Le interviste di Juventus - Napoli (Conte, Del Piero, Marchisio) | JMania

Le interviste di Juventus – Napoli (Conte, Del Piero, Marchisio)

Le interviste di Juventus – Napoli (Conte, Del Piero, Marchisio)

La Juventus perde l’imbattibilità sul più bello: la Coppa Italia è andata al Napoli, squadra che nei 90 minuti è sembrata a vere più rabbia agonistica dei bianconeri. Una sconfitta che non cambia comunque il giudizio della stagione degli uomini di Conte, che hanno comunque fatto qualcosa di straordinario: “Dispiace per il risultato. Non mi …

La Juventus perde l’imbattibilità sul più bello: la Coppa Italia è andata al Napoli, squadra che nei 90 minuti è sembrata a vere più rabbia agonistica dei bianconeri. Una sconfitta che non cambia comunque il giudizio della stagione degli uomini di Conte, che hanno comunque fatto qualcosa di straordinario: “Dispiace per il risultato. Non mi piace perdere e non deve piacere a nessuno, soprattutto quando si assegna un trofeo. Cerchiamo di imparare anche da questi momenti. Intanto facciamo i complimenti al Napoli per la vittoria, di fronte avevamo una squadra forte, che in Champions è uscita contro chi ha poi vinto il trofeo. Resta comunque quello fatto da questa squadra che è straordinario, dobbiamo sempre portarcelo nella mente. Devo ringraziare tutti i miei ragazzi per ciò che hanno fatto, in particolare Del Piero che, con Buffon e Pirlo, è stato uno dei capisaldi”, ha dichiarato il tecnico bianconero nella conferenza stampa di fine gara.

[youtube width=”540″ height=”370″]http://www.youtube.com/watch?v=zwuTAllt7po[/youtube]

E’ stata l’ultima gara con la maglia della Juve di Alessandro Del Piero, certo il capitano sperava in un addio con trofeo, ma la stagione rimane da incorniciare:

E’ stato un anno incredibile e in queste ultime settimane si sono mischiate una marea di emozioni. C’è rammarico per la finale persa, ma questa squadra ha comunque disputato una stagione eccezionale. E’ mancata la ciliegina sulla torta, ma la torta l’abbiamo mangiata lo stesso. Ringrazio tutti per quanto successo quest’anno e in tutta la mia carriera. Quando sono uscito dal campo, ero dispiaciuto perché stavamo perdendo, ma sono stato orgoglioso dell’affetto che mi è stato ancora una volta dimostrato. Cosa farò? Ora andrò in vacanza e poi si volterà pagina, ha spiegato Del Piero.

[youtube width=”540″ height=”370″]http://www.youtube.com/watch?v=YbvmTtHItYY[/youtube]

All’uscita di Alex, ha indossato la fascia di capitano Claudio Marchisio, a fine gara rammaricato per il risultato e per il rigore non concessogli dall’arbitro sullo 0-0:

Era netto, invece il loro rigore nella ripresa è stato l’episodio che ha cambiato la partita. Siamo partiti lenti e siamo cresciuti nella seconda parte di gara. Peccato, volevamo chiudere in modo perfetto questa stagione in cui abbiamo fatto cose che nessuno poteva credere. Siamo cresciuti partita per partita, prendendo fiducia. Per questo a tutti vanno i complimenti. Del Piero? Sono contento di aver giocato tanti anni con lui, gli auguro ogni bene.

[youtube width=”540″ height=”370″]http://www.youtube.com/watch?v=pB5wSPyCaLU[/youtube]

2 commenti

  1. sicuramente giuseppe

    Nonostante la sconfitta l’annata è di quelle da ricordare sicuramente sulla sconfitta hanno pesato i festeggiamenti ma anche da questo si denota come ancora ne abbiamo di strada da fare per irtornare la vecchia Juve. Andrò in controtendenza ma vi assicuro che non è la delusione per la sconfitta. Per la juve la vittoria deve essere la normalità per cui una volta ottenuta bisogna pensare alla successiva così non è stato. E comunque la partita di ieri ha messo in evidenza che servono quei due innesti offensivi soprattutto che danno qualità alla squadra che ci permettono di non dover andare a mille per arrivare alla vittoria. Questa sconfitta deve servire da insegnamento.

  2. Diciamocela tutta! La squadra ubriaca dei festeggiamenti per la vittoria dello scudetto, ha affrontato questo incontro con le pile scariche, con una formazione non al meglio della sua condizione psico-fisica. Sicuramente le assenze forzate di Chiellini e De Ceglie ci hanno fortemente penalizzato anche se al posto di Conte avrei cercato di mettere in campo la migliore formazione. Non avrei regalato Vucinic relegandolo in panchina, ne tantomeno, come nel corso del Campionato, avrei schierato Lichsteiner sull’out dx. Zuniga, in quella fascia, ha fatto il bello ed il cattivo tempo; in più a centrocampo avrei cercato di far giocare Marrone al posto di Pirlo, stanco al pari degli altri centrocampisti, della stagione appena conclusa. Certo con il sernno di poi si può dire tutto ed il contrario, ma devo ammettere che all’inizio della partita, a formazione annunciata, non avrei scommesso un centesimo sulla nostra vittoria finale. Ultima annotazione degna di nota: il Napoli ha concluso la stagione calcistica 2011/2012 con 9 rigori a favore e 0(ZERO) contro; anche questo è un record che dovrà passare alla storia.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi