Moggi: "Juve, una vittoria da provinciale che non deve illudere" | JMania

Moggi: “Juve, una vittoria da provinciale che non deve illudere”

Moggi: “Juve, una vittoria da provinciale che non deve illudere”

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, nel corso della trasmissione condotta da Pippo Franco “Ieri, Moggi e domani” co-produzione tra Prima Rete Lombardia e Gold in onda tutte le domeniche su Gold TV e Telecolor (digitale terrestre e canale satellitare 856 Sky) ha commentato l’ultima, importantissima, giornata di campionato facendo un appunto alla vittoria …

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, nel corso della trasmissione condotta da Pippo Franco “Ieri, Moggi e domani” co-produzione tra Prima Rete Lombardia e Gold in onda tutte le domeniche su Gold TV e Telecolor (digitale terrestre e canale satellitare 856 Sky) ha commentato l’ultima, importantissima, giornata di campionato facendo un appunto alla vittoria degli uomini di Del Neri. “Contro la Roma, la Juventus ha giocato da provinciale con una sola punta in campo e puntando su rapidi contropiedi – ha spiegato Moggi –  Gli infortuni e le assenze alla fine hanno finito per favorire la Juve che in gravi condizioni di emergenza ha tirato fuori una grande prova di orgoglio. Ma questa vittoria non deve assolutamente illudere la dirigenza e far pensare che l’attuale rosa sia competitiva, questa squadra è quasi completamente da rifondare. Vendere Buffon? Un campione si vende solo quando la contropartita è importante, altrimenti no. Se comunque lo si vuole vendere bisognava comprare già dalla scorsa estate un portiere giovane, come Viviano ad esempio, con cui garantirsi il futuro. La Roma è stata molto statica a centrocampo e fragile in difesa. Sarà dura che Di Benedetto possa esordire l’anno prossimo in Champions. Sabatini nuovo Direttore Sportivo giallorosso? Io so che aveva un accordo con la Sampdoria che però ora ha disdetto. Quindi….”

17 commenti

  1. @ antonino : pezzo di infiltrato malefico, sei stato preso con le mani nella marmellata come il tuo ex presidente FUCKetti.
    Da uno Juventino,nn sarebbero MAI uscite quelle stronzate che hai vomitato tu.

  2. @ antonino sei un troll per nulla credibile. Ritenta, sarai più fortunato

  3. Mi fa piacere che la pensiamo uguale =)..tornando alla partita con la Roma il modulo poteva essere anche un 2-2-6 ma l’ atteggiamento dei giocatori era tipico di ki aspetta l’avversario e riparte in contropiede (anche se personalmente se serve a vincere in trasferta contro una squadra qualitativamente superiore ben venga), per questo ti dico che conta l’atteggiamento e non il modulo..il nostro 4-3-3 si trasformava sempre in un 4-5-1 fino a quando Del Neri ha cambiato modulo (cioè dieci minuti).Tornando a Buffon leggi bene quello che ho scritto e capirai che sono d’accordo con te che i campioni avrebbero poca voglia di venire alla juve ahimè, motivo in più per cui non lo venderei.

  4. ma xkè non si sta zitto moggi??? se ci troviamo cosi è x colpa sua….invece di criticare dia una mano a questa juve…visto come l’ha ridotta….

  5. BIG LUCIANO nella ragione o nel torto è sempre il NUMERO UNO!!! Saluti..

  6. Moggi è un grande intenditore di calcio, ma anche lui in passato ha fatto degli acquisti sballati, sul caso Buffon credo invece che sia il momento di cederlo al miglior offerente, da quando è caduto in depressione non è più lui e poi chi ci garantisce della sua perfetta guarigione,il portiere giovane la Juve ce l’ha già si chiama Mirante, per il prossimo anno Storari è una garanzia.Due parole su Krasic, deve giocare sulla destra e passare di più la palla sopratutto quando è inseguito da 2 o 3 difensori.Per tornare grandi abbiamo bisogno di 2 terzini, un centrale ed un centrocampista, tutti giocatori di qualità e naturalmente di un nuovo allenatore.

  7. Sì sì, ho presente l’azione.
    Come dicevo in un’altra discussione deve estraniarsi meno dal gioco ed essere meno egoista.

    Ciò non toglie che in certi frangenti, ieri, ho goduto come un riccio con le sue accelerazioni e dribbling… 😉

  8. a me ieri sera la juve assomigliava un 4-3-2-1,e cmq krasic è troppo innamorato della palla,invece di tirare a un certo punto avrebbe dovuto passarla a pepe…….per chi ha visto la partita….

  9. Credo non ci sia nessuno che frequenta questo forum che non stimi Lucianone per quello che ha dato alla juventus, c’ è da dire però che a volte si lascia andare a discorsi che suonano tanto come quelli di un ex marito che parla del nuovo compagno della moglie.
    Ieri siamo stati anche fortunati , vero , e caz era ora, abbiamo sofferto di zella per mezza stagione, se avessimo un 5-8 punti in più metà delle critiche su Delneri nemmeno si sentirebbero.la squadra non sarà perfetta e ci son stati errori che il prossimo anno non vanno ripetuti… però cercarli a tutti i costi anche dopo una bella prestazione non è da tifosi ma da masochisti.

  10. @NK: Ciao! 🙂 Non so da quanto sei su questo “forum” e quanti interventi miei tu abbia letto, ma non preoccuparti che quando mi rivolgo a Moggi è sempre in tono buono.

    Torniamo agli aspetti tecnici:

    “il grado di offensività di una squadra non è assolutamente dato dal modulo ma dall atteggiamento tenuto in campo dai giocatori”
    -se permetti, il modulo ha la sua importanza. Ovvio, l’atteggiamento è un aspetto imprescindibile, ma ammetterai che, a parità di giocatori, giocare con un 5-4-1 è ben diverso da un 3-4-3. Come un 4-4-2 con Marchisio fuori ruolo e Aquilani e Krasic ingabbiati a centrocampo è diverso da un 4-3-3 con Marchisio finalmente nel suo ruolo, un Aquilani parzialmente alleggerito delle competenze in copertura e Krasic che, dopo un dribbling, si trova già in un’area ben più pericolosa che non la linea della metà campo!

    “2 delle 3 punte si chiamavano Pepe e Krasic cioè 2 centrocampisti esterni”
    -a parte il fatto che i giocatori esterni dei 3 avanzati io non li considero affatto delle punte, posso condividere il tuo parere su Pepe che, avendo corsa, si preoccupa anche di coprire (e infatti secondo me potrebbe essere davvero un ottimo terzino!)…ma dire che Milos è un centrocampista è come dare ragione a Delneri quando lo schiera nei 4 di centrocampo.

    “Zidane è stato venduto per una cifra esorbitante ma è stato rimpiazzato da campioni (Buffon, Thuram, Nedved)”
    -infatti parli con uno che Buffon l’avrebbe venduto anni fa, quando di milioni ce ne davano una caterva. A parte questo, credi che ORA i Thuram e i Nedved verrebbero alla Juve degli stipendi “bassi”, delle ambizioni ridimensionate e del conseguente appeal perduto?

  11. Caro Luke-Sun_Tzu ti devo fare delle precisazioni.1)il grado di offensività di una squadra non è assolutamente dato dal modulo ma dall atteggiamento tenuto in campo dai giocatori..un 4-4-2 può essere interpretato in maniera molto più offensiva di un 4-3-3 cosa che in effetti è successa ieri sera quando tutti arretravano fino alla propria trequarti stile inter dell anno scorso che tu stesso hai citato..aggiungiamoci che 2 delle 3 punte si chiamavano Pepe e Krasic cioè 2 centrocampisti esterni fai te i conti..senza contare che Del Neri ha cambiato modulo dopo dieci minuti.2)Zidane è stato venduto per una cifra esorbitante ma è stato rimpiazzato da campioni (Buffon, Thuram, Nedved) che hanno aperto un ciclo e che si sono aggiunti ad altri campioni già presenti..questa squadra invece non ha campioni apparte Gigi, Alex e Chiellini e venderne per di più a 15 milioni (perchè le cose finirebbero così) ha ben poco senso.
    Quindi attenzione prima di attaccare l’unico uomo che possa sollevarci da queste catastrofi

  12. …una piccola aggiunta: l’inter ha fatto il triplete giocando da provinciale!

    A buon intenditor…

  13. Ai ai ai, Lucianone…mi scivoli su ‘ste cose?

    Se Moggi è convinto che un 4-3-3 (con Aquilani e Marchisio a centrocampo! Mica Gattuso-Van Bommel!) sia meno offensivo e più catenacciaro di un 4-4-2 significa che ha bevuto, ha assunto sostanze stupefacenti o mira a denigrare l’operato di qualcuno (e mi pare che in questo, il nostro Luciano, abbia più volte ecceduto).

    E poi sentire dire da chi ha venduto Zidane e detto che “uno dei problemi della Juve di oggi è che s’è lasciata morire dei campioni in casa” questo:”Vendere Buffon? Un campione si vende solo quando la contropartita è importante, altrimenti no” è contraddittorio.
    Primo: se danno CASH, la potenziale contropartita è indefinibile.
    Secondo: al CASH va aggiunto il risparmio, mica da poco, dell’ingaggio.

    A Lucià, un buon tacere non fu mai scritto. Ogni tanto trattieniti 😉

  14. Sono d’accordo con il sig. Moggi! L’ambiente juventino, quello per intenderci, più vicino alla squadra, si esalta e si deprime con troppa facilità. Occorre maggior realismo e consapevolezza nei propri mezzi, così da evitare facili illusioni, ma guardare in faccia la realtà con le dovute proporzioni. Per questi motivi ho scritto quanto segue:

    Come detto in altre circostanze anche ieri sera si è vista una Juventus concedere, nel primo tempo, tre palle gol nitide agli avversari(due con Totti e una con Vucinic), che se fossero finite dentro il sacco della nostra rete staremmo qui ancora una volta a cantare il “de profundis”. I tifosi come me eternamente insoddisfatti delle prestazioni della squadra se l’avrebbero presa con l’atteggiamento tattico ostinatamente sbagliato da Delneri e così via. Invece è successo che siamo stati più cinici e fortunati della Roma, atteggiamento che ci ha permesso di chiudere la partita con una bella vittoria, che fa ben sperare per il proseguo del campionato e per la conquista di un posto in Europa e non in C.L., come chiarito ampiamente dal nostro mister. Le stranezze del calcio ci portano(in primis gli addetti ai lavori) ad esaltare le prestazioni di giocatori come Grosso, Motta che in altre partite avevano deluso molto le aspettative e sostituiti con degli outsiders di tutto rispetto come Traoré e Sorensen(non cito Grygera perché vederlo giocare mi crea ansia più del dovuto). Ieri sera abbiamo assistito ad un laborioso e fruttuoso lavoro di copertura dei nostri centrocampisti, dove si è visto il solito Marchisio sacrificarsi per l’ennesima volta sulla fascia sn. a supportare gli sganciamenti di Grosso, artefice tra l’altro del passaggio smarcante a Krasic sul primo gol. Anche ieri sera Bonucci(Chiellini non ha giocato) si è distratto su qualche passaggio filtrante concedendo agli avversari alcune conclusioni alle quali Storari ha risposto alla grande. Come direbbe un vecchio detto popolare “tutto è bene quel che finisce bene” anche se a me la supremazia avversaria della Roma, nel primo tempo, preoccupa e non poco, anche perché si ripete in ogni partita.

  15. Se lasciamo fare a Del Neri stiamo apposto…

  16. L’anno scorso, l’inter ha vinto quasi tutto giocando così, tutti dietro la palla e ripartenze veloci. La mossa di spostare Krasic dalla fascia alla trequarti si è verificata azzeccata, ha messo lo scompiglio nella difesa romanista. Lasciamo fare a Del Neri, con qualche campione potremmo vincere qualcosa, daltronde è tutto iniziare a rivincere.

  17. Ci vuoi tu come telo dobbiamo dire !!! se sapessi dove abita andrei subito anke sotto casa.Torna-impostati-poni fine a questo torpiloquio(spero di averlo scritto bene :)noi ti aspettiamo !!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi