Marotta: "Niente colpi, a gennaio solo un ritocco"

Marotta: “Niente colpi, a gennaio solo un ritocco”

Marotta: “Niente colpi, a gennaio solo un ritocco”

Beppe Marotta, dg della Juventus, ha parlato da Doha di mercato invernale e della querelle con la nazionale di Antonio Conte

Beppe Marotta, dg della Juventus, si trova a Doha assieme alla squadra in vista della finale di Supercoppa Italiana 2014 che vedrà oggi i bianconeri affrontare il Napoli alle ore 18.30. Come riporta ‘Tuttosport’, il dirigente bianconero si è soffermato in queste ore con i giornalisti per commentare i temi più caldi degli ultimi giorni, non ultima la querelle con il ct della nazionale, Antonio Conte, per lo stage di febbraio: “Non è il caso di montare la questione – dice Marotta – , di aumentare la tensione: i rapporti con la Federazione e Conte sono buoni, bisogna solo conciliare gli interessi dei club in un calendario già intasato e della Nazionale. Detto questo, riconosciamo l’importanza della Nazionale, ci mancherebbe”.

In questi giorni i giornali hanno parlato di vero e proprio braccio di ferro e dopo la delibera della Lega Calcio, che dà la facoltà ai club che giocane le coppe di mandare o meno i calciatori allo stage, si è parlato di vittoria della Juventus.

Ma è un titolo mediatico. Noi abbiamo incontrato il presidente Tavecchio anche recentemente – ammette Marotta – , siamo a disposizione di Conte per soddisfare le proprie esigenze tenendo conto però degli impegni dei club che sono pressanti.

Ora, però, la concentrazione è tutta sulla Supercoppa che si gioca stasera: la Juve potrebbe chiudere in bellezza un 2014 fantastico, ricco di record.

Quella per la Supercoppa 2014 è una giornata particolare, è il primo vero trofeo della stagione, lo affrontiamo come sempre con grande voglia di vincere sapendo che una partita secca Napoli resta un difficile scoglio da superare, ma stiamo bene e abbiamo grande volontà di riportare a casa la coppa come negli ultimi anni. Napoli più affamato? Il logorio della vittoria nello sport non c’è. Anche loro hanno l’orgoglio di voler ripartire, poi una partita secca è sempre imprevedibile – sottolinea – e non sempre i valori reali hanno la meglio. Ma noi siamo concentrati per vincere.

Quanto al mercato, si associano di versi nomi alla Juventus, l’ultimo è quello di Vidic. Marotta puntualizza che non ci saranno grandi investimenti nel calciomercato di riparazione a gennaio:

Il mercato di gennaio? Questo è un gruppo costruito in estate e sta rispettando appieno le aspettative. Ci sono però infortuni e valuteremo. Non penso a grandi colpi, ma eventuali opportunità per andare a colmare soprattutto il reparto difensivo – conclude – colpito da numerosi infortuni.

2 commenti

  1. CACERES CHE 1 SETTIMANA GIOCA UN MESE NO, BARZAGLI LO RIVEDREMO FORSE A MARZO QUINDI MANCA SOLO UN DIFENSORE CENTRALE????? E L’ATTACCO IL TERZINO SINISTRO? DOVE SONO? SOLO TEVEZ NON BASTA VIA LLORENTE VIA GIOVINCO, CON ASAMOAH INFORTUNATO PER 4 MESI DENTRO UN TERZINO PER PIACERE SEMPRE INVECE DI INTASCARVI SEMPRE I SOLDI AVIDI E TIRCHI.

  2. Evra e Pereyra sono giocatori da vendere subito, non servono a niente.
    Ogni volta che giocano e come se si giocasse con un uomo immeno.
    Devono comprare giocatori che fanno la differenza. Marota, Agnelli avete CAPITO !!!!!!!!!!
    Non disperatevi se poi si perde o magari la squadra è stanca !

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi