Marotta: "Giovinco è da Juve. Calciopoli? Andremo avanti fino alla fine e mi auguro che per Moggi tutto si risolva positivamente" | JMania

Marotta: “Giovinco è da Juve. Calciopoli? Andremo avanti fino alla fine e mi auguro che per Moggi tutto si risolva positivamente”

Marotta: “Giovinco è da Juve. Calciopoli? Andremo avanti fino alla fine e mi auguro che per Moggi tutto si risolva positivamente”

Continua a tenere banco il caso Giovinco, e nelle ultime ore sulla vicenda è tornato anche il Dg dell’area sport della Juventus, Giuseppe Marotta: “Se un calciatore gioca in Nazionale, evidentemente è anche da Juventus”. Giungendo in Lega Calcio, Marotta ha fatto il punto sul cartellino del fantasista, che nei giorni scorsi si è detto …

Continua a tenere banco il caso Giovinco, e nelle ultime ore sulla vicenda è tornato anche il Dg dell’area sport della Juventus, Giuseppe Marotta: “Se un calciatore gioca in Nazionale, evidentemente è anche da Juventus”. Giungendo in Lega Calcio, Marotta ha fatto il punto sul cartellino del fantasista, che nei giorni scorsi si è detto pubblicamente contrariato dal trattamento riservatogli dalla Juventus. “La Juve ha fatto una scelta provvisoria – le parole del Dg bianconero riportate da ‘Tuttosport’ -. È giusto che Giovinco faccia il suo percorso per diventare il giocatore importante che deve essere. Siamo attenti al suo percorso di crescita, con il Parma abbiamo un ottimo rapporto, quindi non esisteranno preclusioni. Ma in primis il giocatore deve confermare di essere passato da promessa a realtà”. Immancabile, la domanda sul tormentone Tevez, in rotta con il Manchester City: “È un grande giocatore e noi siamo una grande squadra, l’abbinamento è fattibile ma da qui a dire che c’è una trattativa…”. Poi Marotta, alza l’asticella degli obiettivi della Juventus a medio-lungo termine: “Vogliamo tornare a vincere: lotteremo per lo scudetto”, ha precisato il DG , anche perché la vittoria sul Milan “ha lasciato alla Juventus tanta felicità, tanta consapevolezza di poter recitare un ruolo autorevole, e dimostra che il lavoro di Conte comincia a produrre frutti positivi”. Prima di lasciare i giornalisti, infine, Marotta ha detto la sua sulla decisione del Tnas di rinviare l’udienza al prossimo 18 ottobre e sulle prossime mosse della Juventus in merito ai fatti di Calciopoli: “La Juventus porta avanti qualsiasi tipo di iniziativa legittima perché vengano riconosciuti i suoi diritti: è fase interlocutoria, ma siamo fiduciosi e ottimisti che il cammino possa riconoscere i nostri diritti. La querelle di questo periodo non è certamente contro l’Inter, potrebbe essere contro qualsiasi altra squadra che magari ha usufruito illegittimamente di un titolo“. C’è già chi parla di probabili ripercussioni sociali (nessuno però ne ha parlato nel 2006 quando ad essere punita senza prove fu la Juventus…) e di pericolo per il prossimo Inter – Juventus: “Contro l’Inter dal punto di vista calcistico non abbiamo nulla, sicuramente i giocatori sono dei professionisti e sanno qual è il loro dovere. L’anno abbiamo giocato due partite all’insegna del fair play sportivo, e sono sicuro che sarà un’altra bella partita, in cui i giocatori sapranno recitare un ruolo importante“. Infine, un commento sulla prossima udienza dell’Alta Corte di Giustizia Sportiva per la radiazione dell’ex direttore generale bianconero Luciano Moggi: “Sicuramente sta soffrendo situazioni non invidiabili. Come collega, mi auguro che la sua vicenda si possa risolvere in maniera positiva“, ha concluso Marotta.

11 commenti

  1. ma dai si possono dare al massimo 8-9 milioni per giovinco, quindici vuol dire che vale vucinic..

  2. Magari facessimo l’affare……di vendere la biondina…..

  3. Già, un altro capolavoro di lungimiranza. Lo ha praticamente regalato a 3 milioni per la metà, metà di quanto pagano Amauri al lordo….di ingaggio…e per riaverlo gli domanderanno il prezzo di Aguero o di Bale…
    È da una vita che la juve fa la donatrice di sangue del calcio italiano in cambio di….farsopoli e altro…
    Ma intanto si prepara al prossimeo grande affare, la cessione di Krasic…. altro tocco di lungimiranza….
    A meno che……

  4. dice di avere un ottimo rapporto col parma. peccato che il parma abbia un pessimo rapporto con lui, visto che considera giovinco una sua proprietà su cui monetizzare.LA JUVE AGLI JUVENTINI, soprattutto per la dirigenza.

  5. Ci sono parole terribili: Tevez non deve venire alla Juventus altrimenti, oltre a chiedere un ingaggio sproporzionato per il suo talento, non farebbe che rovinare l’unità del gruppo. Se non lo ha voluto tenere Ferguson un motivo non ci sarà: lo scozzese non è certo un brocco.

  6. Sono daccordo al 100% con te Redazione. Un conto e fare il grande con la maglia del Parma dove tutti giocano per tè, un conto e dimostrae di avere il carattere di portare una maglia Nr. 10 o 21 alla Juve, dove devi giocare oltre che per tè anche per la squadra.

  7. Se ci chiedono 15 milioni vorrà dire che la nostra metà ne varrà altri 15 e potremo guadagnarci una bella cifra. Tanto se torna da noi sappiamo già che non reggerà il peso della maglietta. Spiace dirlo, ma purtroppo è così

  8. Ma dovevamo darlo proprio in comproprietà libera al Parma? e se questi ci chiedono 15 MLN per la loro metà noi cosa facciamo? glieli diamo sul serio? Marmotta dovrebbe imparare dall’ABC del calcio visto che queste cagate con potenziali campioni non si fanno. Che lo facessero con Motta, ma averlo fatto con Giovinco è stato proprio un azzardo.

  9. FINALMENTE!!!!!! Marotta si è accorto di SEBA, e adesso?

  10. ADESSO deve rendersi conto di Giovinco? Io vado là e lo ammazzo. Ma prima deve riportarci indietro la Formica…

  11. “Sicuramente sta soffrendo situazioni non invidiabili. Come collega, mi auguro che la sua vicenda si possa risolvere in maniera positiva“. Parole che sognavo di sentire da tempo da un membro del nostro Cda

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi