Moggi: "Juve eroica non mollerà lo scudetto" | JMania

Moggi: “Juve eroica non mollerà lo scudetto”

Moggi: “Juve eroica non mollerà lo scudetto”

Luciano Moggi è abbastanza scettico sulla pace siglata tra Agnelli e Galliani, tuttavia l’ex direttore generale della Juventus preferisce non sbilanciarsi sulla cosa: “Non posso proprio: non so nemmeno se questa telefonata l’abbiano fatta…”, dichiara a ‘ilsussidiario.net’. La cosa che di certo ha infastidito Moggi è stata tutta la retorica di questi giorni sulle parole …

Luciano Moggi è abbastanza scettico sulla pace siglata tra Agnelli e Galliani, tuttavia l’ex direttore generale della Juventus preferisce non sbilanciarsi sulla cosa: “Non posso proprio: non so nemmeno se questa telefonata l’abbiano fatta…”, dichiara a ‘ilsussidiario.net’. La cosa che di certo ha infastidito Moggi è stata tutta la retorica di questi giorni sulle parole di Buffon: “A parte il fatto che Buffon è un istintivo e in quel momento ha detto quello che pensava, non ci sono dubbi; sinceramente poi sono da guardare con più attenzione quelli che dicono il contrario, cioè “Io l’avrei detto che la palla era entrata”: finché non capita, ognuno può dire quello che vuole. Ho letto dichiarazioni del presidente dell’Inter che dice che i suoi l’avrebbero detto. Io, se permettete, ci credo poco; anche perché la casistica su queste cose dice un po’ il contrario, in casa nerazzurra“.

Intanto la Juventus continua a tenere testa al Milan sul campo, merito di quel patto siglato tra Conte e i giocatori ad inizio stagione: “Guarda, questa è una cosa normale, che Conte ha appreso da quando era giocatore; la sta mettendo in pratica molto bene. E’ semplice: star fuori dalle polemiche e mettere in campo la rabbia necessaria per vincere le partite. Il big match di San Siro? Diciamo che il Milan si è dimostrato superiore nei primi 60 minuti, nonostante avesse in campo le seconde linee: su questo non c’è dubbio. Ha fatto un gioco pratico e, se fosse stato convalidato il secondo gol, avrebbe potuto portare ad altre segnature. D’altro canto, però, la Juventus va ammirata: non si è data per vinta e io non so quante altre squadre avrebbero raggiunto il pareggio nonostante un gol valido annullato e in quelle circostanze“, ha proseguito l’ex dirigente bianconero.
La Signora, dunque, rimane ancora in corsa per lo scudetto? “Sì, perché una Juventus così, che ha voglia di non perdere, una Juventus che magari è inferiore tecnicamente all’avversario ma supplisce con la forza agonistica, è senz’altro da ammirare“.

4 commenti

  1. Anch’io ho avuto la stessa impressione, fino al gol di “bonucci” la palla ce l’avevamo quasi sempre noi…..bisogna dire che il milan ha deciso di giocare da provinciale contro di noi….pressing e ripartenze veloci e molta molta corsa…..questo ci ha un po’ sorpreso direi….nonostante cio’ abbiamo sempre cercato di fare la partita ed il nostro gioco ed alla fine, specialmente l’ultima mezz’ora, dove eravamo stabilmente nella loro meta’ campo, si sarebbe potuto pure vincere se vidal non fosse stato espulso, dato che il milan fisicamente aveva dato tutto……..comunque abbiamo dimostrato di essere piu’ squadra noi di loro…..forza juve

  2. Ops! ..Determinanti* ..sorry.. 😉

  3. @matto101, bravo! …io è da giorni che scrivo questa cosa ma non ci sente nessuno!! Anzi, mi hanno scritto di tutto!!!! Gli errori di Bonucci sono stati determinati!!! p.s e anche le scelte di Conte, sia chiaro.

  4. Egregio direttore personalmente non credo che il milan sia stato nettamente superiore per 60 minuti, al contrario fino al 22 ovvero fino all’errore di bonucci la juve stava mantenedo bene il campo evidentemente l’errore ha pesato sul morale ed è subentrata la paura, non dimentichiamo che escludendo alcuni della rosa la maggior parte non è abituato a certe pressioni ed è lo scotto da pagare, e che comunque per metterci in difficoltà il milan ha corso come mai nella sua storia recente nonostante, a mio modesto parere, l’errore iniziale di formazione da parte di conte.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi