Moggi: "Alla Samp Mazzarri fece peggio di Del Neri... Frenata per Pirlo" | JMania

Moggi: “Alla Samp Mazzarri fece peggio di Del Neri… Frenata per Pirlo”

Moggi: “Alla Samp Mazzarri fece peggio di Del Neri… Frenata per Pirlo”

L’avevamo detto, eravamo stati chiari fin dall’inizio. I fatti, puntuali come una sentenza, non ci hanno smentiti. “Gigi Delneri sarà l’allenatore della Juventus anche nella prossima stagione, a meno di disastri nelle ultime partite”, recitavano più o meno così gli ultimi nostri appuntamenti dedicati al futuro juventino. Ebbene, il disastro, almeno secondo il metro di …

L’avevamo detto, eravamo stati chiari fin dall’inizio. I fatti, puntuali come una sentenza, non ci hanno smentiti. “Gigi Delneri sarà l’allenatore della Juventus anche nella prossima stagione, a meno di disastri nelle ultime partite”, recitavano più o meno così gli ultimi nostri appuntamenti dedicati al futuro juventino. Ebbene, il disastro, almeno secondo il metro di giudizio di chi decide, si è verificato lunedì sera, con il clamoroso harakiri casalingo contro il Chievo. Una partita specchio fedele della stagione bianconera, talmente tangibile da convincere i vertici dirigenziali ad una svolta definitiva.
Via Delneri, dunque, capro espiatorio di scelte sbagliate alla base, e non certo solo per colpa sua. E dentro Walter Mazzarri, la cui manfrina con il Napoli non può avere soluzione diversa dal divorzio. Ha sempre fatto così, in tutte le sue esperienze pregresse, quando è stato il momento di cambiare aria. Una scelta intelligente, da parte del tecnico di San Vincenzo, che difficilmente avrebbe potuto ripetere le gesta di questa stagione anche nella prossima. Da rivedere, invece, la decisione della dirigenza bianconera, almeno secondo il mio pensiero. Mazzarri è lo stesso allenatore che con la Sampdoria fece male, l’anno precedente alla Champions doriana tagrata Delneri. Una squadra, quella blucerchiata, peraltro meno forte del Napoli di quest’anno con cui Mazzarri ha fatto benissimo arrivando terzo. Mi spiego: non vedo una gran differenza tra i due. Bravi allenatori, beninteso, ma senza il supporto di una dirigenza in grado di fare da supporto alle spalle, si rischia di fallire. Sarà dunque una prova di maturità più per chi dovrà organizzare, che per l’allenatore. Staremo a vedere. Anche perché da qui verranno tracciate anche le linee guida del mercato bianconero, ovviamente ancora insondabili fino a che il nuovo tecnico non si sarà insediato. Un solo appunto, è facile ipotizzare una frenata per Pirlo, dato che un regista puro male si sposa con il concetto di calcio dell’attuale tecnico partenopeo.

Stralcio dell’editoriale odierno di Luciano Moggi per ‘TMW’

10 commenti

  1. ragazzi, nervi saldi. c’è anche chi gradiva l’arrivo di Mancini, un ragazzo che quando eravamo in serie B per quella storiella di intercettazioni, veniva pizzicato a parlare tranquillamente con latitanti [ http://www.corriere.it/cronache/08_maggio_15/marsiglia_intercettazioni_boss_inter_ac5c3d66-2243-11dd-8bc7-00144f486ba6.shtml ]. non pago, a posteriori ci ha fatto anche lezione di etica sportiva.

  2. L’unico motivo per cui terrei Del Neri è che non abbiamo di meglio sottomano!

  3. A Moggi si può dire che Lippi fece malissimo al secondo anno al Cesena. Corretto invece indicare nella tenuta della dirigenza il nocciolo reale della questione.

  4. Vedi, l’ambiente fa molto e se vai in un ambiente dove servono gli attributi e non ne hai… Vedi Ranieri… va al Valencia e alterna buone prestazioni a brutte figure, l’anno dopo viene sostituito e cambiando un solo giocatore il Valencia vince la Liga. dicevano tutti che il Valencia fosse pieno di brocchi… Ranieri va al Chelsea.. stessa cosa… l’anno dopo il Chelsea vince lo scudetto. Gli stessi tifosi juventini che l’anno scorso definivano cessi Giovinco, Amauri etc… Appena vanno altrove e fanno gol, li invocano di nuovo. Sento dire spesso: come rosa siamo messi peggio del Cesena… Compriamo tutto il Cesena allora e diamolo a Del Neri, vinceremo di sicuro!

  5. mitico del piero

    … a Del Neri dobbiamo dare giocatori da Juve. Vogliamo i risultati subito (a dir il vero sono passati cinque anni) ma ci arrabiamo solo con l’allenatore perchè non arrivano?! Ma ci siamo mai chiesti se questi quattro brocchi(mi riferisco solo ad alcuni giocatori) sono giocatori da Juve? Se veramente Del Neri ha giocatori forti Come Cavani, hamsik, dossena, zuniga, mascara ecc. Secondo me cambiando l’allenatore non si va da nessuna parte, significa sempre riniziare, tornare a valorizzare i brocchi perchè altrimenti la società è costretta a spendere un patrimonio. Magari far giocare fuori ruolo alcuni giocatori acquistati per il 442, perchè il nuovo tecnico adotta un’altro schema, gente come krasic risulta non adatto. Pensiamoci!! Io ritengo che la società debba spendere su giocatori non vecchi o acciaccati, ma giocatori giovani e fuoriclasse. Aquilani è bravo giocatore ma a la giornata che va e quella no, un giocatore così non può essere titolare.
    Infine concludo vorrei vedere MAZZARI dove sarebbe arrivato con una squadra come questa!

  6. Ragazzi vi voglio bene ma vi prego fatela finita con la storia degli infortuni: andate a vedere i tabellini, abbiamo fatto le migliori vittorie con il maggior numero di indisponibili. E neanche la storia dei giocatori presi da Marotta va più bene, anche perché come ha più volte detto lo stesso Del Neri: “li abbiamo scelti assieme”. Se eventualmente sono rimasti o sono arrivati dei somari, li ha scelti anche lui. Cedrchiamo altre motivazioni per giustificarlo, ma queste proprio non reggono

  7. mitico del piero

    Cambiare oggi allenatore significa ripartire da zero, e se siamo onesti dobbiamo riconoscere a Del Neri le compromettenti difficoltà che ha incontrato con alcuni giocatori che si sono infortunati. Pensiamo al mese di gennaio e febbraio(tempo minimo neccessario perchè un nuovo giocatore si ambienti) dove l’attaco era inesistente e la difesa traballava. Con il catania in vantaggio di due reti metà del secondo tempo sapendo che devi giocare con la Lazio, come ogni buon allenatore preservi Del Piero e qualche altro giocatore pensando che quei quattro brocchi riescano a tenere duro per una mezzoretta di partita. Ma invece alcuni giocatori non hanno le palle. In questo caso l’allenatore non ha colpa, se mai Marotta dovrebbe fare una riflessione sui giocatori acquistati. Del Neri ha dovuto lavorare con gente come Amauri che è in sovrapeso, grosso eche se ha la giornata giusta va altrimenti si salvi cielo, ha dovutoinnestare Soresen aquistato per giocare nella primavera .

  8. come l’Inter, in perenne attesa del ritorno dell’eroe Mou, anche noi ci siamo infilati in questo clima messianico: ieri un Agnelli (che poi è arrivato), oggi Moggi o Lippi, nel 2012 forse Capello…

    adesso senza entrare nei singoli casi (ed escludendo Moggi), dobbiamo considerare che questi Godot, non è che se ne stanno in esilio, ma hanno semplicemente scelto di lavorare per altre società o non lavorare (perché vogliono più garanzie tecniche o grana).

    direi che l’atteggiamento da innamorati abbandonati non è consono, almeno per i tifosi juventini, lasciamo ste cose ad altri.

  9. Teniamoci Del Neri e Motta titolare per tutto l’anno!

  10. mitico del piero

    grande moggi, teniamoci del Neri e rafforziamo la squadra. Grande Del Neri devi rimanere alla Juve

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi