Marotta: “Evra via? Nessun sostituto dal mercato” [VIDEO] | JMania

Marotta: “Evra via? Nessun sostituto dal mercato” [VIDEO]

Marotta: “Evra via? Nessun sostituto dal mercato” [VIDEO]

Beppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, ha parlato ieri ai microfoni di Premium Sport: Evra e Dybala i casi più caldi

Beppe Marotta, CEO e General Manager della Juventus, ha parlato ieri ai microfoni di Premium Sport. A pochi minuti dal calcio d’inizio dalla gara poi vinta col Bologna, il dirigente bianconero ha parlato di mercato e di alcuni nodi da risolvere nel giro di pochi giorni. Si parte dalla questione Evra, non convocato e in procinto di essere ceduto:

“Non convocarlo è stata una scelta consensuale – ha spiegato Marotta – , è un momento per lui di riflessione. Andrà in scadenza a giugno, ha 35 anni ed è giusto che valuti il suo futuro. Se dovesse partire lo sostituiremo con i giocatori già in rosa, abbiamo Asamoah che ha già ricoperto quel ruolo e il giovane Mattiello che si è ripreso dall’infortunio. Masina possibile obiettivo? Non mi addentro nello specifico perché lo affronteremo ed è giusto che giochi con tranquillità. È sicuramente un ottimo giocatore, il calcio italiano sta sfornando tanti giovani interessanti e lui avrà sicuramente davanti a sé una grande carriera”.

Marotta e il rinnovo di Dybala

L’altra questione scottante è rappresentata dal rinnovo di Paulo Dybala: con l’argentino, sottolinea il dg bianconero, c’è già un contratto in essere per i prossimi tre anni e mezzo. L’adeguamento di contratto ci sarà ma senza ansia, nonostante le avances di Real Madrid e Barcellona.

LEGGI ANCHE  Marchisio: "Vogliamo alzare altri trofei"

“Il presidente Perez non mi ha chiamato. Il vincolo che abbiamo con Dyabala è pluriennale, ha ancora tre anni e mezzo di contratto con noi. Abbiamo approcciato con il suo entourage perché vogliamo migliorare il suo rapporto economico. Paulo si merita un adeguamento perché ha dimostrato di valere ed è giusto ritoccargli il contratto. Il rapporto con lui è idilliaco – continua – , non ci sono timori che possa andare via anche perché credo che la Juve rappresenti una delle migliori squadre al mondo. La Juve non è punto d’arrivo ma è una certezza presente e futura: non potrebbe stare meglio”.

Foto: Rsi

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi