Milan-Juventus | Conferenza stampa Allegri | Video

Milan-Juventus, conferenza stampa Allegri: “Domani decido su Vidal”

Milan-Juventus, conferenza stampa Allegri: “Domani decido su Vidal”

Milan-Juventus, conferenza stampa Allegri del 19 settembre 2014: il tecnico bianconero parla del suo passato ma vuole i tre punti contro la sua ex squadra

Allegri-Juventus-2014Milan-Juventus, conferenza stampa Allegri. Non sarà una partita come tutte le altre, non potrà esserlo, per Massimiliano Allegri, che torna a San Siro da allenatore della Juve, dopo aver vissuto tre anni e mezzo da tecnico rossonero. Ovviamente, puntualizza, il toscano, si tratta di un capitolo chiuso e l’obiettivo principale sarà quello di conquistare tre punti per i campioni d’Italia. “Non sarà una partita come le altre per me. Ho vissuto anni importanti al Milan. Ovviamente voglio vincere – ammette Allegri – , ma i rossoneri si sono rinforzati molto e Inzaghi è stato bravo a dare entusiasmo”. \r\n\r\nPrima di tutto, però, sarà uno dei classici del calcio italiano, una sfida che da sempre fornisce spunti interessanti dal punto di vista sportivo, ma non solo:\r\n\r\nTutti vogliamo vincere, è sempre Milan-Juventus. Una partita così farà solo bene al calcio italiano. Sarà una bella partita – prosegue – con due squadre che cercheranno di vincere l’una sull’altra. Faremo il possibile per vincere\r\n\r\nSulla panchina del Milan ora c’è Filippo Inzaghi, uno con il quale non sembra che Allegri avesse un ottimo rapporto…\r\n

Dal punto di vista del giocatore non mi posso paragonare a lui. In panchina io sono riuscito ad arrivare dove sono partendo dalle piccole squadre. Lui ha avuto la fortuna di essere al Milan e prendersi questa responsabilità. Il Milan è casa sua. Gli auguro ogni bene, ma da dopodomani. La rosa dei rossoneri? Il Milan ha fatto un buon mercato prendendo 6-7 giocatori titolari. Torres e Bonaventura sono giocatori ottimi. Stanno ricostruendo quello che negli ultimi mesi s’era perso. Inzaghi ha ridato entusiasmo a una società che ha avuto delle difficoltà. Dobbiamo prepararci al fatto che troveremo una squadra buona dal punto di vista tecnico, ma anche con entusiasmo e voglia di dimostrare di poter stare tra i primi. Per loro – continua il tecnico bianconero – è una sfida importante per il resto del campionato

\r\nQuanto alla formazione della Juventus, Allegri non dà particolari indicazioni e parla comunque di moderato turnover:\r\n

Un po’ l’ho già fatto come con Asamoah, Evra e Pereyra. Poi ho giocatori che devono recuperare come Morata che va inserito piano piano. Il turnover involontariamente lo sto già facendo. Ho bisogno di tutti – ammette – , specialmente in questo periodo. Spero di recuperare presto Pirlo, Barzagli e Marrone. Vidal? Ha lavorato con la squadra. Sta meglio, ma deciderò domani se farlo giocare dall’inizio o farlo partire dalla panchina.

\r\nLa prima candidata allo scudetto assieme alla Juve sembra essere proprio la Roma, protagonista di una prova super in Champions League contro il Cska Mosca:\r\n

Non la scopriamo sicuramente dopo il Cska. E’ forte, ha fatto un ottimo mercato. Lotterà per lo scudetto con noi, l’Inter e il Napoli. Il campionato – conclude – sarà molto più equilibrato dell’anno scorso.

\r\n

LEGGI ANCHE  Pescara-Juventus 0-2: interviste ad Allegri e Marotta

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi