Marotta: "Ciclo appena iniziato, Allegri e Pogba restano"

Marotta: “Ciclo appena iniziato, Allegri e Pogba restano”

Marotta: “Ciclo appena iniziato, Allegri e Pogba restano”

Beppe Marotta ospite stamane di ‘Radio Anch’io Lo Sport’, trasmissione radiofonica Rai, ha parlato di mercato, Pogba e Allegri

Beppe Marotta ospite stamane di ‘Radio Anch’io Lo Sport’, trasmissione radiofonica Rai. Il direttore generale della Juventus, ha colto l’occasione per fare i complimenti al tecnico Massimiliano Allegri, allontanando al contempo qualunque voce di divorzio. Già ieri Marotta aveva sottolineato come con il tecnico ci fosse una normalissima trattativa, com’è giusto che sia, ma nonostante le avances di diversi top club europei, il tecnico toscano prolungherà l’attuale contratto in scadenza a giugno 2017 con la Signora: “È un tecnico vincente ed è stato scelto per questo – sottolinea – , è logico che possa continuare con noi. Allegri ha iniziato un ciclo vincente con noi, logico che lo possa continuare. Lui è una pedina importante, è il leader area tecnica e dello spogliatoio. Con lui si può vedere una Juve che può crescere ancora sia in campo italiano che in campo europeo. Possibile rottura? Il desiderio di vittoria di Allegri corrisponde a quello del presidente Agnelli, mio e di tutti. L’obiettivo della Juventus è di continuare a vincere. Non vogliamo essere comparsa ma protagonista, con un occhio al bilancio. Cosa che abbiamo fatto in questi anni. Da quando c’è il presidente Agnelli il primo bilancio fu in rosso di 90 mln, l’ultimo bilancio ha un utile di un paio di milioni. Lottiamo da una parte per i risultati sportivi, dall’altra per ottenere questi risultati con una gestione positiva”.

Insomma, altre vittorie imminenti e conti in ordine: la Juventus può dunque permettersi di trattenere i suoi top player e aggiungerne altri alla già competitiva rosa. Si parla sempre della possibile cessione di Paul Pogba, ma al momento il francese non è sul mercato, almeno stando alle parole del direttore: “Pogba sta bene con noi. È cresciuto, diventato un campione, il suo habitat naturale è questo. Poi certo nelle cose di mercato bisogna tenere conto che da una parte c’è la società che non vuole vendere i giocatori più importanti, dall’altra c’è la volontà dei giocatori di restare. In ogni caso – continua – nessun nostro giocatore in questo momento è sul mercato”.

Marotta e la sfortuna di Marchisio

Peccato per Claudio Marchisio: la rottura del legamento crociato è un evento molto triste dal punto di vista umano e inoltre avrà importanti ripercussioni sportive, poiché la Juve dovrà trovare un sostituto all’altezza che non lo faccia rimpiangere per tanti mesi: “Siamo molto dispiaciuti per Claudio. Confermo la diagnosi fatta già ieri, ma lui è un professionista serio, patrimonio della nostra Juventus. Purtroppo ci saranno tempi di recupero molto lunghi. È una cosa che non ci aspettavamo, ma fa parte del gioco”, conclude Marotta.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi