Marotta conferma: "Elia e Aogo giovani e forti. Sono da Juve" | JMania

Marotta conferma: “Elia e Aogo giovani e forti. Sono da Juve”

“Due giovani di qualità come piacciono a noi: è vero, ci interessano. Dzeko è un obiettivo che non tramonta ma è dura. Faremo altri colpi, priorità a un terzino sinistro e a un esterno destro. Vogliamo fare bene, la garanzia è Andrea Agnelli, e a chi storce il naso per gli acquisti fatti in provincia …

“Due giovani di qualità come piacciono a noi: è vero, ci interessano. Dzeko è un obiettivo che non tramonta ma è dura. Faremo altri colpi, priorità a un terzino sinistro e a un esterno destro. Vogliamo fare bene, la garanzia è Andrea Agnelli, e a chi storce il naso per gli acquisti fatti in provincia ricordo Anastasi, Cabrini o Prandelli: divennero grandi a Torino”. Intervistato dal ‘Corriere dello Sport-Stadio’ il DG bianconero, Beppe Marotta ha così confermato l’interesse su Elia e Aogo dell’Amburgo.
La Juventus, da oggi, sarà in ritiro a Varese, la città di Beppe Marotta, scelta per la qualità delle strutture sportive presenti. Si respira un’aria nuova attorno alla Juventus, lo testimoniano i biglietti esauriti a Cosenza per l’amichevole con il Lione, e i preparativi per il debutto in Europa League a Modena. “Dopo una stagione deludente, era fondamentale restituire entusiasmo ai tifosi. Il nostro lavoro è soltanto all’inizio, ma loro hanno imparato a fidarsi: garantisce il ritorno, dopo 48 anni, di un Agnelli alla presidenza”, continua Marotta.
Sano ottimismo, quindi, nonostante qualcuno storca ancora il naso sulla campagna acquisti bianconera: “Per cancellare certi pregiudizi, basta rivisitare la storia bianconera: l’hanno scritta campioni scovati in piccoli club e diventati grandi a Torino. Anastasi e Gentile s’erano messi in luce nel Varese, Prandelli e Cabrini tra Cremonese e Atalanta, Conte era cresciuto nel Lecce, Ravanelli aveva stupito alla Reggiana: vogliamo rinverdire quella tradizione”.
E poi, il mercato non è ancora chiuso… “Confermo, ma prioritari sono due: un terzino sinistro e un esterno destro. Gli altri sono legati a operazioni parallele, incastri obbligati dalla nuova realtà del mercato: non è più tempo di spese folli, il potere d’acquisto deve essere pari ai ricavi, d’altronde i Messi e i Cristiano Ronaldo non sono alla portata di nessun club italiano”.
I tifosi però continuano a sognare Dzeko: “E’ un sogno che non tramonta, un obiettivo che inseguiremo finché possibile, benché consapevoli di enormi difficol­tà: il prezzo fissato dal Wolfsburg è alto e i club concorrenti hanno risorse maggiori. Però fa piacere che il centravanti bosniaco abbia espresso gradimento per un’eventuale destinazione bianconera, vuol dire che l’appeal rimane forte”.
Elia e Aogo: si è parlato di loro in chiave bianconera occasione dell’amichevole Amburgo-Juventus?
“Soffermatevi su un aspetto statistico dell’amichevole con l’Amburgo: nella formazione iniziale c’erano Ekdal, Motta, Lanzafame, De Ceglie, il giovanissimo Ferrero… età media bassa, freschezza e qualità. Se questa è la filosofia, sia Aogo che Elia sono da Juve, però occorre sempre trovare un punto d’incontro tra le nostre esigenze e quelle del club proprieta­rio dei cartellini”.

7 commenti

  1. IL PROBLEMA E’ KE MAROTTA CONFERMA, MA NON COMPRA!!! SONO DUE RAGAZZI IN GAMBA MA UNO SCAMBIO CON DIEGO MAIIIIIII

  2. Secondo me Diego più che Melo e stato quello che ha deluso di più. Come dice L.Moggi se devi mettere un nr.10 in squadra deve essere per forza uno che fa la differenza, se no diventa un peso per la squadra. Diego l’ha fatta l’anno scorso ma in negativo. Rallenta sempre la manovra, non salta mai l’uomo, mai un passaggio di prima per non parlare dell tiro (non l’ho visto mai un tiro decente). Secondo me l’unica ruolo dove può rendere e alla Pirlo cioè regista di centrocampo, pero anche questo sarebbe un esperimento. Se arriva un offerta buona meglio venderlo e prendere un vero regista (Poli o Montolivo) e una vera seconda punta (Suarez o G.Rossi)

  3. diego e molto tecnico ma c ha il tiro piu fiacco che ho visto negli ultimi anni

  4. D’accordo con l’anialisi tecnica di Fabio. Serve una seconda punta vera e non una adattata!

  5. io scusate ma tenterei di cambiare diego prendendo una seconda punta giovane, seria, motlo tecnica che possa diventare forte!! per me diego non ha margini di miglioramento, spero vivamente di sbagliarmi, vorrebbe dire che sfonda, ma ho grossi dubbi!!

  6. D’accordissimo con Duan

  7. Sarebbe buono arrivare a questi due
    Elia lo considero un perfetto acquisto in prospettiva, per quanto riguarda Aogo, ho visto solo un paio di partite e non mi è possibile giudicare
    Avrei preferito Coentrao, ma si parla di altri prezzi
    Per Dzeko, se lui deve essere, non sacrificherei comunque Diego
    Il Real vuole Melo? (io ne dubito) se cosi fosse, cambio Melo+5mln – Benzema e spediamo Iaquinta da Spalletti

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi