Marotta: "Champions un dovere, acquisto Witsel rimandato" (Video)

Marotta: “Champions un dovere, acquisto Witsel rimandato” (Video)

Marotta: “Champions un dovere, acquisto Witsel rimandato” (Video)

Giuseppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, ha rilasciato oggi una lunga intervista a JTV: ecco cosa ha dichiarato al direttore Zuliani

Giuseppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, ha rilasciato oggi una lunga intervista a JTV. Venti minuti circa di colloquio con il direttore Claudio Zuliani per il dirigente bianconero, che ha spaziato su diversi argomenti. Dagli obiettivi della stagione appena iniziata al calciomercato, passando per le riforme che il calcio italiano attende da troppo tempo.

Ad una settimana dalla chiusura del calciomercato, il bilancio sulle operazioni in entrata e in uscita è ovviamente positivo.

“È stato un mercato che ci ha reso soddisfatti – dichiara Beppe Marotta – È questa un’occasione per ringraziare tutti quelli che si sono attivati, tutta l’area tecnica e sportiva. L’essere umano non è perfetto – ammette – e qualcosa non è andata come speravamo. Però siamo molto soddisfatti, abbiamo raggiunto tanti obiettivi che avevamo. Il mercato delle due finestre è la sintesi di un lavoro lungo tutto l’anno. Stiamo già verificando giovani e opportunità future”.

Nelle ultimissime ore di mercato è sfumato l’acquisto di Axel Witsel: il belga era già a Torino, ma lo Zenit ha fatto saltare tutto all’ultimo istante.

“Abbiamo una rosa molto forte quest’anno. Possiamo contare in quel settore su Asamoah pienamente recuperato, Lemina in crescita. I paragoni non vanno fatti. Quella di Witsel era una possibilità e con l’accordo dello Zenit eravamo d’accordo per le visite mediche. Poi il mancato arrivo di un sostituto allo Zenit ha bloccato o meglio, rinviato il tutto. Matuidi? Anche lì abbiamo abbozzato una trattativa col Psg. Nelle dinamiche tra giocatori e società noi non possiamo entrare. Il Psg se l’e tenuto stretto, ma il giocatore aveva espresso la volontà di venire da noi”.

Marotta a JTV: video integrale

Nel mercato di gennaio, dunque, la Juve potrebbe piazzare la zampata finale che è mancata in estate. Ma non è da escludere che la rosa rimanga quella attuale, considerato che sarà recuperato anche il giovane Mandragora.

“Ci prendiamo a gennaio? Speriamo di non comprare nessuno. Significherebbe che tutto è andato bene. A gennaio si colgono opportunità anche se non sempre ci sono. Le cifre negli ultimi anni si sono incrementate anche in modo illogico. Gli introiti sono aumentati nei club di nelle diverse nazioni. C’è anche stato un incremento egli stipendi. È un mercato incontrollabile, ci sono nazioni come l’Inghilterra che hanno un potere di acquisto pazzesco”.

I tifosi si aspettano la Champions da troppo tempo, Marotta ci va con i piedi di piombo ma lascia intendere che anche la società ci spera.

“Non è un sogno, ma un obiettivo. La Juve ha sempre l’obbligo di vincere. Dobbiamo essere felici – prosegue – perché ci partecipiamo intanto. Il calcio è un’attività di impresa, se ci sono competenze e motivazioni i risultati si raggiungono. La Champions è però imprevedibile, la sera deve andare tutto bene. L’anno scorso ci siamo giocati in pochissimo la qualificazione col Bayern. Poi c’è il campionato, che è una corsa a tappe invece”.

In molti non ci hanno capito tanto sulle composizioni delle rose, il dg bianconero spiega il perché le mosse di mercato siano state inevitabilmente condizionate.

“La lista dei 25 elementi deve avere 4 giocatori provenienti dal settore giovanile e 4 cresciute in Italia. Se non si c’entra questo obiettivo la rosa cala. Tutti gli Under21 sono tutti tesserabili. Le seconde squadre faciliterebbero la crescita dei nostri giovani così che l’allenatore della prima squadra possa usarli. Andiamo avanti nel nostro mondo però”.

CONTINUA A LEGGERE A PAGINA 2

Un commento

  1. Prendi per il culo pure zuliani e gran parte dei tifosi juventini…la realtà è che sei un mediocre ossia la parola giusta un non vincente, non sei stato capace di prendere quanti centrocampisti quest’anno, a parte pjanic che aveva la clausola rescissoria offrendogli un contratto di 4,5 milioni che nemmeno buffon marchisio li prendono. NONVINCENTI questi siamo anche quest’anno senza un n°10 e senza centrocampo (disintegrati pirlo-pogba-vidal) siamo massimo da quarti di finale vedrete.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi