L'eredità di Allegri

L’eredità di Allegri

L’eredità di Allegri

Non per essere pessimisti ma il mister Allegri sta vivendo ancora di rendita. Ha ereditato una squadra tosta, combattiva e nel primo anno ha seguito l’onda d’urto della squadra che per tre anni ha dominato il campionato Italiano.\r\n\r\nNel secondo anno della sua guida ha dovuto fare i conti con una nuova realtà e la contemporanea …

Non per essere pessimisti ma il mister Allegri sta vivendo ancora di rendita. Ha ereditato una squadra tosta, combattiva e nel primo anno ha seguito l’onda d’urto della squadra che per tre anni ha dominato il campionato Italiano.\r\n\r\nNel secondo anno della sua guida ha dovuto fare i conti con una nuova realtà e la contemporanea assenza di tre big lo hanno messo in crisi. Costretto a cambiare disposizione tattica con i nuovi giocatori venuti a far parte della rosa, ha steccato non riuscendo a trovare un nuovo assetto tattico. Con 7 centrocampisti di valore si è ostinato a giocare come se avesse in squadra due ottimi esterni. Per cinque partite ha navigato alla cieca non trovando l’assetto giusto: Si è ostinato a insistere nello schierare una squadra difensiva mentre non c’era più il filtro a centrocampo: Pogba si è trovato spaesato non avendo la copertura di un Pirlo, Vidal e anche di Tevez. Anche la difesa ha sbandato non avendo un filtro a centrocampo. Ha distrutto un attaccante d’area come Llorente.\r\n\r\nSolo quando ha dovuto schierare una compagine di attacco, come si usa in Europa, la risposta della squadra è stata spavalda, cattiva, intraprendente e determinata. Speriamo abbia capito la lezione e non trasmetta più ai giocatori calma e prudenza perché nella Juve il solo motto che conta è vincere. Non siamo nati per difenderci perché la tradizione non ce lo permette.

LEGGI ANCHE  Porto-Juventus 0-2: interviste ad Allegri, Pjaca e Pjanic

5 commenti

  1. Il nostro bravo tecnico Allegri sapeva che la nuova rosa avrebbe sofferto la mancata intesa tra i reparti e nonostante ciò ha preferito continuare a schierare una squadra che non aveva niemte a che fare con la vecchia: Ha fatto una preparazione approssimativa affidandosi ancora una volta alla eredità di forma e voglia\r\ndi vincere inculcata da Conte. Quando ha cambiato si sono visti i frutti, la finale di Champions e le prime due vittorie in europa di questa nuova stagione. Un Allenatore deve dare la sua impronta alla squadra e non seguire la vecchia impostazione data in precedenza dal suo precedessore. Sembra che sia stia convincendo ma deve registrare la difesa che non mi sembra più invulnerabile.

  2. Scusate ma non capisco il senso dell’articolo…cose dette e ridette da agosto,….il problema è stato ed è che la juve quest’anno non ha mai fatto una vera preparazione tattica e atletica e il risultato si vede adesso…Allegri sta cercando la quadra adesso invece che farlo ad agosto. E come detto in altro post sarà così fino almeno a natale e dovremo prepararci ad altri risultati altalenanti..

  3. pino da Mannheim-Germany

    E speriamo che lo abbia capito!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi