Moggi: "Lo Juventus Stadium merito di Cobolli? Spieghi il 2006"

Moggi: “Lo Juventus Stadium merito di Cobolli? Spieghi il 2006”

Moggi: “Lo Juventus Stadium merito di Cobolli? Spieghi il 2006”

A Luciano Moggi non è affatto andata giù l’intervista di Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, che si è assegnato sostanzialmente la paternità dello Stadium: “È merito mio e di Blanc se la Juve ha una nuova casa”. Moggi, ex dg bianconero defenestrato dai fatti di Calciopoli, oggi ha replicato tramite un editoriale pubblicato sul …

cobolli-blanc-zacconeA Luciano Moggi non è affatto andata giù l’intervista di Cobolli Gigli, ex presidente della Juventus, che si è assegnato sostanzialmente la paternità dello Stadium: “È merito mio e di Blanc se la Juve ha una nuova casa”. Moggi, ex dg bianconero defenestrato dai fatti di Calciopoli, oggi ha replicato tramite un editoriale pubblicato sul quotidiano ‘Libero’. “Ormai il calcio è più parlato che giocato: ognuno dice la sua incurante di quello che dice”, evidenza ‘Big Luciano’.

Moggi replica a Giovanni Cobolli Gigli parlando di quello che è stata la Juventus durante e dopo Calciopoli, ovvero una società allo sbando, fino al ritorno di Andrea Agnelli.

Parla Cobolli Gigli – prosegue – , il presidente juventino dei settimi posti, quando la società sperperava danari per mercati scellerati: asserisce che lui e Blanc sono gli artefici dello Juventus Stadium. Dove erano questi signori quando un solerte dirigente juventino del tempo girava il mondo per carpire i segreti e le cose migliori degli stadi esistenti? Dove erano quando si conclusero le lunghe trattative con il Comune per l’acquisizione del suolo dove è sorto appunto lo Juventus Stadium? Erano lontani dal mondo del pallone, al corrente della volontà di quella Juve di costruirsi un proprio stadio perché Blanc, nominato consigliere, partecipava alle riunioni senza mai parlare ma sempre con lo sguardo rivolto verso quel modello che campeggiava nella Sala Consiglio, fatto disegnare da chi, con il proprio lavoro, cercava di dare un volto nuovo all’Azienda, costruendole un avvenire al passo dei tempi.

Inevitabile tornare sui fatti di Calciopoli e sulla mancata difesa da parte della Juventus di allora, che anzi, fece di tutto per essere punita nonostante non fosse stato alterato alcun campionato, come hanno ribadito le sentenze della giustizia penale:

C’erano invece quando il difensore della Juve, l’avvocato Zaccone, patteggiò la B con penalizzazione dopo aver pronunciato senza neppure arrossire le famose parole «in una settimana ho letto tutto e la Juve potrebbe rischiare la C», mettendo in tal modo di fronte alla opinione pubblica, in veste di imputati, quei dirigenti che avevano portato sul tetto del mondo i colori bianconeri. Dove si nascondevano quando fu ritirato scientemente il ricorso al Tar che avrebbe salvato la Juve dalla B? In Portogallo – evidenzia Moggi – , la Società Boavista fu retrocessa perché colpevole di accertato passaggio di danaro tra arbitri e dirigenti. Ciononostante, il ricorso all’Ufficio Competente (il no- stro Tar) ha portato alla riammissione del Boavista al massimo campionato. La Juve, pur incolpevole dei fatti sopra ascritti alla società portoghese, venne invece retrocessa dopo aver volutamente ritirato il ricorso al Tar: meglio sarebbe stato se Cobolli avesse spiegato cos’è davvero accaduto a suo tempo…

3 commenti

  1. Caro Comandante,all’epoca di calciopoli,fosse rimasto in vita uno solo fra Gianni e Umberto Agnelli,mai quello scempio si sarebbe verificato.E’ stato consumato un vero e proprio attentato a chi era più forte in campo e meglio strutturato. I vigliacchi,sempre perdenti, nonostante folli uscite di denaro,approfittando della quasi contemporanea scomparsa dei due importanti e inarrivabili capi storici della Juventus,ne hanno approfittato,”gambizzando” la società bianconera,credendo di averla eliminata per sempre.Ma dopo pochi anni “lor signori” sono di nuovo in braghe di tela.Ed ecco che nuovamente si scatenano i media,con le loro moviole ( o meglio, con i loro moviolisti),i tg nazionali romanizzati o quelli di mediaset ecc ecc un film già visto.Andrea sta rimettendo le cose a posto, ma i nostri nemici,omuncoli coalizzati fra loro,hanno in mano la FIGC ed essendo incapaci sono lo zimpello delle altre federazioni,il calcio italiano a livello europeo è depresso e la nostra Nazionale fa ridere.
    Un abbraccio.

  2. Cobolli ha avuto solo un merito, ci ha reso una squadra simpatica agli avversari

  3. Cobolli esiste solo per la stampa

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi