L'Inter prova a sgambettare la Juve sul mercato e insiste per Giovinco | JMania

L’Inter prova a sgambettare la Juve sul mercato e insiste per Giovinco

L’Inter prova a sgambettare la Juve sul mercato e insiste per Giovinco

Mentre Juventus e Parma continuano a rimandare l’incontro per definire il futuro di Sebastian Giovinco (25), a metà fra i due club, l’Inter pare fare sul serio: secondo indiscrezioni riportate oggi da ‘Tuttosport’ e confermate dalla redazione sportiva di “Sky”, il club nerazzurro avrebbe sondato ufficialmente il terreno con i ducali, che si sarebbero detti …

Mentre Juventus e Parma continuano a rimandare l’incontro per definire il futuro di Sebastian Giovinco (25), a metà fra i due club, l’Inter pare fare sul serio: secondo indiscrezioni riportate oggi da ‘Tuttosport’ e confermate dalla redazione sportiva di “Sky”, il club nerazzurro avrebbe sondato ufficialmente il terreno con i ducali, che si sarebbero detti disposti a cedere la loro metà della ‘Formica Atomica’ chiedendo in cambio il cartellino del brasiliano Coutinho, centrocampista offensivo classe 1992 che ha giocato la seconda parte della stagione in prestito all’Espanyol. Il club di Moratti al momento non pare disposto a privarsi del ragazzo che pare essere entrato nelle grazie di Stramaccioni. Qualora Inter e Parma dovessero pure accordarsi, poi i nerazzurri dovrebbero andare a Torino e trattare con Marotta: un contatto che promette scintille poiché nelle ultime settimane il club milanese si è inserito con azioni di disturbo in diverse trattative di mercato della Juve, da Verratti a Destro, da Isla ad Asamoah.\r\n\r\nProprio per quel che riguarda i due bianconeri friulani, secondo quanto riporta ‘Canalejuve.it’ , l’Udinese avrebbe dato alla Juventus il benestare affinché la Juventus possa trattare direttamente con gli agenti dei giocatori e addirittura la prossima settimana potrebbe esserci l’ufficializzazione del doppio colpo e le visite mediche di Asamoah e Isla.

LEGGI ANCHE  Dybala - Juve: tira e molla finito, a gennaio la firma del rinnovo

10 commenti

  1. Per Ghirardi, presidente del Parma, “La Formica Atomica” vale 40 milioni. Bene, siccome abbiamo metà del cartellino, se ce ne desse 20 di milioni ci faremo una ragione.

  2. Indifferenza totale.

  3. logicamente la metà di Giovinco andava fatta pagare di più..

  4. la Juve per metàGiovinco ha incassato 3,5 milioni di euro..\r\nsecondo me Marotta vuole andare alle buste..\r\nci mette dentro 13 milioni di euro.\r\nSe il Parma offre meno la juve lo paga 13-3.5 cioè 9.5 milioni di euro\r\nSe il Parma offre anche 13,100 milioni la Juve fa una plusvalenza di\r\n16,600 milioni\r\nnon è male in entrambi i casi\r\nciao

  5. per avere qualcuno innamorato dei microfoni………meglio i soldi……il rapporto di gioventu con Giovinco si e interrotto da tempo avremmo un contestatore e una persona insoddisfatta…se il Parma vuole fare affari con Moratti paghi ripeto paghi….e poi via ognuno per la sua strada……io penso Giovinco alla Juve abbia avuto le sue chanches….ma non le ha sfruttate,,,comunque auguri

  6. quoto Ardi_21

  7. Io francamente mi sono rotto con questo personagio. Se il Parma (o chi dietro lei) lo vuole che paghi una decina di milioni per la metta. Io quei soldi gli investirei su Jovetic. Con 20-22 millioni i viola c’e lo portano a Torino. Io stravedo per JoJo. Piu giovane di Giovinco e piu forte tecnicamente e fisicamente.

  8. Sapete come la penso su Giovinco se doveva diventare il Messi nostrano lo era gia’ diventato.\r\nE’ un buon giocatore ma non tale da cambiare gli equilibri. \r\n\r\nMeglio monetizzare e investire su Destro

  9. meglio cederlo non è da top team….

  10. Ma questo Giovinco siamo sicuri di volerlo??

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi