Mario Mandzukic | Presentazione ufficiale | Video

Mario Mandzukic, presentazione ufficiale: ha scelto il 17 (Video)

Mario Mandzukic, presentazione ufficiale: ha scelto il 17 (Video)

È il giorno di Mario Mandzukic alla Juventus: dopo il primo allenamento ufficiale della stagione 2015-2016, la Juventus ha presentato ai tifosi e alla stampa il nuovo centravanti proveniente dall’Atletico Madrid e chiamato, seppur con caratteristiche diverse, a non far rimpiangere Carlos Tevez.“Ho scelto la Juve perché è un grande club, il migliore in Serie …

È il giorno di Mario Mandzukic alla Juventus: dopo il primo allenamento ufficiale della stagione 2015-2016, la Juventus ha presentato ai tifosi e alla stampa il nuovo centravanti proveniente dall’Atletico Madrid e chiamato, seppur con caratteristiche diverse, a non far rimpiangere Carlos Tevez.“Ho scelto la Juve perché è un grande club, il migliore in Serie A. I bianconeri mi stanno simpatici da anni”, ha esordito in conferenza stampa Mandzukic, che nel recente passato ha anche vestito la maglia del Bayern Monaco e per la sua avventura in bianconero ha scelto il numero 17 di David Trezeguet.

Prima di vestire la maglia della Juventus, Mandzukic conferma che i bianconeri sono sempre stati per lui un avversario molto difficile da battere:

Affrontare la Juve è sempre difficile, ha una difesa tra le più forti che ho affrontato, è una squadra magnifica, da ora in avanti non dovrò più vederla da avversario. Sono entusiasta di poter giocare qui.

Tra i campioni che vestono o hanno vestito la maglia della Juve, il centravanti croato si sofferma su Tevez, Pirlo e Buffon:

Tevez è un grande, un giocatore con una carriera brillante. Anche Pirlo è un giocatore straordinario, ogni squadra sentirebbe la mancanza di due come loro, ma sono arrivate forze fresche, spero per una stagione all’altezza di quella scorsa. Buffon? A Spalato ho parlato a lungo con lui a fine partita, è il mio idolo da quando ero bambino.

Quanto agli obiettivi di Mandzukic alla sua nuova avventura alla Juventus, il nazionale croato è chiaro:

Nessuno si sarebbe aspettato la Juve in finale di Champions l’anno scorso, è la dimostrazione dell’ottimo lavoro fatto dalla squadra e dall’allenatore. E un buon inizio per la stagione successiva, vogliamo ripartire e conquistare la Champions. La gara di Berlino, contro il Barcellona, è stata equilibrata, entrambe le squadre avevano l’opportunità di vincere. Io qui spero di dare il mio contributo, gol a parte. La Juve è abituata a vincere – sottolinea – , mi metto al servizio della squadra per continuare a farlo.

Chiaramente una prima punta, Mario Mandzukic si mette comunque a disposizione della causa: farà tutto ciò che gli chiederà di fare mister Allegri, per il bene della Juventus:

In ogni squadra i più numerosi sono gli attaccanti e non ho mai scelto né fatto preferenze per quanto riguarda come giocare. Credo sia l’approccio migliore. Siamo una famiglia. Siamo qui per far vincere la squadra.

Infine, una battuta sul possibile arrivo in bianconero dell’ex compagno Mario Gotze:

Ho giocato con lui e credo che possa giocare in qualsiasi squadra. E’ un giocatore di grande qualità e una brava persona. Non l’ho sentito al telefono e non ho seguito molto i rumors di mercato negli ultimi giorni.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi