L'ingiustizia sportiva e la Supercoppa con l'asterisco | JMania

L’ingiustizia sportiva e la Supercoppa con l’asterisco

L’ingiustizia sportiva e la Supercoppa con l’asterisco

(Di Mirko Nicolino) La Supercoppa Italiana verrà giocata molto probabilmente da una squadra con tesserati sanzionati e da un’altra con l’asterisco. Mi permetto di fare mia questa osservazione dell’amico Antonio Corsa a Juventus Channel per fare una serie di osservazioni che ieri molti hanno tralasciato di fare, più o meno volutamente. Tra le comunicazioni di …

(Di Mirko Nicolino) La Supercoppa Italiana verrà giocata molto probabilmente da una squadra con tesserati sanzionati e da un’altra con l’asterisco. Mi permetto di fare mia questa osservazione dell’amico Antonio Corsa a Juventus Channel per fare una serie di osservazioni che ieri molti hanno tralasciato di fare, più o meno volutamente.
Tra le comunicazioni di ieri della Procura federale, c’è la decisione di rinviare a settembre la valutazione delle posizioni di Lazio (pare gravissima la posizione di Mauri), Genoa (coinvolto Palacio, ora all’Inter) e Napoli (Gianello ha tirato in ballo tra gli altri Cannavaro e Grava). La Procura Federale, infatti, non dispone ancora di tutti gli incartamenti della giustizia ordinaria per questi soggetti indagati. Le eventuali sanzioni per questi tesserati con le responsabilità dirette o oggettive dei rispettivi club verranno valutate, quindi, a campionato iniziato e diverranno immediatamente esecutive.
Così come diverranno immediatamente esecutive eventuali sanzioni per i tesserati della Juve i cui deferimenti verranno valutati a partire dal 1 agosto. Per la gara di Supercoppa – 11 agosto a Pechino – la Juventus potrebbe dunque dover fare a meno di Conte, Pepe, Bonucci, Alessio e Stellini, mandando in panchina il tecnico della Primavera, Marco Baroni. Il Napoli, invece, a parte l’Olimpico Cavani, avrà la squadra al completo. Specifico, lungi da me la volontà di recriminare sulle assenze, siamo la Juve e rimaniamo superiori al Napoli ugualmente, vista l’ampia rosa a disposizione quest’anno. Il problema è rappresentato dalla solita disparità della giustizia, che ha sempre due o tre velocità a seconda dei soggetti indagati.
L’11 agosto a Pechino, dunque, scenderà in campo una squadra i cui tesserati (mi rifiuto di entrare nel merito per sempre schifo nei confronti del funzionamento della giustizia sportiva) avranno pagato, l’altra con un asterisco sul petto. Cosa succederebbe se poi a settembre un calciatore del Napoli venisse sanzionato e magari alla società azzurra venisse comminata una penalizzazione? Perché la Juventus dovrà rinunciare sia da subito a poter utilizzare alcuni tesserati, mentre altre società potranno iniziare il campionato senza colpo ferire e con tutti gli effettivi? Vedete, a pensar male si fa peccato, ma a volte si ci piglia. Volete sapere che idea mi sono fatto? A settembre il campionato avrà già alle spalle un bel po’ di giornate, a chi volete che interessi se gente come Mauri, Cannavaro o Palacio venissero squalificati? Abbiamo passato ormai almeno un mese a spalare m…elma sulla Juve, ormai tutto il resto può passare in cavalleria. Volemose bene e ogni tanto “scansamose”. I love Italy.

11 commenti

  1. Scrivevo la giornata di Juventus-Roma 4 -0 :Una serie di fatti apparentemente slegati mi torturano.Oggi secondo rigore della stagione (sacrosanto). Osvaldo, secondo me in paranoia, dice che a parte le quattro pere che ha rimediato la sua squadra, è stato brutto sentirsi impotente di fronte ad un arbitraggio a senso unico e alle arie da semi-dio di Bergonzi. Ibraimovic fermato per un fuorigioco inesistente che va in gol e che non riceve il rigore per quanto strattonato in area (sarebbe bastato molto meno solo due domeniche fa). Palazzi interrogherà Conte che si dice (grazie agli spifferi orditi dal giornalaccio rosa che fa le sentenze) rischi un anno di squalifica. Moggi afferma che la Juve ha le carte per riprendersi gli scudetti ergo anche il risarcimento plurimilionario dalla lega. Conte si dice tranquillo: si aspettava questi tentativi destabilizzanti. Mi viene un pensiero: la Juve deve rinunciare alle richieste di risarcimento, altrimenti hanno in mano Antonio Conte.

  2. vincere la supercoppa sarebbe importantissimo per lanciare un segnale fortissimo: la Juve c’è e continua a vincere

  3. Sacrosanto il problema sollevato in questo articolo

  4. @juventino49, vorrei essere ottimista come te, ma, pur essendo un estimatore di A AGNELLI, sono convinto che la Dirigenza Juve, fino ad oggi non ha fatto tremare nessuno.
    Chi è tremolante di paura, non persiste nel torturare la Juve.
    Ritengo che quanto riportato in questo OTTIMO articolo, sia noto al nostro Presidente e che questi faccia le Sue SONORE rimostranze presso le sedi competenti.

  5. a mio parere, correggetemi JM se sbaglio, puo’ avere un significato: ANDREA AGNELLI non si e’ piegato come anche molti juventini ipotizzano, vedi terza stella, ma sta portando avanti sotto traccia le sue sacrosante rivendicazioni su FARSOPOLI, e in federazione qualcuno sta tremando di brutto, o no.

  6. De laurentis ha una definizione sola che racchiude in se tutto : NAPOLETANO

  7. La farsa continua. Mi raccomando . Non facciamo niente come al solito. Mi riferisco alla società. Rimaniamo piegati a 90.

  8. come al solito disparità di giudizio A DANNO DELLA JUVE ! che i media fanno passare in cavalleria!!!!!

    MA SIAMO PIU’ FORTI E DIMOSTRIAMOLO ANCHE CON L’ALLENATORE IN TRIBUNA !!!!!

  9. Concordo con l’articolo succitato e chiedo al sig.
    De Laurentiis come mai sui deferimenti non si lamenta (Vedi Cannavaro )e per la Supercoppa non ci sono “figli e figliastri”.

    Lotteremo anche contro questa ingiustizia e vinceremo la Supercoppa a dimostrazione che siamo ormai un gruppo UNITO e vaccinati a tutte le disavventure.

    Forza Juve, Ora e Sempre

  10. Hai ragione su tutta la linea!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi