Lepore: "Dopo Calciopoli non è cambiato nulla. Il Napoli non è coinvolto" | JMania

Lepore: “Dopo Calciopoli non è cambiato nulla. Il Napoli non è coinvolto”

Lepore: “Dopo Calciopoli non è cambiato nulla. Il Napoli non è coinvolto”

“Se ci sono dei reati è nostro dovere intervenire. Allo stato attuale posso escludere che il Napoli sia coinvolto”. Il procuratore di Napoli, Giovandomenico Lepore, ai microfoni di ‘Radio CRC’ si affretta ad escludere il coinvolgimento della società azzurra dallo scandalo scommesse. Strano vedere come alcuni PM protagonisti di questa vicenda, pur confermando di non …

Se ci sono dei reati è nostro dovere intervenire. Allo stato attuale posso escludere che il Napoli sia coinvolto”. Il procuratore di Napoli, Giovandomenico Lepore, ai microfoni di ‘Radio CRC’ si affretta ad escludere il coinvolgimento della società azzurra dallo scandalo scommesse. Strano vedere come alcuni PM protagonisti di questa vicenda, pur confermando di non avere alcuna prova diano subito patenti di colpevolezza o assoluzione a seconda dell’oggetto del discutere.Per cambiare il risultato di una partita c’è bisogno dell’accordo di tante persone come giocatori, allenatori, arbitri e così via (quindi Calciopoli non è mai esistita visto che sono stati tutti scagionati tranne Moggi che non poteva di certo cambiare il risultato di una partita da solo con la bacchetta magica, ndr). Non sappiamo ancora il meccanismo tramite il quale il travisamento dei risultati sia avvenuto. Il denaro muove le montagne, poi ci possono essere anche altri interressi collaterali. Siamo all’inizio delle indagini ma penso che verranno fuori molte cose. Col processo di Calciopoli abbiamo evidenziato molte cose che non andavano, abbiamo dato la possibilità alla Federazione Italiana di cambiare qualcosa ma non è cambiato nulla. Da quando sono venute fuori le scommesse, la criminalità organizzata, che ha buon fiuto, ha cercato di sfruttare la situazione. Abbiamo cominciato ad indagare non tanto sul gioco del calcio ma quanto sulle scommesse. Per quello che ci interessa – ha sottolineato il numero uno della procura partenopea – l’importante è coltivare il filone delle scommesse e scoprire come vanno le cose. Chi riesce ad influire sul risultato delle partite deve venire fuori. Come cittadino, mi ha sempre sorpreso il fatto che dei risultati di alcune partite, all’ultimo minuto si ribaltassero: mi è sempre sembrata una cosa strana”. Eppure la storia del calcio è zeppa di epici ribaltoni che hanno assegnato trofei di ogni sorta: sono stati tutti risultati truccati? O ci dobbiamo aspettare presto una regola che vieti di insaccare il pallone in rete dall’80esimo in poi?


7 commenti

  1. tanto se è vero che ci sono la asromaMERDA e l’inter(detta) in mezzo il tutto finirà in una bolla di sapone perchè moratti e unicredit sono troppo potenti e nessuno gli và contro.

  2. Il calcio da la possibilità a tanti buffoni finire sui giornali.I giudici devono parlare coi atti e con le sentenze non sui giornali.Parlare di calciopoli dopo che milliaia di telefonate erano nascoste in malafede da Provolone Auricchio mi sembra veramente il colmo.Invece, dovrebbero chiedere scusa ai cittadine per il modo dilettantesco di condurre le indagini e di aver sperperato il danaro pubblico per farsi solo pubblicità.

  3. Il calcio da a possibilità a tanti buffoni finire sui giornali.I giudici devono parlare con atti e con le sentenze non sui giornali.Parlare di calciopoli dopo che milliaia di telefonate erano nascoste in malafede da Provolone Auricchio mi sembra veramente il colmo.Invece, dovrebbero chiedere scusa ai cittadine per il modo dilettantesco di condurre le indagini e di aver sperperato il danaro pubblico per farsi solo pubblicità.

  4. che schifooooooooooooooooooooo

  5. io come cittadino sono invece sorpreso che dei pm usino i nostri soldi per farsi pubblicità (per poi magari darsi alla politica) perseguitando con un processo persone che avevano l’unica colpa di saper fare bene il proprio lavoro.

  6. non eravamo noi la pecora nera del calcio italiano non era la triade il marcio della serie A…

    la Juventus deve chiedere un risarcimento danni di almeno 300mln per danni d’immagine e per danni alla squadra

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi