Moggi: "Abete in difficoltà. Moratti di che ti lamenti?" | JMania

Moggi: “Abete in difficoltà. Moratti di che ti lamenti?”

Ha vinto la Spagna, viva la Spagna! L’Olanda ha provato a scardinare l’assetto della squadra iberica, aggredendola anche oltre il dovuto, ma alla distanza le sono mancati gli uomini decisivi. Robben ha fallito l’occasione più grossa e Sneijder non ha trovato lo spunto vincente: gli costerà il Pallone d’Oro che in Spagna vorrebbero fosse dato …

Ha vinto la Spagna, viva la Spagna! L’Olanda ha provato a scardinare l’assetto della squadra iberica, aggredendola anche oltre il dovuto, ma alla distanza le sono mancati gli uomini decisivi. Robben ha fallito l’occasione più grossa e Sneijder non ha trovato lo spunto vincente: gli costerà il Pallone d’Oro che in Spagna vorrebbero fosse dato ad Iniesta per il gol della finale, a coronamento di una prestazione di assoluto valore. Iniesta fu assente nei due scontri Barcellona-Inter: la sua presenza avrebbe creato più difficoltà a Mourinho. La Spagna ha vinto con sette giocatori del Barcellona, a con-ferma di uno dei miei principi guida: una Nazionale è più forte se può avvalersi di un gruppo compatto, di solito quello della squadra campione. Come accadeva con la Juve, come non può accadere con l’Inter.
Finale non bella, raramente lo è, Mondiale sopravvissuto alla fuoriuscita delle protagoniste più attese. Blatter ha vinto la sua scommessa di portare il grande carrozzone in un Paese vasto. Noi continuiamo a non essere nei suoi pensieri. Al concerto premondiale di Shakira, nel quale la Coppa del Mondo fu consegnata simbolicamente alla federazione sudafricana da Vieira (francese e secondo a Berlino), noi non fummo invitati. Hanno ripiegato con la presenza di Cannavaro alla cerimonia conclusiva, ma resta quello schiaffo, uno dei tanti subiti dalla Figc.
Nel frattempo Abete è tutto proteso a lanciare cortine fumogene perché nessuno si ricordi di quelle dimissioni chieste da più parti, tranne da chi avrebbe dovuto proporle. È nata così l’idea maldestra, per i tempi in cui è stata concepita, di tagliare un extracomunitario in pieno mercato, e subito dopo l’idea (ancor più goffa) di farsi scudo con una chiamata di amati ex azzurri in cariche tecniche affastellate per la bisogna. Il vero scopo è stato raggiunto, mugugnano Tavecchio e Macalli ma di dimissioni non si parla più.
Nel frattempo ecco l’ultimo papocchio: verrebbero fatti salvi i contratti in essere per il secondo extracomunitario, rimedio peggiore del male, con tanti saluti ad una parità tra i club, dove potrebbero spuntarla i più scaltri. In quanto agli ex azzurri, in una parata dove ci sono già Albertini, vicepresidente federale, e Riva accompagnatore della Nazionale, il problema è uno: se sono cariche di facciata, nulla quaestio, se devono funzionare non basta il gran de nome. Meglio si fossero chiamate a raccolta collaudate capacità manageriali ma ad Abete interessa solo far fumo.
La sfuriata di Moratti contro la Federazione per l’inibizione (minima) inflittagli per gli accordi per la cessione all’Inter di Milito e Motta, è stata strombazzata sui giornali. Per fortuna il web ha fatto capire a tutti il reale significato di quella presunta offesa. Chiarissimo il titolo di Calcioblog “Quando il più forte perde il senso del ridicolo”, che affonda le sue critiche su “un vittimismo privo di alcuna giustificazione”. Moratti avrebbe dovuto ringraziare la Federazione, brava nel costruire un’ulteriore specchietto per le allodole con quella risibile ammonizione, e genuflettersi perché da parte dell’organo giudicante non un solo accenno è stato fatto sulla validità di quei contratti, che a quel punto avrebbe dovuto essere nulla come sottolineato dai media tedeschi. Ju29ro ha riportato le loro critiche sulla solita giustizia all’italiana e la mancata applicazione delle regole. Paradossale pensare che Palazzi abbia impiegato un anno per deferire Moratti e Preziosi e sia giunto a tanto solo perché ,nel frattempo, c’erano da sanzionare i Menarini per i presunti rapporti con il sottoscritto, anche se non c’è alcuna verosimiglianza di questione. Preziosi è soggetto inibito, affiliato alla Figc e sottoposto alle regole della (in)Giustizia Sportiva, mentre il sottoscritto, dimessosi il 16 maggio 2006, è un libero cittadino che svolgendo attività di opinionista sportivo in tv e su questo giornale deve chiedere “l’autorizzazione” solo al suo editore per poter parlare anche con i dirigenti calcistici. Capito Palazzi?

21 commenti

  1. “Nel caso dei tuoi amici “? Magari fossero miei amici…
    Avrei ben altro conto in banca. In ogni caso nei diversi precedenti, come già citato, non c’è mai stata la “pana congrua” che sostieni tu. Sia chiaro non lo dico io ma la disniformazione del web. Se conosci invece altri casi che per aver trattato con soggetto inibito ci siano stati punti di penalizzazione retrocessioni o quant’altro, citameli. Ora saluto. E’ stata una bella discussione. Ma ho da fare, purtroppo

  2. E ricadi sempre nella disinformazione. Lì c’è stata un’indagine sono stati verificati i rapporti, non è stato trovato nulla, quindi non ci sono state sanzioni (“non prerseguibili”). Nel caso dei tuoi amici la sanzione c’è stata perché ci sono state le prove, ma la sanzione non è stata congrua. Tutto questo aldilà del fatto, per carità, che ci sia stao una volontà della stessa Juventus di farsi del male durante Calciopoli

  3. Chi ha chiesto di andare in B con penalizzazione veramente è stato l’avvocato difensore della Juve, mica io! “L’avv. Zaccone considera pena congrua la B con penalizzazione”. Io non mi sono più interessato di calciopoli in particolare, perchè ne avevo abbastanza le palle piene, ma mi sembra di aver sentito che Giraudo era stato condannato. Potrei anche sbagliarmi perchè non sono andato a ricontrollare… Ultima nota: Secco e Bettega erano stati deferiti anche loro per aver trattato Criscito (indovina un pò con chi?) con Preziosi. Punti di penalizzazione per Juve e Genoa? nessuno

  4. Parliamo pure di Calciopoli. Hai delle prove sulle manipolazioni delle partite? Partite truccate? Risultati condizionati? Perché a Napoli non hanon trovato niente. Ma se tu hai delle prove ti prego di fornirmi il tuo nome e cognome che mi impegno per farti ascoltare a Napoli e finalmente forse avremo qualcuno che porterà le prove di una cupola che non ha trovato ancora nessuno. La sentenza semplicemente recita che “Non ci sono partite truccate ma la condanna risponde ad un sentimento popolare”… Quello che ora c’è contro l’Inter: basta quindi il nostro odio per mandarvi in B?

  5. Bhe visto che conosci i fatti, ci sono precedenti? Sì. Ci sono state penalizzazione di punti. No. Tanto basta. L’odio che covate vi acceca. Inoltre stavamo discutendo dei contratti di Milito e Motta e salta fuori le telfonate a Facchetti. Vogliamo discutere anche di “calciopoli 2”. Di calciopoli 1, no? Se vuoi si può anche parlare di Ustica. Io personalmente non mi sono mai augurato che toglieressero titoli a Milan, Juve o altri. Le sconfitte sportive sì, ci sta e sta nel tifo. Qui invece si chiedeva la restituzioni di titoli (in verità solo da Tuttosport) sulla base di nessun precedente. Poi ripeto ognuno, in ogni caso la continuerà a vedere come vuole. L’albo d’oro del campionato, della coppa Italia e della Champions 2009/10 dicono Inter Inter Inter, anche a dispetto di qualche sito ultrà che ha ribattezzato Calciopoli (???) 3

  6. Ecco, appena vi si dimostra che si conoscono i fatti, a differenza di voi, cambiate subito argomento o scappate. siete tutti uguali… Continuate così… vi troverete sempre bene

  7. …come avete fatto voi per vent’anni. Basta mi son stufato. Pensala un pò come vuoi. Interessa praticamente nulla. Però devo ammettere che è divertente leggervi.

  8. Purtroppo regolamente FIGC alla mano, se Palazzi, anziché tenere un anno i faldoni nel cassetto avesse analizzato le carte la scorsa estate i contratti sarebbero stati annullati prima del campionato. Sarebbe cambiato qualcosa? Credo proprio di sì. D’altronde funziona così, in italia le leggi sono fatte per non essre applicate, ma interpretate. Altro esempio? La norma figc vigente fino al 2006 recitava che “costituiva illecito sportivo (quindi B penalizzazioni etc etc) parlare direttamente con gli arbitri, mentre era lecito farlo con i designatori, indipendentemente dall’oggetto delle telefonate”. Ebbene, quali sono le telefonate dirette con arbitri? Ops Facchetti parlava con De Santis… ops. Come mai nessuna sanzione? Lascia perdere, purtroppo la tua squadra è in mano a della bella gente che in Italia farà sempre il bello il cattivo tempo. Stai tranquillo, cmq, non rischierete mai nulla, potrete fare sempre tutto quello che volete.

  9. Bhe ognuno vede ciò che vuole vedere. Io non insulterei mai nessuno (faccio eccezzione solo per qualche politico) ad esempio, mentre la definizione troll non penso sia usato in una accezzione “simpatica”. Per quanto ne so, per quanto ho letto (e ho evitato appositamente i siti dichiaratamente interisti) non vi era nulla di irregolare nella trattativa per la stipulazione dei contratti. SE i contratti sono regolari, il resto (penalizzazione, revoca titoli e quant’altro) non ha ragione di esistere. L’inibizione è per “sedere al tavolo con un soggetto inibito”.

  10. Continui a dimostrare di essere molto disinformato: Preziosi ha ammesso pubblicamente di aver trattato con Moratti. Al di là di chi sigla i contratti non si può proprio sedere al tavolo con un soggetto inibito, per nessuna ragione. Ne è dimostrazione che Menarini sia stato inibito per una cena con Moggi. Neanche lì si trattava di siglare o firmare qualcosa.

  11. Con le possibilità di informarsi che abbiamo oggi è davvero difficile essere deficienti. Difattii contratti sono stati discussi, dettagliati, perfezionati e sottoscritti non da Preziosi e Moratti ma da altri soggetti della società Genoana “per tutelare gli interessi della società genovese” come si legge negli atti. http://www.tifosidellaroma.com/blog/illecito-moratti-preziosi-le-sanzioni-saranno-minime/ Come puoi vedere il sito che ha contattato gli esperti di diritto sportivo, è un sito romanista.

  12. Con le possibilità di informarsi che abbiamo oggi è davvero difficile essere deficienti. Esserlo due volte poi è praticamente un primato caro amico nerazzurro.

  13. che articolo delirante…

  14. ah ah ah che ridere

  15. il calcio è come la politica comanda chi ha i soldi cioè silvio e il petroliere mentre gli italiani come pecore belano e non protestano mai

  16. Caro direttore,ormai e’ chiaro a tutti che il calcio italiano e’ morto.Un paese ormai in balia dei 70 enni,dei nani e delle puttane da corte.
    Non c’e’ un azionista che denunci sto Palazzi?La societa’ Giuventus esiste ancora?Non c’e’ una possibilita’ di fermare sta banda di criminali?

  17. Onore al direttore che parla sempre chiaro, che non molla di un millimetro, che attacca con fermezza e misura. Siamo con te.

  18. Prina in aula si sriveva: LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI.
    Oggi invece hanno variato il finale: LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI?. Così è più appropriato.

  19. Ora aspetto i troll nerazzurri…

  20. aaaaaaaahhhhhhhhhhh… malinconia

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi