Maglie Juventus, è boom | Vendite triplicate rispetto al 2014

Maglie Juventus 2015-2016, è boom: vendite triplicate rispetto al 2014

Maglie Juventus 2015-2016, è boom: vendite triplicate rispetto al 2014

Maglie Juventus 2015-2016: criticate sui social network, ma nei negozi è boom di vendite. La stagione bianconera non è ancora iniziata, ma la Juve ha già vinto: rispetto ad un anno fa, nonostante gli addii di Tevez e Pirlo, le cui maglie erano le più richieste, sono state vendute il triplo di divise. Lo racconta …

Maglie Juventus 2015-2016: criticate sui social network, ma nei negozi è boom di vendite. La stagione bianconera non è ancora iniziata, ma la Juve ha già vinto: rispetto ad un anno fa, nonostante gli addii di Tevez e Pirlo, le cui maglie erano le più richieste, sono state vendute il triplo di divise. Lo racconta in un’intervista a ‘La Stampa’ Francesco Calvo, che ricopre il ruolo direttore marketing e commerciale della Juventus. Nell’annunciare i dati, Calvo sottolinea come decisivo sia stato il contratto di partnership con Adidas:

Il Made in Italy nel calcio non è mai stato sfruttato e noi siamo gli unici a poterlo fare. L’accordo con Adidas ci fa molto felici. La precedente intesa, quella con Nike, non era più al passo con i tempi. Adidas ci garantisce una esposizione globale.

Continuano ad entrare soldi freschi, dunque, nella casse della Signora, che da Adidas riceverà 139 milioni per sei anni di sponsorizzazione. La novità, però, è che rispetto al precedente contratto con Nike, la Juventus gestirà da sola il marketing del proprio marchio, con lo scopo di farlo crescere e avvicinarsi alle big d’Europa. Per fare ciò, sottolinea Calvo, la dirigenza ha deciso di rafforzare il brand Juve in USA e Asia, con particolare attenzione alla Cina: proprio nei giorni scorsi, infatti, i campioni d’Italia sono sbarcati su Sina Weibo, il social network più popolare del paese, che assieme alla Supercoppa che si giocherà a Shanghai contro la Lazio l’8 agosto, dovrebbe contribuire ad aumentare le vendite di merchandising. Il progetto è comunque solo all’inizio: come si esporta e si fa sfondare il brand Juve? Ecco la risposta di Calvo:

Andandoci, come abbiamo lo scorso anno con la tournèe in Australia, Indonesia e Singapore. Grazie all’intesa con Adidas, che ci dà una grossa esposizione che dovremo saper sfruttare. Con il sito internet, che stiamo ampliando con nuove lingue.

Dalla vendita di merchandising, anche on line, la Juventus si aspetta di incassare 15 milioni di euro dalla vendita nel primo anno e di crescere in doppia cifra per tutti i 5 anni successivi dell’accordo con Adidas.

NUOVE MAGLIE JUVENTUS 2015-2016: FOTO E PREZZI

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi