Lippi non c'è più, ora tocca agli altri | JMania

Lippi non c’è più, ora tocca agli altri

Riporto e straquoto l’editoriale di Alvaro Moretti, giornalista di Tuttosport, che come al solito da sagace osservatore di calcio qual è esprime meglio di tutti l’attuale situazione del calcio italiano. Lippi le colpe ce le ha, in buona parte se le assume, in altra parte (vedrete) le scaricherà altrove, anche dove è giusto: il calcio …

Riporto e straquoto l’editoriale di Alvaro Moretti, giornalista di Tuttosport, che come al solito da sagace osservatore di calcio qual è esprime meglio di tutti l’attuale situazione del calcio italiano.

Lippi le colpe ce le ha, in buona parte se le assume, in altra parte (vedrete) le scaricherà altrove, anche dove è giusto: il calcio italiano fa di tutto per essere d’intralcio alla Nazionale. Ma ci sono responsabili meno visibili all’orizzonte fumigante che appare adesso, dopo una eliminazione che impone un repulisti complessivo al quale non andremo incontro: ha sbagliato e di brutto anche la Federazione, nella persona del suo presidente Abete. Con che fretta estromise il grigio Donadoni, perché rivoleva Marcello, il suo Marcello col quale tutta la Federazione ha battibeccato nell’ombra e nel silenzio prima dell’impresa del 2006 e prima di questa. Andava per conto suo, Marcello Lippi, ci sono anche le intercettazioni telefoniche che riemergono in queste ore a testimoniarlo: ha fatto quel che ha voluto, ha fatto quel che Abete e la struttura federale gli hanno consentito di fare. E tutti insieme hanno messo sale sulle ferite profondissime che il calcio italiano porta come stimmate dal 2006. Lippi a casa, con troppo anticipo e sollievo di tutti, ci va da sè felice della sua esperienza senza lo sposo Cassano e il maturando Balotelli. E senza Tiago Motta, che italiano voleva esserlo: avremmo avuto almeno un campione d’Italia e d’Europa in campo anche noi. Lippi fuori gioco c’è da mesi, restano gli altri incapaci di gestire un calcio professionistico che produce fallimenti, violenza, incapacità di crescita e respiro corto, oltre che fenomeni grotteschi come quelli della giustizia sportiva, specchio – come la Nazionale – del fallimento di un sistema. Dispiace dirlo: non basta che a casa vada il solo Lippi o che si rosoli per bene capitan Cannavaro. Loro sono il passato, a noi preoccupa il presente e il futuro di chi deve fare le scelte e che non paga per quelle sbagliate.

Di Alvaro Moretti per il Filo Spinato-Tuttosport

6 commenti

  1. conseguenza del nostro calcio
    questa è la nostra realtà

  2. [email protected]

    già già

  3. L’Italia è un Paese leggermente in difficoltà 😀

  4. Ma soprattutto un grazie (humor) a chi a non ha più il senso dello humor

  5. Grandissima Juve = Nazionale Campione del Mondo, Juve Disastrosa = Flop Nazionale.. Considerazioni:
    1) Juve squadra più italiana di sempre.
    2) Hanno distrutto la Juve
    3) Hanno distrutto il campionato italiano
    4) Hanno distrutto la nazionale italiana
    5) Hanno più semplicemente distrutto il calcio italiano
    6) Hanno fatto fare una figura di merda all’Italia intera.
    7) Hanno permesso ad un buffone di prendere in giro l’Italia intera
    8) Hanno adorato e adorano suddetto buffone
    9) Riusciranno a nascondere le loro magagne
    10) La Juve forse, prima o poi, tornerà grande.
    11) Quando accadrà sarà la rinascita del calcio italiano.
    12) Penso ci sia bisogno di una rivoluzione (non armata) nella società italiana affinché le cose cambino (non solo calcisticamente)
    Un grazie (humor) ai politici, ai mafiosi, ai padani convinti, ai razzisti, agli anti patrioti, ai raccomandati e ai raccomandanti, ai preti pedofili e agli atei modaiuli, e a tanti altri che non cito.. Il calcio è una pur piccola rappresentazione del momento italiano.. Scusate lo sfogo..

  6. Non è arrivato il bonifico forse…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi