Lotito nei guai: l'Al Saad ricorre alla FIFA per Zarate | JMania

Lotito nei guai: l’Al Saad ricorre alla FIFA per Zarate

Non gli bastavano le vicenda Pandev e Ledesma a togliergli il sonno. Ora ci si mette anche un nuovo guaio legato a Sergio Zarate. Andiamo con ordine. Sul fronte del macedone l’insediamento del collegio arbitrale, presieduto dall’avvocato Mario fezzi potrebbe portare a un giudizio delle querelle nel giro di un mese: Goran sente aria di …

zarateNon gli bastavano le vicenda Pandev e Ledesma a togliergli il sonno. Ora ci si mette anche un nuovo guaio legato a Sergio Zarate. Andiamo con ordine. Sul fronte del macedone l’insediamento del collegio arbitrale, presieduto dall’avvocato Mario fezzi potrebbe portare a un giudizio delle querelle nel giro di un mese: Goran sente aria di rescissione del contratto e potrebbe dunque avere poi mano libera per trattare con i club che lo corteggiano: l’Inter è da tempo su di lui (Mourinho vuole un rinforzo visto che Eto’o farà la Coppa d’Africa e su Balotelli non ha certezze), ma la Juventus non si è mai arresa ed è più agguerrita che mai sul giocatore.

Caso Ledema. Il presidente biancoceleste ha accusato l’argentino di non aver voluto far pace spiegando che gli aveva chiesto di sottoscrivere una lettera dal seguente contenuto: “In questi ultimi mesi sono nate incomprensioni tra me e la societa’, fonte di tensioni all’interno dello spogliatoio e nei rapporti con la tifoseria. E pur non ritenendomi responsabile a riguardo, ma se tutto questo, anche se involontariamente, ha creato dei problemi me ne scuso. Adesso comunque, tutti insieme, diamoci da fare al bene della Lazio”. Niente sottoscrizione del testo da parte dell’argentino che, stando a quanto afferma Lotito, “Mi ha fatto dire che le scuse dovevo farle io”.
Ora, ecco pure il caso Zarate. L’Al-Sadd, il club del Qatar proprietario del cartellino, ha presentato alla Fifa un esposto per il trasferimento del n. 10 argentino alla Lazio, avvenuto ufficialmente il 9 luglio del 2008. Nel documento, secondo quanto spiega ‘Cittaceleste.it’, si accuserebbe la società capitolina di una sorta d’istigazione al giocatore. Motivo? Affinchè il ragazzo facesse ricorso alla clausola rescissoria contenuta nel contratto firmato con il club di Doha. Da parte sua, il club romano ha già presentato una memoria difensiva dove sostiene che Zarate ha scelto di legarsi alla Lazio in base alla propria volontà. Una brutta gatta da pelare per Lotito, un pensiero in più in mezzo ad altri mille (non dimentichiamo che la squadra è attualmente in zona retrocessione, lontana dalle posizioni che ambiva a inizio stagione). La sentenza non dovrebbe arrivare prima della primavera del 2010.
(Credsits: Affaritaliani)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi