Interviste Primo Piano

Marchisio: “Triplete? A questo punto ci crediamo”

Marchisio intervista
Scritto da Redazione JM

Claudio Marchisio è stato intervistato da Sky Sport e Premium Sport: Juventus al lavoro anche nel giorno della Liberazione

Claudio Marchisio è stato intervistato oggi da Premium Sport e Sky Sport: non c’è sosta nemmeno nel giorno della Liberazione per la Juventus. Archiviata la pratica Genoa, la Juve giocherà venerdì sera in anticipo contro l’Atalanta di Gasperini. L’anticipo è dettato dal fatto che mercoledì 3 maggio i bianconeri saranno di scena in trasferta contro il Monaco per la semifinale di andata di Champions League. “Ora il sesto scudetto – dice il ‘Principino’ , il più importante insieme al primo, e poi non bisogna fermarsi finché non smetto di giocare”.

Allegri ha confermato che non sia il vero Marchisio quello visto in campo negli ultimi tempo: purtroppo non si torna in forma subito dopo un infortunio grave come il suo.

“Come ha sempre detto il mister, e come del resto sapevo anch’io per esperienza di altri compagni che sono passati da questo infortunio, per recuperare ci vuole circa un anno. Un anno nel quale ho avuto alti e bassi, che sono riuscito sempre a gestire nel migliore dei modi. Quando sono rientrato – prosegue Claudio – stavo molto bene ma dovevo fare attenzione a non avere ricadute muscolari, che fortunatamente non ci sono mai state. Avevo già messo in preventivo un anno con qualche difficoltà, ma sono contento di non avere mai avuto grossi problemi e di essere riuscito ad allenarmi con continuità. Ora sto bene e sta soprattutto bene la squadra, che è quello che conta di più, in questo momento fondamentale della stagione”.

Sui prossimi avversari in campionato, Marchisio mette in guardia i suoi compagni:

“L’Atalanta sta facendo una stagione incredibile, grazie ad un allenatore che conosciamo bene. Hanno un gruppo importante – prosegue – , che si è amalgamato subito bene con il nuovo tecnico, e che sta dimostrando la propria qualità fin dall’inizio dell’anno, con grande continuità ed ottima forma. Però stiamo bene anche noi, dobbiamo andare a Bergamo e cercare di fare risultato perché, anche se i punti di distacco sono importanti, noi vogliamo arrivare a raggiungere il traguardo il prima possibile, portando a casa tre punti fondamentali”.

Da venerdì notte si comincerà a pensare al Monaco: la Juve parte favorita dopo aver eliminato nientemeno che il Barcellona.

“Vincere una sfida così importante contro il Barcellona aumenta sicuramente la consapevolezza in tutti noi per poter credere in un grande finale di stagione. Si parlava di un Barcellona a “fine ciclo”, ma non è assolutamente così, abbiamo visto nell’ultima partita contro il Real Madrid quanto siano forti e importanti i loro giocatori, che non mollano mai. Quindi c’è da dar merito a questa squadra, che in questi anni, piano piano, è cresciuta tantissimo, dando tanta fiducia a noi stessi e la consapevolezza agli avversari che affrontare la Juve non è così semplice. In questi anni abbiamo vissuto momenti importanti: tornare a vincere ha portato la squadra ad avere maggiore consapevolezza nei propri mezzi in Italia, e man mano anche in Europa. Da tre anni a questa parte – le parole riportate da Juventus.com – , gli avversari hanno un’idea diversa quando affrontano la Juventus: due anni fa siamo arrivati in finale, l’anno scorso siamo usciti agli Ottavi contro una grande squadra come il Bayern e con un’ottima prestazione da parte nostra. Quest’anno stiamo confermando di avere superato quella fase in cui la Juventus non riusciva ad essere importante in Europa”.

Massimo rispetto, però, per il Monaco, squadra che sa essere assai pericolosa con i suoi ragazzini terribili:

“L’esaltazione deve esserci soltanto durante la partita, dobbiamo avere voglia di dimostrare e fare sempre di più. Bisogna avere sicuramente grande rispetto del Monaco: forse delle quattro squadre rimaste in corsa in Champions è la meno blasonata, però se è arrivata qui e se l’abbiamo già incontrata negli ultimi anni, è perché sta dimostrando non soltanto in Francia, ma anche in Europa di avere le carte in regola per potersela giocare fino in fondo. Ha eliminato avversari importanti, e sappiamo bene che saranno due partite molto difficili. Il Triplete? Obbligo crederci. Arrivati a questo punto della stagione dobbiamo crederci. Abbiamo un bel vantaggio in campionato, siamo in semifinale di Champions e in finale di Coppa Italia, dobbiamo essere convinti”, conclude Marchisio.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi