Mercato Juventus, nuova ala nel mirino: Sio | JMania

Mercato Juventus, nuova ala nel mirino: Sio

Mercato Juventus, nuova ala nel mirino: Sio

Nella lista degli esterni offensivi corteggiati dalla Juventus, spunta un nome nuovo: si tratta di Giovanni Sio (22), in forza al Sion. Le difficoltà incontrate da Krasic ed Elia nel digerire gli schemi di Conte, porterà alla loro cessione a gennaio, per cui il Dg Marotta deve stringere i tempi e non farsi trovare impreparato. …

Nella lista degli esterni offensivi corteggiati dalla Juventus, spunta un nome nuovo: si tratta di Giovanni Sio (22), in forza al Sion. Le difficoltà incontrate da Krasic ed Elia nel digerire gli schemi di Conte, porterà alla loro cessione a gennaio, per cui il Dg Marotta deve stringere i tempi e non farsi trovare impreparato. Sio, ivoriano di origini francesi, è cresciuto nel settore giovanile del Nantes, e dopo due stagioni nella Real Sociedad, in Spagna, è sbarcato in Svizzera, dove ha trovato continuità di impiego e prestazioni. Pur avendo un contratto fino a giugno del 2014, Sio potrebbe sbarcare alla Juventus già a gennaio, in virtù dei buoni rapporti che legano i due club, ma soprattutto visto l’interesse del numero uno degli elvetici Constantin ad assicurarsi le prestazioni di Del Piero e Toni.

13 commenti

  1. seeeeeeee buonanotte………….

  2. Ricordo Blanchard, il nuovo Deschamps. Di cantonate Moggi ne ha prese – la stagione 98/99 è stata colpa sua – ma almeno il tutto è stato controbilanciato da grandi colpacci. Questo Sio non lo conosco, e il fatto che non sia una notizia di Tuttosport (la voce dovrebbe essere stata fatta uscire da 4-4-2.com una settimana fa) mi fa credere che non sia una bufala.

  3. [email protected]

    kebabbaro chi viuo che sia il matador cavani ? o il tuo quaresma all’inter ?

  4. concordo con Bennuz , e comunque di flop ne ha presi anche moggi , ne devo citare qualcuno? va bene : athirson,Esnaider ,o’neill, marcelo salas( il matador , ahahaahah), sorin e il mitico dimas..

  5. Ma smettetela na volta tanto di scrivere Marotta pratici celebrolesi o simili, non vedo in italia molti che nel giro di 2 anni abbiano fatto molto meglio, e non parlatemi di Udinese che mi rotolo dal ridere.
    Galliani con i colpi Taiwo, Nocerino, Aquilani , pure lui se il capo non teme elezioni in vista non caccia na lira o si affida a giocatori che sono stati SCARTATI dalla Juventus.
    Son stati fatti errori, e figuriamoci se non si fanno errori, cazzo solo voi avete la sfera di cristallo e non sbagliereste un colpo… Pure il grandissimo big Luciano ha fatto cappelle, figuriamoci il povero Marotta che è anni luce da uno dei più bravi dirigenti della storia del calcio italiano.
    Volevate una Juventus con carattere e prospettiva, quest’anno siamo sulla buona strada… e come ripete a perdifiato Conte “dobbiamo lavorare tanto” a quanto pare oltre alla rosa serve pure ricostruire un po’ di carattere e stile juventus nei supporter.
    Forza Juve e forza a tutti i veri tifosi juventini che non passano il tempo a lagnarsi come è di consuetudine in casa inter.

  6. @dnabianconero
    Quindi non salveresti gli acquisti di Matri, Vidal, Quagliarella, Vucinic, Sorensen, Storari??

  7. caro presidente Agnelli ci vuole tanto a tirare le conclusioni ovvie?
    Marotta vale quanto la maggior parte dei giocatori che ha acquistato: potenzialmente bravi, decisivi in una rosa mediocre (vedi Krasic lo scorso anno era il più pericoloso dove non esisteva un leader e un gioco) adeguati a squadre che vogliono diventare grandi.
    La Juve è un’altra cosa!!!!
    Salverei gli affari: Barzagli, Pepe, Pirlo e Licht
    Boccerei il resto: un’infinità di giocatori arrivati e altri che non sono andati via oltre a quelli dati via molto velocemente!!!
    L’anno prossimo andrà via anche Marotta e la ricostruzione sarà attuata al 100%

  8. welpeo puzza di me*da

  9. Marotta e Paratici sono proprio due cerebrolesi. Ci torviamo in rosa Amauri, Iaquinta, Toni, Elia, Estigarribia, Motta, De Ceglie, Martinez pagato 15 milioni e dato in prestito regalo, Giovinco ragalato a metà senza neanche il diritto di riscatto, deficit di 100 milioni solo per l’ultimo mercato in cui 25 milioni sono andati per acquistare Vidal e Vucinic e gli altri 75 buttati nel cesso. Spero che se ne vadano presto, non hanno proprio un idea, comprano 10 giocatori al mercato un tanto al chilo

  10. Possibile che l’acquisto di Pirlo non abbia insegnato nulla?
    E’ ora di finirla di comprare mezzi giocatori…Marotta continua a buttare decine di milioni di euro. Per favore fermatelo. Spiegategli che è meglio spendere i soldi per comprare un fuoriclasse all’anno invece di prendere 4 mezze scartine. E’ da anni che si va avanti con la politica delle mezze figure spendendo centinaia di milioni. Se in questi 5 anni avessimo comprato un furoiclasse all’anno avremmo ora una squadra di fuoriclasse. Abbiamo comprato una marea di giocatori scarsi, mediocri o sopravvalutati. Le squadre si fanno comprando un giocatore top all’anno meglio se giovani (se non si hanno soldi per comprarne di piu’) non facendo la collezione di mezze figure.
    Con Moggi si faceva così, la Juve era in utile e si era al top in Italia ed europa. Ora si accumulano deficit di decine di milioni di euro e giocatori del tubo che durano un anno.

  11. Sio del Sion? lollissimo… 😀

  12. e chi è questo qua?
    un altro “colpo” della coppia terribile marotta-paratici???
    Vogliamo nomi importanti non solo graditi, ma richiesti dal mister

  13. Altro bidone, che verrà accantonato dopo una mezz’ora di gara.Possibile che tra tanti esterni non si facia il nome di Schelotto?Per eventuali referenze rivedere il match dei bergamaschi contro l’Inter…..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi