Marotta: "Top player? Difficile prenderlo e poi non ci serve" | JMania

Marotta: “Top player? Difficile prenderlo e poi non ci serve”

Marotta: “Top player? Difficile prenderlo e poi non ci serve”

“Siamo al 60% del nostro progetto. Tanto è stato fatto e i risultati sono dalla nostra. L’ultima stagione ci ha ripagato degli investimenti fatti, ma il mondo-Juve non può fermarsi. Dobbiamo crescere ancora. E tanto”. Il direttore generale e amministratore delegato dell’Area Sport della Juventus, Giuseppe Marotta, si è espresso così in una lunga intervista …

“Siamo al 60% del nostro progetto. Tanto è stato fatto e i risultati sono dalla nostra. L’ultima stagione ci ha ripagato degli investimenti fatti, ma il mondo-Juve non può fermarsi. Dobbiamo crescere ancora. E tanto”. Il direttore generale e amministratore delegato dell’Area Sport della Juventus, Giuseppe Marotta, si è espresso così in una lunga intervista concessa oggi alla ‘Gazzetta dello Sport’. “Siamo partiti fortissimo e il Napoli sta reggendo molto bene, la prova che è un gruppo competitivo. E’ migliorato tantissimo. L’esperienza conta molto per un allenatore e il Napoli è cresciuto a sua immagine e somiglianza”, prosege l’ex ad della Sampdoria, che poi evidenzia l’importanza dei tecnici di Juve e Napoli. “Conte e Mazzarri sono i tecnici che incidono di più sul rendimento delle loro squadre. Ma con tutto il rispetto il nostro allenatore ha già vinto. Ed è più giovane. Diciamo che è più avanti”.

Chi sarà quindi l’avversaria principale dei bianconeri per lo scudetto?

La classifica dice Napoli. Ma io non trascurerei neanche Inter, Lazio e Roma. Né tralascerei il Milan: è partito male, ma in via Turati sanno bene come uscire da certe situazioni. Insomma, tutto è aperto. Scudetto o Champions? La strategia è di prendere il massimo su tutti i fronti. Con un’aggiunta: i posti per la Champions sono ormai solo 3 ed è rischioso abbassare la guardia in campionato. Diciamo che lo scudetto è un passo obbligato.

Intanto la Juve è imbattuta da 46 partite…

Certo. A Siena s’è avuta la dimostrazione che occorre sempre la giusta concentrazione e i ragazzi sono stati bravi a riprendere in mano il risultato con un finale rabbioso. La strada è questa. Differenze con la scorsa stagione? Un anno fa rincorrevamo il Milan e c’erano meno responsabilità. Ora siamo noi la squadra da battere e tutti ci aspettano con attenzioni particolari. Mail gruppo sta reagendo benissimo. Anche senza Conte? Un’assenza che pesa. A volte ad Antonio basta un gesto per risolvere una situazione durante la partita. Tutti, però, si sono fatti carico di questa responsabilità. Bravi tutti.

Si passa inevitabilmente a parlare di mercato e Marotta replica così alle domande della Gazzetta:

Buffon? Ne parleremo, c’è tutta la voglia di rinnovare. Anzi, per me Gigi deve chiudere la carriera in bianconero. Quando vuole lui, magari a 40 anni per battere il record di Zoff. Cavani? Il prezzo lo fa il rendimento, ma la Juve in estate sapeva che il Napoli non voleva cederlo. Perciò non s’è mossa. Jovetic? Ne abbiamo parlato con il presidente Cognigni e con il d.s. Pradé: se non è educazione questa… Comunque Jovetic non c’interessa più. Berbatov? La Juve ha la coscienza a posto. Berbatov aveva in testa la Premier, non l’Italia. Se poi vogliamo parlare di fantacalcio…. Top player? Premesso che gli 85 gol fatti e i 24 subiti nella serie-record ci dicono che questa squadra funziona già così. E’ dura rinforzarla. Ci guarderemo intorno, ma con dei paletti. Per un cosiddetto top player vanno spesi 40 milioni di cartellino e 10 netti per l’ingaggio. Cifre che il nostro calcio non può reggere: le big spagnole e inglesi fatturano il doppio di noi, non possiamo stare dietro ai loro principeschi investimenti. Così cercheremo delle opportunità, con oculatezza. Questa è la fase più difficile, la rosa è competitiva e non è facile migliorarla. Serve cautela. Llorente e Drogba? Stiamo bene così. Ripeto, seguiamo tutte le situazioni a patto che si creino condizioni economiche allettanti. Gli acquisti estivi? Isla sta recuperando, mentre Asamoah ha già dimostrato in pieno il suo valore. Merita un discorso a parte Giovinco: ha qualità tecniche importanti e le sta dimostrando tutte, maha una responsabilità psicologica enorme e deve abituarsi a questo peso. Ci vuole un po’ di pazienza con lui, maha già superato l’esame. Verratti? Ma la Juve ha preso Pogba gratis e sta valorizzando Marrone, due ottimi talenti in cui crediamo molto. Purtroppo non potevamo spendere 12 milioni per Verratti. E’ il solito discorso delle compatibilità finanziarie.

7 commenti

  1. DIO NON VOGLIA, MA SE DOVESSIMO USCIRE FUORI DALLA CHAMPIONS AL PRIMO TURNO PERCHE’ QUEST’UOMO NON E’ STATO CAPACE DI PORTARE ALLA JUVE UN ATTACCANTE DEGNO DI QUESTO NOME DA QUANDO E’ VENUTO A TORINO, SPERO CHE QUALCUNO GLI DICA CHIARAMENTE CHE NON E’ DA JUVE. I SOLDI ENTRANO VINCENDO. SE NE SPENDI TRE VOLTE DI PIU’ PER L’ININFLUENTE GIOVINCO, O REGALI GIOVANI A DESTRA E A MANCA COME IMMOBILE, ALLORA E’ LOGICO CHE I SOLDI NON LI AVRAI MAI PER PRENDERE IL GRANDE BOMBER.
    NEL FRATTEMPO NE E’ RIMASTO SOLO UNO IN CIRCOLAZIONE CHE RAPPRESENTEREBBE UN OTTIMO INVESTIMENTO ANCHE IN PROSPETTIVA, OLTRE CHE PERFETTO PER IL GIOCO DI CONTE, SI CHIAMA LEWANDOSKI, PER FAVORE PRENDETELO CA…O.!!!

  2. Grande Marotta abbiamo 4/5 esterni a destra e de ceglie più asamoah fuori ruolo a sx e questo parla ancora…. nememno i ruoli azzecca… figuriamoci i calciatori.

  3. juventinodallanascita

    troppi punti interrogativi 😀

  4. juventinodallanascita

    quando non gireranno i centrocampisti e Vucinic cosa facciamo ? Ci attacchiamo al Tram ?? Serve un attaccante che , in una gara sullo 0-0 , 1-1 ecc. contro una squadra che si difende in 10 , inventi qualcosa e ci faccia vincere. Un tiro da fuori , un colpo di test .. pure un gran assist.. l’ unico , e dico l’ unico che può farlo , nella nostra squadra , è Mirko Vuinic che però ha un netto calo da Chelsea 2-2 Juventus , e forse Giovinco come ha fatto col siena .. ma entrambi sono discontinui.. serve , appunto , un calciatore continuo che faccia almeno 17 goal. Non ci sono i soldi ?? però il 29 di agosto Marotta ha offerto 30 miioni per Jovetic.. i soldi c’erano , ma Marotta pensava che la fiorentina avrebbe abbassato le pretese.. invece no , perchè Jovetic aveva appena fatto una doppietta .. perchè non a giugno Marotta ‘?

  5. juventinodallanascita

    ” Non ci serve ” ??

    Questa dichiarazione mi fa cadere le braccia.. ma Marotta non ha capito che fatichiamo a segnare ?? che ci deve pensare SEMPRE un centrocampista ?? ( Asamoah a Pechino , Marchisio , Vidal , Pirlo , Giaccherini )per buttarla dentro ?? e che quando uno di questi non segna vinciamo con fortuna oppure pareggiamo ?? Vucinic non è un goleador , Matri ….. Giovinco vediamo , Quagliarella è discontinuo ( come Vucinic ) e Bendtner .. non ha mai giocato. Lo so che non si vince con i ” se ” ma vorrei dire una cosa ..

    Caro Marotta , se magari passi i questo sito vorrei che tu leggessi questa cosa ..

    se Matri non sbagliava A UN METRO con lo Shaktar avremmo vinto , se lo stesso Matri avesse fatto quel goal con il Genoa nel primo tempo non avremmo sofferto cosi , se i vari Giovinco , Vucinic e non si divorassero almeno 1 goal a partita ( Giovinco col Siena , Vucinic col Chelsea ) avremmo avuto ” qualche ” punticino in più..

    No , non serve il top player.

  6. Ogni volta che lo sento parlare ho sempre la medesima impressione:quest’uomo dopo 30 aa di esperienza nel calcio non capisce nulla di questo sport!!!MAROTTA VIA DALLA JUVENTUS!!!

  7. Disco rotto… per carità…. FERMATELO.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi