Maradona shock: "ai Mondiali del 1994 ci doparono" | JMania

Maradona shock: “ai Mondiali del 1994 ci doparono”

Maradona shock: “ai Mondiali del 1994 ci doparono”

“Ci doparono con l’Australia per andare ai Mondiali del ‘94″. A 17 anni di distanza dall’episodio che gli costò la carriera (la positività all’efedrina dopo la gara con la Grecia a Usa ‘94′), Diego Armando Maradona esce allo scoperto e, ad una tv argentina, fa inedite rivelazioni su quella nazionale. “Sapete perchè non ci furono controlli …

Ci doparono con l’Australia per andare ai Mondiali del ‘94″. A 17 anni di distanza dall’episodio che gli costò la carriera (la positività all’efedrina dopo la gara con la Grecia a Usa ‘94′), Diego Armando Maradona esce allo scoperto e, ad una tv argentina, fa inedite rivelazioni su quella nazionale. “Sapete perchè non ci furono controlli antidoping nè in Australia, nè nel campo del River nel doppio spareggio?”, dice l’ex Pibe de Oro. “Perchè la nostra presenza in America era troppo importante. Ci davano un caffè in cui mettevano qualcosa nel pre-gara così correvi di più”. Maradona aggiunge che il presidente federale Julio Grondona era a conoscenza delle manovre illecite. “C’era l’imbroglio e lui lo sapeva”. Poi conclude affermando di essere intenzionato a raccontare altre verità alla giustizia: “Dirò con chi ho preso il caffè, con chi mi sono seduto e perchè non ci fu antidoping”.

Credits: CalcioNews24
Fracassi Enrico

Un commento

  1. Beh, credo che nn solo in U.S.A. ’94 si siano dopati(tutti),x quanto riguarda Maradona,sappiamo bene tutti com’è andata la sua vita privata e sportiva,quindi un caffè in piu’ opp in meno,x lui cambiava pochissimo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi