Moggi: "Galliani negli spogliatoi non è consentito" | JMania

Moggi: “Galliani negli spogliatoi non è consentito”

Moggi: “Galliani negli spogliatoi non è consentito”

Alzi la mano chi di voi non l’ha pensato: se Moggi fosse andato negli spogliatoi al termine del primo tempo di un big match come Milan-Juventus cosa sarebbe accaduto? A tornare su quanto accaduto a San Siro sabato scorso, è lo stesso ex direttore generale bianconero, nel suo consueto editoriale per il quotidiano ‘Libero’. “Recitano …

Alzi la mano chi di voi non l’ha pensato: se Moggi fosse andato negli spogliatoi al termine del primo tempo di un big match come Milan-Juventus cosa sarebbe accaduto? A tornare su quanto accaduto a San Siro sabato scorso, è lo stesso ex direttore generale bianconero, nel suo consueto editoriale per il quotidiano ‘Libero’. “Recitano alcuni blog a riguardo di Milan-Juve, «Immaginate cosa si sarebbe potuto scrivere se alla Juve ci fossero ancora Moggi e Giraudo». L’abbiamo pensato anche noi, vista la guerra senza esclusione di colpi. Galliani che s’infila nel sottopassaggio alla fine del primo tempo per gridare a Tagliavento «era dentro di un metro» non è consentito dal regolamento”, evidenzia Moggi, che poi passa ad esaminare le polemiche del post partita. “La guerra è continuata a colpi di immagini spulciate in ogni fotogramma. Questo è un vizio del Milan e per esso di Mediaset, costò tre giornate di squalifica a Ibra all’epoca in cui vestiva la maglia bianconera. Ora la guerra viaggia ancora a fini di prova tv, chi ne ha fatte di troppe e di più, sicché ai richiami da parte juventina di due botte date da Mexes e Muntari ad altrettanti bianconeri vengono proposte due gomitate di Pirlo che non sembrano tali. Infatti i provvedimenti del giudice vanno in quella direzione: tre giornate a Mexes, assolti Muntari per non essere riuscito ad abbattere l’avversario e Pirlo per non aver commesso il fatto. Per il resto c’è solo da vergognarsi. Quello che doveva avvenire con le squalifiche non è avvenuto”.
Poi ‘Big Luciano’ dice la sua anche sul ‘caso Buffon’: “Nel caravanserraglio finisce anche Buffon: “non mi sono accorto del pallone dentro, ma se me ne fossi accorto non avrei dato una mano all’arbitro”. Apriti cielo, «fuori dalla Nazionale» il coro dei siti rossoneri. Buffon è ovviamente vittima della sua sincerità. Il quadro di baraonda è completato dalla cronaca “tifosa” di Pellegatti. Le scuse non cancellano gli insulti beceri e sguaiati a Conte.
Nicchi, bontà sua, ha accusato il colpo, finalmente si è accorto che la sua squadra di arbitri, difesa ad ogni caduta come se nulla fosse successo, ha più crepe che pecche. Dice «il Dio del pallone non ci ha voluto bene» senza neppure immaginare come, il Dio del pallone, sia incazzato con quanti hanno contribuito a creare la farsa di Calciopoli, sono solo gli inizi di dimostrazioni atte a sconfessare il teorema. Poi dirotta su Buffon, «Sono deluso, il capitano della mia nazionale ha detto cose che si poteva risparmiare». Se qualcuno poteva risparmiarsi il commento questo era proprio Nicchi. Arbitri: posso convenire che «sono solo errori che possono capitare», ma si dovrebbe spiegare perché prima non era così, e si volevano vedere ad ogni costo complotti e macchinazioni”.

19 commenti

  1. Vi prego, non rispondete agli insulti dei troll. Tanto li banno. grazie

  2. iosonojuventino92

    aaaaah, pesciazzo è l’ennesimo troll i***rtriste. Oddio, stai messo ancora peggio.. Molto credibile il tuo delirio.. già! Pensa che il tuo presidente voleva metterlo sotto contratto a Moggi..
    Quale triplete?? Ah, è vero: sei morto calcisticamente 2 anni fa tentando ridicolmente di scimmiottare il Barcellona 2009 con un pezzo di cartone.
    E quest’anno che triplete fate?
    “da anni (da sempre, a dire il vero) mi chiedevo come fosse possibile che una squadra avesse una così impressionante quantità di teste di c…o come tifosi.”
    Certo che sai farti l’autoritratto alla perfezione!
    Tornatene su fabbrica(di stronzate)sfi***r, da bravo.
    Quando avremo bisogno di qualche pagliaccio ti chiameremo..
    Buon fallimento, coglione. Impasticcati e sognatelo per bene il triplete. Chissà che non lo vinci alla Playstation.. ahahahaha!!

  3. Ecco l’ennesimo coglionazzo prescritto……….siete dei mediocri, e basta cn la storia degli onesti e dei verginelli defunti.Siete una masnada di corrotti e mediocri.La verità verrà a gala, e intanto siete tornati nella dimensione che più vi si addice la mediocrità………Torna nella tua fogna, i misasmi della tua presenza intrisi di ipocrisia, falsità e mistificazioni, in questo blog non sono graditi……………….Coglionazzo
    p.s Ti ricordo che la quota salvezza gira intorno ai 40 punti…….sbrigatevi, su non si sa mai………..mediocri………

  4. IL CASO BUFFON
    Nicchi è addolorato, i dirigenti milanisti dicono che il capitano della nazionale dovrebbe dare l’esempio…
    E l’ex Presidente del Consiglio? Forse era più tenuto lui a dare esempi, a seguire morale ed etica, a non comportarsi come un dio al di sopra delle leggi e dei giudizi altrui. Gli esempi devono venire dall’alto, e ultimamente noi italiani abbiamo fatto il callo alle menzogne più allucinanti. Deve iniziare Buffon a fare l’eroe puro e autolesionista? Per Berlusconi e Galliani, si. Per Meani? Ricordiamo sempre che disse al guardialinee che la bandierina doveva essere di piombo, che non doveva alzarla (e con 9 punti di penalizzazione si son fatti, e han vinto, la Champions League!

    Ma Nicchi è addolorato (addolorato! Zerbino umano) per un portiere che gioca al calcio… Mi ricorda tanto Agostino Saccà e la famosa telefonata con Berlusconi… Schiavi del potere, forti coi deboli e deboli con i forti. E falsi e ipocriti, quello sempre.

  5. Pesciazzo,per scrivere si premono i tasti con le dita,non devi sbatterci sopra la testa.Torna nella tua tana ad insultare tutto e tutti e far credere che ci sia un complotto contro di voi.Un complotto contro il milan,la squadra di berlusconi….ci crediamo tutti…..ahahahahah.ORA E SEMPRE LUCIANO MOGGI UNO DI NOI!

  6. iosonojuventino92

    Pesciazzo, mi fa molto piacere per il dizionario e per la tastiera: ma perché non li usi per darti calci in culo da solo, eh?
    Vai a delirare nei tuoi forum bbilanisti, coglionazzo!

  7. @pesciazzo, veramente se c’è gente che dovrebbe vergognarsi, tu sei il primo della lista, seguito da tutti quei mafiosi (come tu definisci MOGGI)che hanno creato farsopoli. Noi ascoltiamo MOGGI con piacere, non come fosse il Messia, ma per quello che è realmente. La JUVE, ha ingiustamente pagato per “merito” di altri e non per colpa del SIG. MOGGI che, nonostante tutto, continua a difendere la JUVE, da quel branco di lupi che, ancora oggi, la circonda.
    Se vuoi insultare qualcuno, fai pure, ma lascia stare il direttore MOGGI e gli Juventini. Cambia indirizzo!!!

  8. @pesciazzo, facci e fatti una cortesia, levati dai piedi e vergognati tu!! IGNORANTE!!!

  9. rispondo a pesciazzo ma tu credi che Moggi sia colpevole? Ho ai dimenticato lo squadrone che avevamo e non c’era certo bisogno dei favori arbitrali gli errori arbitrali c’erano, ci sono e ci saranno.

  10. Che palle però ormai e da tanto tempo che siamo la squadra più odiata e finchè ci sarà mediaset vedremo sempre immagini contro la nostra juve, ogni partita o in casa o fuori siamo sempre attaccati da tutti ma è mai possibile vai Lucianone tira fuori gli artigli.

  11. ma come si permette Moggi di parlare di regolamenti?????
    La Juve ha pagato a caro prezzo le sue violazioni e c’è ancora chi sta qui ad ascoltare quel mafiosetto come se parlasse il messìa??? Ma non vi vergognate????ci sarebbe da prenderlo a calci in culo!!!!!

  12. iosonojuventino92

    No, ma aspè, ma Galliani ha parlato dei morti dell’Heysel nel 1991 la notte dei riflettori di Marsiglia? Io non ci sto capendo più niente..

  13. ma quamdo finira tutto questo? sti media dell cavolo non fanno altro che ingiuriare contro la juve moggi agnelli in nord america una cosa dell genere non era il diretto intressato a quelerare ma bensi il pubblico ministero per tornare alla normalita cia a tutti spero che questo si risolva subitto

  14. La Lega farebbe bene a squalificare Galliani e penalizzare di 4 punti il Milan per comportamenti non consentiti dal regolamento :
    ” E’ severamente vietato recarsi negli spogliatoi.”.

  15. GRANDE LUCIANO: HAI SEMPRE AVUTO RAGIONE.
    I POTERI FORTI SONO GIA’ IN AZIONE.
    BISOGNA ALZARE IL LIVELLO DI GUARDIA, BERLUSCA E’ TORNATO…..

  16. Eccolo il punto cruciale di tutta la faccenda. Moggi per questo tipo di comportamenti, pur non avendo a disposizione tv e giornali che lo sostenessero, ha subito una condanna per associazione a delinquere, altri, invece, non vengono neanche criticati. Tanto più che chiunque si è accorto di come l’arbitro e il guardalinee si siano comportanti nel secondo tempo. Beh, al paese mio, il comportamento di zio Fester che ha condizionato i direttori di gara è passibile ai sensi del C. di giustizia sportiva per frode sportiva che recita “Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo”. Purtroppo il risultato di tutta questa buriana sarà che i meanisti continueranno a ricevere aiuti a destra e a manca senza che nessuno dica nulla, mentre noi continueremo a non avere neanche un rigore a favore, a meno che un giocatore delle squadre avversarie non si presenti in campo con un bazooka.

  17. iosonojuventino92

    Grande: Moggi ci segue!!!
    Ma è vero che Fester ha anche rivolto ingiurie contro i 39 angeli dell’Heysel??? L’altro giorno si diceva così.. Se fosse vero, i parenti delle vittime dovrebbero citarlo in tribunale…

  18. Direttore sapiamo tutti che falsopoli è tutta una cosa FALSA fatta a doc per mettere k.o Noi,la triade, e la Juventus

  19. Ma va? Caro DIRETTORE , lo sappiamo bene che non è CONSENTITO!!!! ..lasciamo perdere va..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi