Marotta: "Con i giovani italiani si vince. Krasic? Ormai abbiamo Lanzafame" | JMania

Marotta: “Con i giovani italiani si vince. Krasic? Ormai abbiamo Lanzafame”

Giuseppe Marotta, neo DG della Juventus, è intervenuto dalle colonne della ‘Gazzetta’ per toccare diversi aspetti della sua nuova avventura in bianconero, dalla nuova gestione societaria alla campagna acquisti… LA NUOVA JUVE DI AGNELLI “Il calcio è uguale a tutte le latitudini, ma quando entri nel mondo-Juve capisci subito quanto pesa lavorare in uno dei …

Giuseppe Marotta, neo DG della Juventus, è intervenuto dalle colonne della ‘Gazzetta’ per toccare diversi aspetti della sua nuova avventura in bianconero, dalla nuova gestione societaria alla campagna acquisti…

LA NUOVA JUVE DI AGNELLI
“Il calcio è uguale a tutte le latitudini, ma quando entri nel mondo-Juve capisci subito quanto pesa lavorare in uno dei club più importanti del mondo. La pressione è tanta, ma l’entusiasmo è pure superiore. Chi mi ha aiutato ad ambientarmi? Il presidente, innanzitutto. Andrea Agnelli è giovane, ma vive il calcio da quando era ragazzo, cioè da quando frequentava la Juve insieme al padre e allo zio. Così ha maturato una grande esperienza e ora tutti stiamo traendo giovamento dalle sue indicazioni: la grandezza di un club non è data solo dal tasso tecnico dei giocatori”.

I SOLDI NON FANNO GLI SQUADRONI
“Non basta spendere per avere successo. Il valore aggiunto viene dalla cultura che la società trasmette ai singoli: il senso di appartenenza, lo spirito di competizione e la voglia di migliorarsi sempre. Una volta ottenuto ciò, ne deriva anche la disciplina. E Delneri, vedrete, è l’uomo giusto al posto giusto”.

IL GAP CON L’INTER

“Stiamo lavorando per allestire una squadra competitiva, ma serve pazienza. Mai perdere di vista i parametri finanziari. E dopo il ciclone di Calciopoli sarebbe stata dura per tutti riemergere. Sono mancati i risultati nell’ultima stagione, ma il lavoro di programmazione resta. E la Juve ha i fondamentali per fare bene e tornare a vincere: anche nel breve periodo. In che modo? Innanzitutto continuando a investire sui giovani, meglio se italiani. Da sempre la Juventus è il serbatoio della Nazionale, vogliamo continuare ad esserlo. Non deve condizionarci il flop azzurro in Sudafrica. Dobbiamo cercare la qualità dappertutto perché la Serie A deve attrarre le stelle se vuole restare competitiva. E se i club italiani vincono nelle competizioni europee penso che ne benefici anche la Nazionale”.

IL COLPO PIU’ DIFFICILE
“Qual’è stato il colpo finora più difficile? Non è stato facile convincere Genoa e Bari per avere Bonucci, siamo soddisfatti, anche perché il difensore ha i requisiti del nostro rinforzo ideale. E’ bravo, è giovane ed è già azzurro. Cosa dico di Elia? Che è un ottimo giocatore e che l’Amburgo lo valuta tanto. Krasic? Abbiamo fatto la nostra offerta al Cska Mosca che non l’ha accettata. Poi noi abbiamo preso altre strade. L’ultima è quella di Lanzafame”.

7 commenti

  1. Raga diciamocila verita’ la juventus a bisogno di almeno altri 2 o 3 anni per riuscire a riemergere,perke se la juventus con questa squadra riuscisse a vincere il campionato vorrebbe dire ke il livello del campionato e sceso a i minimi storici, dovevamo riprenderci e abbiamo preso un allenatore incapace tanto quanto e antipatiko per nn parlare dei giokatori nn penso ke kon pepe e martinez si va da nessuna parte vabbene storari ottimo sekondo e bonucci giovane di prospettiva ma poi servivano altri giokatori. Ma e ovvio ekko un altro fottuto aziendalista ke prende quello ke gli passa in convento siamo diventati una barzeletta questo se lo puo permettere la roma, un milan ke a il presidente ke nn sborsa un euro, ma nn noi e fa nnt se l’inter vendera’ maicon al real ( ke approposito a preso di maria ne vorremo parlare ??)rimaniamo sempre molto ma molto inferiori anke perke krasic-dzeko-mexes e qual cun altro nn ci vengono penso ke i prossimi axquisti saranno motta- cassani-palombo-zigler roba da vomito.Percio’io diko ci avete voluto far retrocedere ora pagate il nostro tossikio croniko e giornaliero ovviamente.

  2. grazie dell appoggio numero7 ! credo proprio di si,lo siamo! e x dirla tutta.. io ciro immobile non lo lascerei in prestito fuori per piu di una stagione..

  3. @Claudio79 Fai u ragionamento che mi piace tanto. Siamo noi dei sognatori?

  4. forse saro’ un visionario ma la butto li.. e se risparmiassimo i 15 milioni x krasic e facessimo giokare come riserva Iago Falque?infondo è un esterno mancino(e all occorrenza trequartista) potremo investire i 15 milioni risparmiati x un attaccante alla Dzeko o per un bel regista.. se prendiamo i giovani bisognerebbe pure avere le palle di lanciarli..

  5. mmhh… io sento puzza di depistaggio…

  6. anche qua…spero stia scherzando…!! vediamo se almeno krasic riesce a far qualcosa con i dirigenti del cska, altrimenti siamo messi male…!!

  7. lanzafame per krasic che colpo, anche quest’anno si arriva settimi

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi