Moggi: "Juve, un pareggio vergognoso. Campionato riaperto, ma che aiutini al Milan..." | JMania

Moggi: “Juve, un pareggio vergognoso. Campionato riaperto, ma che aiutini al Milan…”

L’ex Direttore della Juventus, Luciano Moggi, come sempre non le ha mandate a dire e nel corso della trasmissione romana “Studio Stadio“ che vede tra i protagonisti anche l’opinionista Stefano Discreti, ha voluto dire la sua sulla giornata calcistica e sulle tensioni che stanno un po’ avvelenando il calcio italiano. Mourinho, il Chelsea, Balotelli e… Miccoli …

Luciano MoggiL’ex Direttore della Juventus, Luciano Moggi, come sempre non le ha mandate a dire e nel corso della trasmissione romana “Studio Stadio che vede tra i protagonisti anche l’opinionista Stefano Discreti, ha voluto dire la sua sulla giornata calcistica e sulle tensioni che stanno un po’ avvelenando il calcio italiano.

Mourinho, il Chelsea, Balotelli e… Miccoli
Mourinho ha esagerato spesso parlando di complotti, creando un clima di tensione ed alibi per giocatori che adesso sta pagando caro. Sono comunque curioso di sapere cosa ne pensa dell’arbitraggio di Milan-Chievo… Credo che l’allenatore interista apprezzi le grandi capacità di Balotelli, dal quale pretende però che oltre a fare l’attaccante debba tornare a dar man forte al centrocampo come d’altronde dovrebbero fare tutti gli attaccanti.
Io di un giocatore del genere non ne farei mai a meno. E’ un ragazzo da educare ma è certamente un campione che ha un gran tiro, sa calciare le punizioni, segna gol da 30 metri e quando entra in corso di gara spesso fa vincere la sua squadra.
Con Eto’o, attualmente l’ombra del bomber che eravamo abituati a vedere, Balotelli non può essere lasciato in panchina. Anche in Nazionale ,vista l’attuale condizione di forma dei vari Gilardino, Iaquinta e Toni, il giovane campione dell’Inter può essere un’ottima alternativa, senza dimenticare poi che i prossimi mondiali si disputeranno in Sudafrica e Balotelli ha origini africane.
Nella mia carriera ho gestito spesso situazioni difficili con dei giocatori,ma sono sempre riuscito ad avere con loro ottimi rapporti perché ha messo subito in chiaro un concetto: io ti do e tu mi dai. Solo con Miccoli non sono riuscito in questo. E pensare che il ragazzo a Terni l’ho scoperto io quando ancora non lo conosceva nessuno. Miccoli è un campione e a Zamparini sono stato io a consigliarlo più volte di prenderlo al Palermo. Ma la riconoscenza in questo ambiente non c’è… Comunque forza Miccoli e Forza Palermo!
La sfida di Champions dell’Inter con il Chelsea?  E’ una partita molto difficile perché attualmente il calcio inglese è meglio del nostro. All’andata l’Inter ha vinto lottando fino all’ultimo contro una squadra che aveva due dei suoi punti di forza (Lampard e Terry) in serata negativa. Ora,però, la netta vittoria in campionato 4-1 contro il West Ham, ci dice che la squadra di Ancelotti ha ritrovato la miglior forma e contro l’Inter le basterà segnare un solo gol per passare il turno. L’Inter in Italia è la squadra più forte, ora deve dimostrare il suo valore in Champions.  Noi tifiamo per il calcio italiano e perciò auguriamo all’Inter di centrare il bersaglio, altrimenti rischiamo di perdere un posto in Champions.

Juve, una squadra costruita malissimo
E’ una squadra costruita malissimo piena di equivoci tattici, composta di bravi giocatori messi però in campo senza rispettare le loro caratteristiche. Melo è un buon mediano ma viene impiegato come regista. Il “peperino” Diego invece è un trequartista ma viene impiegato da centrocampista. Sono convinto che il ruolo al quale meglio si adatterebbe, per le sue caratteristiche, è quello di seconda punta. Ha fatto bene Zaccheroni a non farlo partire titolare contro il Siena per dargli degli stimoli. Diego ha finora dimostrato di non essere in grado di sopportare e reagire alle critiche. Il pareggio contro il Siena è qualcosa di vergognoso. Da 3a0 a 3a3 ed il Siena ha anche preso un palo. La prestazione di Grygera ha superato ogni limite, ma forse la squadra era stanca per la sfida con il Fulham che però diciamolo vale si e no una squadra di mezza classifica italiana….

Lazio, Ballardini ha lasciato il segno…
Quando sono stato ospite a SportItalia, in studio mi hanno fatto notare che se Cagliari e Palermo giocano bene è anche merito di Ballardini che ha lasciato la sua impronta di gioco. Beh, evidentemente Ballardini ha lasciato il suo segno anche qui a Roma visto che la Lazio non riesce più a riprendersi. La squadra ormai è totalmente invischiata nella lotta per non retrocedere….

Roma, che occasione sprecata…
Sono ancora convinto che la Roma come squadra sia superiore al Milan, ma la limitatezza della rosa è un handicap grande. A Livorno è stata gettata via una grandissima opportunità per riaprire la lotta scudetto.

Milan, adesso si che il campionato è riaperto!
Il Milan, dopo l’umiliazione di Champions dove ha fatto piangere costringendo persino Berlusconi a spengere il televisore, vincendo contro il Chievo ha riaperto il campionato.  Peccato però per il goal regolare annullato alla squadra veronese.

Real Madrid: Perez basta comprare solo attaccanti!
Il fallimento del Real non mi ha stupito. Perez pensa sempre e solo a comprare attaccanti. Ma non è il numero degli attaccanti che aumenta la pericolosità di una squadra. Anzi, più attaccanti schieri in campo e più centrocampo e difesa vanno in sofferenza….

Genoa, che spettacolo per tutti!
La squadra di Gasperini è incredibile, sempre tutti all’attacco. Per vincere non gli basta mai di segnare meno di 2 goal, con quella difesa così perforata.
Di certo è una squadra che da spettacolo, sia in positivo che in negativo….

Torino, Cairo non ne azzecca una….
Cairo ha detto che fa sempre il contrario di quello che dice Luciano Moggi? Intanto è tanto tempo che non gli dico nulla. Di certo però in questo momento sta facendo sicuramente l’opposto di quello che farei io. Ed i risultati si vedono…

De Laurentiis e il calcio dei vecchi
De Laurentiis si è lamentato del calcio italiano definendolo gestito da vecchi? E’ stato solo un modo alternativo per attaccare la classe arbitrale. Purtroppo in Italia c’è la cultura del sospetto. Prendiamo Inghilterra e Spagna. In Spagna le designazioni arbitrali vengono fatte tutte insieme prima per l’andata e dopo per il ritorno. In Inghilterra poi il calcio è ancora più tranquillo. I giocatori arrivano da soli al campo mangiando un panino. Le moviole sono abolite dalle tv mentre negli stadi ci sono i carceri pronti per fermare i facinorosi. Da noi invece c’è sempre questo clima di accuse, di tensione. Certo il rigore su Lavezzi era nettissimo così come l’espulsione di Felipe, ma gli arbitri sbagliano e sbaglieranno sempre. La moviola in campo? Il calcio non è uno sport come gli altri. E’ impensabile utilizzare un simile strumento sui campi di calcio. Si rischierebbe solo di creare ulteriore confusione, con episodi che nemmeno dopo 10 replay si riescono a decifrare… Dopo la sconfitta di sabato il Napoli è ormai fuori dalla lotta per il quarto posto che ormai ristretta solo a Juventus-Palermo e Samp.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi