Marotta: "Witsel? Ci proviamo. Brozovic possono tenerselo"

Marotta: “Witsel? Ci proviamo. Brozovic possono tenerselo”

Marotta: “Witsel? Ci proviamo. Brozovic possono tenerselo”

Giuseppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, è stato ospite stamane di Radio Anch’io Lo Sport su Radio 1, ecco gli spunti salienti

Giuseppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, è stato ospite stamane di Radio Anch’io Lo Sport su Radio 1. All’indomani della vittoria autoritaria di Empoli, il dirigente bianconero è raggiante e rilancia le ambizioni della Vecchia Signora sia in Italia sia in Europa.

“Nella storia della Juventus è normale essere protagonisti – esordisce – , è scontato che anche in questa stagione partiamo per vincere e poi proseguendo è normale essere annoverati tra i favoriti. Calciomercato? Abbiamo l’obbligo di monitorare tutti i giocatori, Witsel è in una posizione più facile, è facilitato dalla scadenza del suo contratto. Cercheremo a gennaio o a giugno di prenderlo”.

Dopo alcuni problemi ad inizio stagione, finalmente la squadra di Allegri ha smesso di prendere gol e ritrovato la solidità difensiva. La storia insegna che le vittorie si costruiscono con una grande difesa.

“Il nostro punto di forza è la difesa – ammette Beppe Marotta – , oggi abbiamo preso quattro gol e la solidità difensiva è ottima. Le basi per vincere partono proprio da dietro. Champions League? Dobbiamo fare il massimo, siamo riusciti a migliorare la qualità del gruppo e la nostra società è cresciuta molto. Siamo passati al doppio dei ricavi e questo ha aumentato il potere, gli investimenti sono stati dispendiosi e abbiamo fatto acquisti per alzare l’asticella. Cerchiamo di ottenere il massimo tra Champions League e Serie A, vediamo cosa succederà”.

Marotta: “Puntiamo sullo scouting”

La politica della Juve non cambia dunque: l’obiettivo è quello di creare ogni anno il giusto mix tra campioni affermati e giovani di qualità pronti a diventarlo. In quest’ottica, si sta rivelando particolarmente positivo il lavoro svolto dal direttore sportivo Fabio Paratici.

“I nostri giocatori sono temprati per affrontare le difficoltà. L’obiettivo è incrementare i ricavi sempre più in linea ai diritti tv. La visione che dobbiamo avere non deve essere solo nazionale ma anche internazionale. Con Paratici – prosegue – poi lavoriamo a livello di scouting, abbiamo monitorato giocatori di vario interesse. Prenderemo giovani e meno giovani, valutiamo tutte le opportunità. Morata? Si tratta di una suggestione, penso che rimanga al Real Madrid. Brozovic è dell’Inter e possono tenerselo stretto, non ci interessa”.

Quanto al futuro dei pali bianconeri, nel 2018 ci sarà da sostituire il più grande di tutti: Gianluigi Buffon.

La volontà di Gigi è di proseguire ancora e lo sta dimostrando anche in questa stagione. Totti gioca e per un portiere è anche più facile. Ma posso confermare che stiamo guardando a quali potranno essere gli eredi di Buffon”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi