Marotta attacca Zeman "La smetta e qualcuno prenda provvedimenti" | JMania

Marotta attacca Zeman “La smetta e qualcuno prenda provvedimenti”

Marotta attacca Zeman “La smetta e qualcuno prenda provvedimenti”

La Juventus non ne può davvero più delle uscite di Zeman, uno che in una carriera intera ha vinto meno di Massimo Carrera in una sola serata. Ecco perché all’ennesima uscita del tecnico boemo contro i colori bianconeri (“Chi è squalificato non può allenare”), oggi ha replicato Giuseppe Marotta, ad e dg dell’Area Sport’ della …

La Juventus non ne può davvero più delle uscite di Zeman, uno che in una carriera intera ha vinto meno di Massimo Carrera in una sola serata. Ecco perché all’ennesima uscita del tecnico boemo contro i colori bianconeri (“Chi è squalificato non può allenare”), oggi ha replicato Giuseppe Marotta, ad e dg dell’Area Sport’ della Juve: “La sua uscita – dice Marotta di Zeman a ‘Sky Sport’ – è stata inopportuna anche se non ha mai menzionato Conte, ogni riferimento era a lui. Dice di non aver letto le carte, e quindi non riesce a dare un significato, ma si riferisce a un collega condannato per omessa denuncia e non per illecito”. Ecco perché il direttore generale bianconero chiede che gli organi competenti prendano dei provvedimenti nei confronti dell’allenatore della Roma: “Trovo fuori luogo questa uscita di Zeman che già aveva detto la sua sugli scudetti della Juve, e ora l’ha fatto con un suo collega, mi auguro che l’associazione allenatori prenda provvedimenti per non generare un clima pesante”.

Poi Marotta affonda: “Mi ricordo di una partita a maggio 2005, quando Zeman era allenatore del Lecce, in un Lecce-Parma di fine campionato finita 3-3 ha abbandonato la panchina, a dieci minuti dalla fine, si è girato di spalle per dieci minuti di seguito. Non ho capito quel gesto, ce lo spieghi”.

Infine, il punto sul mercato della Juve: “Llorente? Siamo spettatori ed aspettiamo l’evoluzione della situazione, comunque potremmo avviare dei contatti. Van Persie? È una pista difficile perché costa tanto e non facciamo follie. Matri? Non l’abbiamo messo nella lista dei partenti. Dzeko? Per noi un punto d’arrivo. Quagliarella? Fa parte del nostro progetto. Pazzini? Mi piace perché l’ho avuto alla Samp”, ha concluso Giuseppe Marotta.

19 commenti

  1. francesco Karlsruhe

    La bocca di Zeman verrà tappata come sempre dal campo e dai risultati. Questo tizio sa già che per avere qualche minima chance di giocarsela con la Roma per lo scudetto la prima cosa che deve fare e che sa fare è buttare fango sulla JUVENTUS. Ma se il nemico è Zeman… sto tranquillo…. a Dicembre la Roma avrà già un altro allenatore, lui per un po’ non parlerà più della Juve e come al solito da 25 anni a questa parte per il signor Zeman avrà parlato il campo. Ha allenato mezza Italia dalle due squadre della capitale ad altre 20 squadre …..mai un titolo, solo chiacchieree, sigarette e accuse alla Juve.

  2. marotta è un bravo dirigente! non riuscite a capire che spese folli non le faremo mai? ed aggingo giustamente anche!

  3. Il detto antico dice chi disprezza vuol comprare. Ma chi e questo zeman, fa parte della razza umana? Forza e sempre juve.

  4. Salvatore Aragri

    Arpahzon

    Non parlavo certo con te era una sfogo motlo più ampio.. perchè tutti i giornalisti gli stanno “in culo in culo” io ancora nn me lo so spiegare.Detto questo anche conte dice cazzate,questa volta e una di quelle..!

    p.s farei notare che fu detto in un altra vita.. fa nell’era (ignobbile di ranieri)quindi.. adesso conte da buon juventino NON può non odiare zeman..!

  5. Le poche parole di Marotta sono bastate a svegliare il Presidente AIAC Associazione Italiana Allenatori Calcio).
    Renzo Ulivieri si è limitato a ricordare a Zeman che, da regolamento, Conte può allenare. Tutto quà??
    Sono questi i provvedimenti chiesti da Marotta per Zeman????

  6. Un bel calcio nel culo a lui alla rai e alla carta igenica rosa del dittatore milanese

  7. quando questo individuo dalle dubbie facolta’ mentali,anni fa, quando aveva ancora gli ultimi sprazzi di lucidita’, ha capito che non sarebbe mai finito alla juve in quanto mediocre come tecnico e scarso di cervello, ne e’ rimasto sconvolto a tal punto da inventarsi la storiella del doping per vendicarsi. siccome si ritiene un guru, ha iniziato a pontificare ed ha trovato subito folle di adepti ai quali non sembrava vero che l’oggetto dei suoi deliri fosse la juve. quello che mi sorprende e’ il fatto che nessuno dei suoi familiari non sia ancora intervenuto per evitargli quelle figure di m…..da che fanno tanto comodo agli antijuventini. nessuno si e’ mai chiesto perche’ fra una quarantina di allenatori fra serie A e B vanno a intervistare solo questo demente? ma e’ chiaro, perche’ qualunque cosa gli chiedono, lui, come un ‘ebete, parla sempre e male della juve che per lui e’ diventata un’OSSESSIONE.

  8. Per precisare:E’ CONTE che l’ha sempre considerato un maestro!Sapevo che dovevo ripostarla:

    http://www.corrieredellosport.it/video/calcio/conferenze_stampa/juventus/2009/03/30-10990/Conte:+%C2%ABZeman+%C3%A8+un+maestro%C2%BB

  9. Salvatore Aragri

    Perchè maestro di calcio…?? anche villas boas col chelsea giocava 11 avanti e nessuno in difesa… e l’hanno cacciato.. xkè sono professori questi allenatori che fanno giocare le loro squadre tutte sbilanciate e ha fine anno chiudono con 100 gol fatti 345 subiti..?? che cos’hanno di speciale e nella fattispecie zeman.. vorrei esserlo spiegato.. liedholm e un maestro..sacchi e un maestro.. lippi e capell9o sono un pizzico indietro ma sono altrettanti maestri.. ma zeman che nn ha vinto un kazzo in carriera perchè deve essere chiamato maestro..!?!!?!?!?

  10. Ma perchè non deferiscono zeman e solo un aizzatore che non ha mai vinto una mazza e credo che non arriverà neanche a mangiarsi il panettone che verrà subito esonerato pensasse ad allenare invece di rompere i co……ni mercenario di merda, dovrebbe prendere lezioni da Conte se vuole vincere qualcosa idiota sclerotico.

  11. Capitan Haddock

    Zeman sarà un maestro di calcio, ma: primo, non ha vinto niente e, secondo, é un frustrato.

  12. Manuel

    chi ha fatto il mercato della Juve in questi 2 anni sono stati
    Conte in primis
    Paratici che è il Ds della Juventus
    Nedved

    il ruolo di Marotta è DG e responsabile delle firme sui contratti

    Acquisti di Conte,Marotta,Paratici,Nedved
    Vidal
    Isla
    Asamoah
    Masi
    Caceres
    Licht
    Giak
    Vucinic
    Leali
    Pogba,Bouy

    Acquisti di Marotta che sono stati fondamentali
    Pepe
    Barzagli
    Bonucci
    Quaglia
    Matri
    Pirlo
    Ziegler
    Storari

    Conte a rivitalizzato
    Buffon
    Chiellini
    Bonucci
    Pepe
    Marchisio
    Barzagli

    gli acquisti della stagione di Delneri sono stati scelti da lui allora non diamo colpe e critiche gratuite a Beppe Marotta

  13. Finché si limitasse a sparlare non sarebbe niente. La cosa più grave è stata quella di aver autografato una maglia, porta da un tifoso romanista, con la scritta “odio la Juve”. Nessun commento degno di nota sui giornali e la giustizia sportiva che lascia cadere la cosa. E’ il gesto più razzista nella storia del calcio moderno, che io ricordi; ben altro rispetto ai cori razzisti contro Balotelli che sono costati la squalifica dello stadio Olimpico e l’ammenda per la Società. Un tesserato della FIGC che odia una squadra di calcio. Esternazioni e gesti da far rabbrividire, cassa di risonanza per eventuali e future azioni o reazioni di violenza? Auguriamoci che non accada nulla, ma il silenzio delle istituzioni è frastornante e denota una parzialità di giudizio, paragonabile alle sortite di certi giornalai nel commentare le vicende juventine. Istituzioni e stampa stretti in un abbraccio ferreo, per ostacolare il cammino vincente della Juventus, iniziato con la vittoria dello scudetto e della Supercoppa. Concludo dicendo che il sig. Renzo Ulivieri non può chiedere di abbassare i toni(su Calciomercato.com), includendo la Juventus per la richiesta di riconoscimento dei 30 scudetti, ed il Napoli per la non partecipazione alla premiazione in Supercoppa, perché la società Bianconera, a ragione, si avvale della sentenza del processo di Napoli che la scagiona definitivamente da qualsiasi combine di qualsiasi tipo. Anche questo rapportare le nostre giuste rivendicazioni con la tracotanza di addetti ai lavori e società, è un ulteriore segnale di totale assenza di equità. Non vorrei che anche in Italia come in Cina, per alcuni interpreti del calcio Italiano, il colore bianco associato al nero sia considerato un presagio di sventura e di morte, per cui sgradito alla loro vista. A tutti una felice serata.

  14. Il bello è che Antonio Conte era ed è tuttora un estimatore di Zdenek Zeman che reputa un “maestro” di calcio offensivo(Conte andò a studiare Zeman quando allenava il Lecce).Stavolta Zeman poteva evitare di sparare a zero su Conte.Non c’è al momento bersaglio che più immeritatamente e proditoriamente può essere colpito.

  15. Uno che non conosce neanche la lingua italiana, che quando parla dice solo corbellerie deve leggere le carte?… per fare che cosa?… per dare la sentenza a chi?.. a colui che il calcio lo ha masticato, solcando tutti i più prestigiosi campi di calcio del mondo, ….al Campione che ha vinto tutto il Palmares delle Coppe dalla più piccola alla più grande … a chi?… a colui che ha dimostrato in pochi anni di essere più bravo di lui come allenatore e di aver vinto più di lui, riportando il Bari ed il Siena nel Calcio che Conta e di aver vinto uno scudetto da Gladiatore, uscendo imbattuto da qualsiasi campo di calcio….
    a chi?… a colui che è stato un esmpio di tutto e per tutti nel mondo dello Sport.

    Da Conte si deve solo apprendere, non leggere, modi di comportamento in campo e fuori campo ed acquisire lezioni di vita e di lealtà sportiva.

    Anzichè leggere sarebbe meglio coltivare l’orticello di Trigoria perchè, per uno che parla troppo e poi non ce riscontro nei risultati, dopo quattro partite sicuramente sarà pronta, come sempre lo è stato, la lettra di licenziamento.

    Giornalisti-giornalai aspettano costui per tirare fuori la battuta impertinente della giornata… come si può essere così piccoli ed infatescenti…forse serve una persona di sostegno.

  16. Il signor Zeman non perde occasione per sputare veleno sulla Juve. Ok, non è una grossa notizia. Quello che preoccupa è che si dia voce ad un uomo che con le sue dichiarazioni strampalate può, senza dubbio di smentita, aizzare gli animi alla violenza. E’ un fatto che il clima post-calciopoli generatosi attorno alla Juventus sia sempre ad un passo dall’arroventarsi, basta poco, e succede ormai di frequente. Le vicende legate al processo per le scommesse e, per ultima, la sceneggiata della finale di supercoppa non sono che gli esempi più clamorosi.
    Poi, puntuale, arriva lui con le sue “perle”. Manna dal cielo per giornalisti e intervistatori che bramano e cercano ininterrottamente una provocazione per poterla tradurre in scoop. Magari sono poi gli stessi che commentano sdegnati su atti di intemperanza o vera e propria violenza tra tifosi. Ipocriti all’ennesima potenza, mestieranti che danno voce ad un pazzoide per creare polemica gratuita. Poi ormai si sa, la stampa non si fonda più sulla notizia nuda e cruda, detta con imparzialità, e nemmeno sull’analisi approfondita con obiettività. No, la stampa non è più questa, la stampa cerca la polemica, la vuole a tutti i costi e se non la trova la crea. Una notizia che diventa polemica moltiplica gli articoli, intere pagine di giornali che ripetono un giorno dopo l’altro le stesse cose, la polemica genera altra polemica a livello esponenziale, e così via all’infinito, parlando del nulla.
    All’inizio il giornalismo cercava e diffondeva la verità, ora sembra che i giornalisti (giornalai) abbiano come unico scopo quello di accontentare il committente, e poco importa se le conseguenze saranno una stampa sempre più faziosa e una verità sempre più relativa.
    Tutto questo per dire che non è Zeman il vero mostro della faccenda. Il mostro è chi gli dà voce, usandolo come uno spot anti-Juve e che puntualmente si adopera come cassa di risonanza per rinfocolare altra polemica.
    In fondo chi è Zeman? Un povero frustrato con un’abnorme opinione di sé. Un allenatore che in carriera non ha mai vinto nulla e che di ciò, nel suo delirio, vede la Juve come fonte delle sue disgrazie. Un uomo che asserisce di non essere stato assunto dal Real Madrid per colpa delle ingerenze di Moggi. Un personaggio che con le sue risposte al processo di Napoli si è coperto di ridicolo. In breve, un povero pazzoide!

  17. Zeman fa proprio pena, parla senza aver letto le carte del processo e neanche quelle del regolamento!! Qualcuno chiami la neuro, altro che figc.

  18. Difficile che la Figc prenda provvedimenti contro questo esaurito.

  19. Bravo Marotta. Così mi piaci. Meglio come dirigente che come direttore sportivo 🙂

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi