seconda fascia, che ha avuto un solo ciclo vincente in 100 anni di storia (quello di Moratti padre, intendo, pur con tutte le sue ombre)… e quindi va bene, sapete che farsopoli è una montatura ma cercate di farla passare per verità. Son magre soddisfazioni, ma d’altra parte se uno ha solo quello, che ci vuoi fare? Un po’ come quelli che continuano a chiudersi in bagno come facevano da ragazzini, solo che adesso sono uomini fatti (ci siamo capiti, no?). E invece no, mi sono reso conto che questi ci credono veramente. E’ incredibile, sono veramente convinti che la loro squadra sia stata e sia tuttora vittima di un complotto. Sono veramente convinti che perdevano per le manovre di Moggi. E son veramente convinti che Facchetti fosse un sant’uomo. Soprattutto, son convinti che Palazzi sia un nemico dell’Inter!!! Guardate che è un problema sociale, questi qui si sono esodati il cervello.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi