Moggi: "Juve attenta al guardalinee Copelli" | JMania

Moggi: “Juve attenta al guardalinee Copelli”

Moggi: “Juve attenta al guardalinee Copelli”

Continua a far discutere la designazione del guardalinee Copelli per Juventus-Milan di domenica prossima. A ritornare sull’argomento è anche l’ex direttore bianconero Luciano Moggi, che dalle colonne di ‘TMW’, nel suo consueto editoriale, scrive: “Chiudo dedicando le ultime righe di questo editoriale alla grande sfida di domenica tra Juventus e Milan. Mi preme avvisare per …

Continua a far discutere la designazione del guardalinee Copelli per Juventus-Milan di domenica prossima. A ritornare sull’argomento è anche l’ex direttore bianconero Luciano Moggi, che dalle colonne di ‘TMW’, nel suo consueto editoriale, scrive: “Chiudo dedicando le ultime righe di questo editoriale alla grande sfida di domenica tra Juventus e Milan. Mi preme avvisare per tempo la mia vecchia società, e soprattutto Antonio Conte, di fare grossa attenzione ad un componente della quaterna arbitrale, perché potrebbe non essere esattamente… super partes. Mi riferisco al guardalinee Copelli, lo stesso che il 19 aprile 2005, alle 9.52 del mattino, chiedeva protezione per le critiche ricevute dall’allora direttore sportivo del Palermo Rino Foschi all’indomani della partita tra Sampdoria e rosanero. A chi si rivolgeva Copelli? Ma all’addetto arbitri del Milan Leonardo Meani, che peraltro lo vezzeggiava con un più che rassicurante: “Tranquillo, sei uno di noi”…
P.S. Meani è lo stesso che chiedeva, peraltro ottenendolo, a Roberto Rosetti di “farne fuori due o tre del Siena che la prossima la giocano con noi (inteso come Milan)”. L’attuale designatore degli arbitri del campionato russo prontamente esegue. Ma questa è un’altra storia… e state tranquilli che ci sarà maniera di trattarla nella maniera più adeguata…”

4 commenti

  1. Il designatore unico Stefano Braschi, ha designato per questa partita la seguente quaterna arbitrale: arbitro Rizzoli, assistenti Copelli e Niccolai, quarto uomo Tagliavento.
    Tagliavento la scorsa settimana ha arbitrato la partita Napoli-Milan, in quella partita Tagliavento non ha concesso al Milan un rigore per fallo di mani di Cannavaro…si farà perdonare domenica sera?
    Leggendo la quaterna arbitrale il nome che più stupisce è quello dell’assistente Cristiano Copelli. E’ l’assistente coinvolto in Farsopoli nel 2006 perché il suo nome “compariva” nelle intercettazioni con l’addetto agli arbitri del Milan Leonardo Meani.
    Nell’interrogatorio fatto da Francesco Saverio Borrelli nel 2006, Copelli conferma i rapporti con Meani e il Milan: ”Se un assistente avesse voluto arbitrare un incontro del Milan non si doveva rivolgere ai designatori, ma a Meani. Io e Puglisi eravamo graditi al Milan…”.
    Reggina-Juventus del 6 novembre 2004, conclusasi 2-1 per i calabresi, arbitro Paparesta, collaboratori Cristiano Copelli e Aniello Di Mauro.
    Juventus-inter del 20 agosto 2005 finita 0-1, gol di Veron al ‘96,arbitro De Santis (assistenti Ivaldi e Copelli); gol regolare annullato a Trezeguet nel primo tempo.
    Oggi, 30 settembre 2011 è inaccettabile che Copelli continui ancora a fare l’assistente, per di più nelle partite del Milan.
    Come mai Copelli continua a fare l’assistente mentre alcuni suoi colleghi coinvolti in Farsopoli sono stati cacciati dal mondo calcistico senza prove?
    Copelli sarà in grado di garantire un arbitraggio imparziale nella partita di domenica tra la Juventus e il Milan?
    Non era possibile, visto il clima al veleno degli ultimi anni, evitare questa ultima provocazione? (articolo completo sul sito GLMDJ)

  2. E poi dicono che la cupola era Moggi…
    Speriamo che si comporti lealmente altrimenti, sarà ancora una persecuzione mai chiusa.
    A questo punto mi chiedo se ancora esiste ” L’Onestà “.

  3. E’ QUALCOSA DI SCANDALOSO… ALLUCINANTE……

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi