Marotta: "La Juve ritornerà, obiettivo minimo la Champions"

Marotta: “La Juve ritornerà, obiettivo minimo la Champions”

Marotta: “La Juve ritornerà, obiettivo minimo la Champions”

Giuseppe Marotta, direttore generale e amministratore delegato dell’Area Sport Juventus, ha parlato stamane a margine della consegna del Premio Facchetti. Il dirigente bianconero ha parlato dei temi più caldi dell’attualità sportiva, partendo ovviamente dal prossimo big match contro il Milan, in programma sabato 21 novembre: “Ci sono ancora tante partite e quindi ancora tanti punti. …

Giuseppe Marotta, direttore generale e amministratore delegato dell’Area Sport Juventus, ha parlato stamane a margine della consegna del Premio Facchetti. Il dirigente bianconero ha parlato dei temi più caldi dell’attualità sportiva, partendo ovviamente dal prossimo big match contro il Milan, in programma sabato 21 novembre: “Ci sono ancora tante partite e quindi ancora tanti punti. Allegri sa benissimo che siamo in difficoltà. Non dobbiamo mai dimenticarci che Massimiliano è arrivato, l’anno scorso, in un momento difficile. Ha ereditato un testimone pesante. E’ stato comunque molto professionale – ammette – , vincendo scudetto, coppa Italia e arrivando in finale di Champions League. La gara con il Milan? E’ molto importante per entrambi perché in questo momento la differenza è di soli due punti e noi dobbiamo cercare di ottenere il massimo in tutte le partite. Il campionato è bellissimo. Se la Juve ritorna? Deve tornare per forza”.

L’obiettivo contro i rossoneri è dunque quello di fare per la terza volta consecutiva bottino pieno. Tra l’altro, si giocherà in condizioni di massima sicurezza causa allerta terrorismo:

“Dobbiamo rafforzare il concetto di normalità e quindi dobbiamo svolgere tutte le manifestazioni in calendario. Lo sport è un fenomeno dalla grande aggregazione sociale che presenta valori fortissimi come la fratellanza e la gioia e quindi il messaggio dello sport deve essere quello di continuare la sua attività”, ha aggiunto Beppe Marotta.

Infine, una battuta sulle esternazioni di capitan Buffon, che ha richiamato lo spogliatoio ad una maggiore attenzione: la maglia della Juventus non è come quella di tutte le altre squadre e chi la indossa deve sapere che le responsabilità si moltiplicano.

“Quando c’è un dibattito interno – continua Marotta – , la cosa è positiva. Sul banco degli imputati non credo ci siano solo i giovani. Tutti devono rispondere a una maggiore applicazione. Non significa che ci sia un gruppo disunito. Quando parla un professionista come Buffon, sono tutte considerazioni positive e sensate. L’obiettivo? Lo abbiamo sempre detto che quello minimo è la Champions”.

Khedira: “Juve grande occasione per me”

Intervistato dal quotidiano tedesco ‘Kicker’, ha fatto il punto sulla sua esperienza in bianconero il centrocampista Sami Khedira: “Sono molto felice di essere in bianconero, la Juve è un grande club e appena si è mostrata l’occasione non potevo lasciarmela sfuggire”, ha evidenziato.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi