Lazio - Juventus 0-1: le pagelle | JMania

Lazio – Juventus 0-1: le pagelle

Lazio – Juventus 0-1: le pagelle

Buffon 6: a dire il vero non viene impegnato chissà quanto, ma nelle uniche due occasioni in cui viene chiamato in causa se la cava egregiamente. Un’uscita tmpestiva e una buona parata su Hernandes. Bene così. Motta 3: il ragazzo non solo non merita la Juventus, non merita proprio la categoria. Di giocatori come lui …

Buffon 6: a dire il vero non viene impegnato chissà quanto, ma nelle uniche due occasioni in cui viene chiamato in causa se la cava egregiamente. Un’uscita tmpestiva e una buona parata su Hernandes. Bene così.

Motta 3: il ragazzo non solo non merita la Juventus, non merita proprio la categoria. Di giocatori come lui se ne trovano a bizzeffe nei campetti di periferia. Non sa difendere, non sa attaccare, non sa passare il pallone. Cosa sa fare per meritare di giocare a calcio, in
Serie A e nella Juventus?

Salihamidzic 5,5 (dal 26° s.t.): entra e viene ammonito dopo 20 secondi per un fallo che abbiamo visto comettere ai laziali più volte nello stesso match, senza mai essere sanzionato con il giallo. Nei primi minuti è impacciato, e ne ha ben donde non giocando da parecchio tempo. Mette l’esperienza al servizio nelle chiusure e sbroglia di testa due mischie pericolose. Pratico ma arruginito.

Barzagli 7: sempre attento e tempestivo nelle chiusure. In questo finale di stagione si sta rivelando in assoluto il difensore più affidabile della Juventus. Innesto azzeccato.

Chiellini 6: rientra dopo diverse settimane di stop, ma la forza fisica è quella di sempre. Qualche sbavatura, ma tutto sommato una prestazion incoraggiante viste quelle degli ultimi tempi.

Grosso 6: non ha più il passo di un tempo, ma l’epserienza lo aiuta a sopperire. si propone praticamente… mai. Ma se il tecnico ti chide di giocare 90 minuti nella tua area… Se la cava abbastanza bene in copertura.

Krasic 5: pare che negli ultimi tempi oltre ad abbassare la testa e ad andare a sbattere, corpo e pallone, contro il difensore avversario, non sappia fare altro. Nedved era un’altra cosa. Bonini anche. Trovate presto un altro biondo ex cui paragonarlo, ma non nominate più certa gente. Grazie.

Aquilani 6: sbaglia e risbaglia in alcune situazioni apparentmente facili per uno della sua classe (almeno così dicono). Ha il merito di dannarsi nelal fase difensiva come gli chiede il mister. Partita da sufficienza.

Melo 7: tanta determinazione, in un paio di occasioni poca lucidità. Rimane comunque a lottare fino alla fine con foga agonistica e voglia di vincere. Vuole fortemente i tre punti a differenza di molti dei suoi compagni.

Pepe 6,5: sempre generoso, spesso arruffone, ma ultimamente è maledettamente utile. Il gol di opportunismo è giusto premio per un calciatore che non può fare della tecnica la sua arma migliore ma cerca di sopperire con la forza di volontà.

Del piero 5,5: il capitano non ha gamba e si vede. Spesso impacciato, paga comunque il fatto di dover partire da lontano e il dover coprire circa 70 metri di campo. Alex ormai è utile soprattutto negli ultimi 20 metri, fargli rincorrere i centrocampisti avversari serve solo a fargli perdere lucidità in fase di avanzamento della squadra.

Matri 5,5: viene francobollato da Biava, ma la squadra non lo mette di certo in condizione di rendere al meglio. Ci prova fin quando ne ha, ma oggettivamente visto com’era stata preparata la gara da Del Neri poteva fare veramente poco.

Toni (dal 26° s.t.): s.v.

Bonucci (dal 48° s.t.): s.v.

Del Neri 0,5: il mezzo voto è per i tre punti.Che non sono di certo merito suo, ma visto che si trovava lì in panca… “Il tempo mi dà ragione”, “Avevamo tanti infortunati (Iaquinta, Martinez e De Ceglie ndr.)”. Le solite scuse, patetiche ormai. Rimpiangere l’assenza di certa gente che non ha mai inciso durante la stagione fa davvero cadere le braccia. Con la Lazio è un’altra finale e come tutte le finali che si rispettino tu le giochi per… pareggiare. Tutti  dietro la palla, Del Piero davanti l’area e via a rinviare in tribuna o verso la bandierina avversaria tutti gli attacchi della Lazio, l’unica delle due squadre che prova a fare la partita. La vittoria alla fine non fa altro che aumentare il rammarico per una stagione nella quale si sono gettate alle ortiche partite già vinte contro le piccole (a rosa completa) e poi si è andato a vincere fuori casa (vedi Milan, Roma… ) con 10-12 indisponibili. Una serie A mediocre, nella quale anche questa Juve piccola piccola poteva comunque arrivare tra le prime quattro. Dal punto di vista tecnico/tattico, a mia memoria, il punto più basso della storia recente bianconera. Ridateci Rino Marchesi.

Arbitro, Mazzoleni 5: due pesi e due misure nell’elargizione dei cartellini (vedi Brocchi che commette ripetuti falli, uno da dietro a forbice, ma esce dal campo immacolato), non vede una vistosissima trattenuta nei confronti di Felipe Melo: rigore solare, ma Mazzoleni dà punizione contro il brasiliano. Dopo due minuti non concede il rigore neanche ai laziali: Floccari toccato leggermente sul tallone da Chiellini trascina i pidi quasi fosse stato colpito da una pistolettata. Decisamente più rigore quello su Melo.

24 commenti

  1. @Bennuz: potevo capire se parlavi di Liga…ma in Premier proprio! Le buscheremmo da cani e porci.

    Sicuramente per ridurla così Delneri ci ha messo del suo…ma affidare il gioco ad un “senzapalle” come Aquilani, avere l’unico tecnico che è 37enne e ormai fa una partita buona e 4-5 pessime, avere carenze nella fascia sinistra e un Krasic che ancora si deve capire dove deve giocare, in attacco SOLO Matri…

    …per non parlare dei terzini, visto che li hai già nominati tu…

    stanti così le cose siamo NETTAMENTE inferiori alle milanesi, alla Roma, all’Udinese e al Napoli (l’unico vero miracolo penso l’abbia fatto Reja).

    E questo grazie sia alle scelte di Delneri sia al mercato caotico fatto da Marotta.

    Spero che per giugno la società abbia le idee chiare sul tipo di squadra che vuole costruire, sui giovani che vuole inserire (Pasquato? Sorensen? Camilleri? Boniperti?), sempre che abbia il coraggio di farlo, e sull’allenatore. Delneri ha fallito ampiamente.

  2. Sento tanto parlare dll’ organico della juventus come se non ci fossero assolutamente buoni giocatori, secondo me è ridicolo.
    Gli unici ruoli in cui non siamo competitivi sono gli esterni di difesa, ma se ci fosse un allenatore in grado di saper far funzionare la squadra con il povero Grosso, Grygera, Sorensen e Chiello (all’ occorrenza ) ci si poteva mettere na pezza.
    Questa juventus non era da scudetto, ma nemmeno una pallida e patetica squadretta spaventata , senza gioco e che deve grattare un punticino qui e la per sperare nell’ europa league nel campionato di serie A più ridimensionato degli ultimi anni.
    Manca totalmente il carattere, l’interpretazione tattica e di gestione del gruppo che sono ESCLUSIVAMENTE legate alla figura del tecnico.
    Date a Fergusono questa juventus e vi arriva tra le prime tre in premier.
    Poi magari ci esaltiamo per Fernando o Rolando del porto che altro non sono che giocatori nella media usati BENE.

  3. Juventinonelsangue

    Vedete,io non vorrei rispondere,ma se leggo certe cose….diventa più forte di me…..certo,il capitano ieri ha giocato male,ma se il nostro sedicente allenatore prepara una partita come se stesse allenando il portogruaro(senza offesa),ovviemante,chi è dotato di un certo tasso tecnico ne risente,giocoforza.E non è un discorso di età,se uno si allena bene,corre anche per 3 ore….se invece chiedi ad un trequartista,o attaccante che sia,di giocare da difensore,o quantomeno di comportarsi da tale,è chiaro che la lucidità nella fase offensiva ne risente,con questa impostazione giocherebbero male anche messi e cristiano ronaldo.Mentalità ragazzi,è una questione di mentalità….la prima Juve di Lippi non era superiore a questa(mi riferisco al parco giocatori),ma si correva in 11,e SOPRATTUTTO i giocatori sapevano che potevano sopperire alle carenze tecniche col carattere e con l’unità d’intenti.Vero,MR DELNERI?

  4. Ovviamente parlavo di Kozak >_<

  5. @Valyant: in parte sono d’accordo, inutile metterla sulla qualità se questa ci manca. Però ci sono tante “piccole” che, pur giocando di contropiede, hanno idee. Noi siamo in balia totale degli spunti dei singoli. E questo non è accettabile dato che a Delneri sono stati presi giocatori che lui riteneva idonei per il suo modulo. Ha fallito su quasi tutta la linea. L’unico merito che ha avuto è stato quello di mantenere lo spogliatoio unito, gestione di Buffon a parte. A fine anno…via, aria!

    @Numero7: perchè quando fai le pagelle non metti anche quelle degli avversari? Magari pescando dalle pagelle dei tifosi della squadra avversaria, se condivise. Dico questo perchè è giusto sottolineare anche i meriti degli avversari. Uno su tutti Lichtsteiner. Troppo nervoso per tutta la partita…ma ragazzi, corsa, grinta e intelligenza (ok, gol di Pepe a parte 😉 ).
    E grazie a Reja che preferisce, non so con quale motivazione, Floccari a Kovac, che per me diventerà un ottimo giocatore quando si scrollerà un po’ di ignoranza di dosso.

  6. Concordo totalmente con valyant. Riguardo a Krasic penso che la sua prova sia stata condizionata molto da quella di Motta che non gli ha mai dato alcuna sovrapposizione. Infine sul gioco al momento è quello che passa il convento: almeno con Quagliarella il gioco di attacco aveva una sua fisionomia. Dobbiamo aspettare i tre acquisti previsti.

  7. dnabianconero

    @ valyant:
    ti quoto interamente, ma non porta lontano questo atteggiamento tattico e questa rosa di giocatori….la Juve fa punti giocando da piccola contro le grandi che la attaccano. Questa è la dimostrazione una volta di più di quanto il vero difetto di questa squadra siano personalità e qualità, primi argomenti che bisognerà affrontare in estate.

  8. Le critiche a Delneri partono dal presupposto che la squadra poteva giocare e rendere meglio. Io invece credo che l’atteggiamento tattico di Delneri sia corretto: la juve è inferiore alla Lazio, a viso aperto avrebbe perso sia a Firenze che a Roma.Con questo non voglio dire che sia il migliore degli allenatori ma non è tanto scarso come l’hai dipinto.
    E infine la cosa che mi ha dato molto ma molto fastidio, ed è una cosa che è anche riportata nelle pagelle, è che parecchia gente non mi è sembrata molto animata dalla voglia di vincere. Erano poco convinti in assoluto indipendentemente dalle situazioni tattiche. Questo nella juve non deve mai avvenire.

  9. dnabianconero

    VOTO zero al gioco
    dov’erano ieri sera le azioni sguscianti, i cross, le sovrapposizioni, gli scambi nello stretto, il salto dell’uomo, i traversoni ad aprire il gioco su altre zone del campo, ecc….?
    zero assoluto
    si deve cambiare e…presto!!!

  10. Concordo con Balck&White su F.Melo.
    Potrebbe e vorrebbe spaccare il mondo, ma alla fine risulta solo un centrocampista altamente inaffidabile e imprevedibile per la propria squadra.

    Un semplice esempio: nel primo tempo perde palla all’interno della nostra metà campo su un normale contrasto di Ledesma. S’invola un contropiede 3 contro 3 e Barzagli riesce a portare quasi sulla linea del fallo laterale Zarate con la palla al piede. Lì temporeggia. Movimento perfetto del difensore, da manuale.
    Vedi F.Melo che arriva a tutta corsa inca**ato nero per aver perso palla, s’aggiunge a Barzagli e dopo 1 secondo di orologio entra con un tackle assassino nei piedi di Zarate: punizione giusta dalla tre quarti contro di noi.
    Barzagli lo guarda e con faccia rattristita lo manda a fare in c*lo bellamente. Erano in due contro uno e invece gli hanno regalato una punizione pericolosa.
    Come puoi fare il centrocampista centrale ad alti livelli con un cervello bacato simile?

    Lascio stare il discorso su Aquilani, invece, che ancora non ho capito la qualità del suo piede dove si evince nel corso di una partita. Mi sembra un centrocampista normale come se ne trovano molti in giro. Non illumina, non mette alcuna personalità nelle difficoltà, non attacca la porta, non mette l’uomo in porta, non tira mai in porta. 16 milioni?
    Sì, di cazzotti in testa per chi li vorrà spendere.

  11. Mai come in questa partita quest’anno è stato evidente in bisogno di fantasia dentro al campo. Parita inguardabile, e, per come giocavano le squadre, uno come Giovinco sarebbe stato davvero utile. Qualcuno fresco nel secondo tempo da mettere dentro per rinfrescare una partita dove il non-gioco ha dominato.

  12. Sono d’accordo su Barzagli migliore in campo per la juve, tatticamente un bel giocatore, peccato per l’età (anche se a mio parere qualche anno fa era più scarso).
    Non mi trovo d’accordo sul voto a Melo. Io l’ho trovato irritante (come capita spesso, peraltro), impreciso nei passaggi, tatticamente anarchico, con il vizio del colpo di tacco (puntualmente inutile e spesso dannoso), molto falloso e specializzato nel regalare agli avversari punizioni dal limite, ieri poi meritava quasi l’espulsione per un paio di entrate selvagge. Certo è migliorato con l’uscita di Ledesma (fallo stupidissimo), ma non mi sembra un gran merito. Non è affidabile, mai. Quando ha la palla tra i piedi tremo, va bene che eravamo abituati ad Emerson però ci sarà pure una via di mezzo in giro per il mondo che non costi 50 milioni di euro?
    Del Neri ieri ha dato pessima prova di se, peggio che contro la Fiorentina e con il Milan. Una Juve inguardabile per oltre 60 minuti, alla fine mi dispiaceva quasi per la Lazio che se non altro aveva corso per tutta la partita e ha fatto un campionato di tutto rispetto.
    Alla luce dei risultati e soprattutto del gioco espresso, non mi sembra che il mister meriti la riconferma, ed anche l’idea di Mazzarri non mi esalta. In mancanza di fenomeni disposti a sedersi sulla nostra panchina, tra i due alla fine preferirei Lippi e magari tra due o tre anni un giovane allenatore, con Lippi direttore tecnico.

  13. @ N°7,secondo me,ne Chievo(x il gioco),ne Parma(giovinco-amauri)ne tantomeno il napoli(vedi mazzarri)ci “regaleranno” qualcosa,siamo destinati ad un anno senza europa,visto che il Bilan nn andra’ dare fastidio al Palermo in coppa Italia.

  14. Buffon NON è piu’ nemmeno capace di abbozzare un’uscita,e ieri poteva farlo almeno 4 volte ed invece ha messo in difficolta’ la difesa,peraltro gia’ abbastanza incerta.
    VIA buffon—–>DENTRO storari !

  15. @ Luke..,tu hai ragione sul Capitano,ma visto che ormai è partito titolare,almeno abbia il “coraggio” di toglierlo nel 2°tempo,visto che ieri nn era proprio la sua partita,isolato in avanti senza il minimo aiuto dagli esterni e dal centrocampo centrale.Matri si è sbattuto su tutto l’arco d’attacco(seppur marcato benissimo da Biava)da solo,e un aiuto,nel caso specifico Toni,avrebbe sicuramente giovato alla Juve,ma Delneri è troppo ostinato nella sua idea di”squadra”.
    @ N°7,io nn vedo le porte spalancate all’europa,lunedi giocheremo in casa,col Chievo che cmq ha un buon gioco,ma anche se attendesse,visto che siamo in casa e ci servono i 3 pnt,dobbiamo essere Noi a creare gioco,e sinceramente nn vedo come possiamo riuscirci con questo aborto di squadra,se poi giocasse ancora Motta,beh…
    Ma capisco il tuo punto di vista,andare in europa,è diventata piu’ una preoccupazione,ed hai ragione,anche se sarebbe veramente paradossale giudicare Delneri solo x il raggiungimento di un obiettivo che sinceramente mi sembra il minimo sindacale x la Juve e nn tenere conto dell’intera stagione,che è stata a dir poco imbarazzante.

  16. Veramente io sapevo che se andiamo in Champions Del Neri rischia la conferma, l’eventuale qualificazione in Europa League dovrebbe salvarlo.
    Su Krasic sfondate una porta aperta: nella vera Juve, uno così sarebbe stato al massimo una buona riserva, in questa ex-squadra è uno dei pezzi forti.
    Io credo che se arrivasse Mazzarri, uno come Krasic sarebbe superfluo e si potrebbe anche guadagnarci da una sua cessione (l’abbiamo pagato 14-15 milioni, penso si possa rivendere a 18-20 tranquillamente).
    Non dimentichiamo poi che, arrivasse Mazzarri, sarebbe tutta da discutere la conferma di Quagliarella, che se n’era andato da Napoli proprio per contrasti col tecnico.
    Insomma, c’è parecchio lavoro da fare…

  17. Buffon 7 altro che storari… se sta bene “di testa” è ancora il n.1 mica facile la parata di piede su floccari!

    Motta 2,5: non se ne può davvero più….

    Salihamidzic 5,5: Pratico ma arruginito (concordo).

    Barzagli 7: si vede che ha esperienza e ha vinto scudetto e campionato del mondo….. pulito e intuitivo!!

    Chiellini 5: ennesimo fallo da rigore (dubbio o meno) stavolta su floccari…. con chiellini in campo rischiamo un rigore a partita contro….

    Grosso 6 vedi barzagli…

    Krasic 5: solo! e confuso.

    Aquilani 6: fuori ruolo

    Melo 7: migliore in campo……. e la dice lunga…….

    Pepe 6,5: da diverse giornate è il più pericoloso in zona gol…. e anche questo dato…….

    Del piero 5: quando sta fermo 2 settimane ovviamente gli serve tempo per tornare in forma…. ma non si discute!!

    Matri 5,5: vedi krasic

    Toni (dal 26° s.t.): s.v.

    Bonucci (dal 48° s.t.): s.v.

    Del Neri s.v.: non è con questa partita che si è capito quello che non può dare….

    Arbitro, Mazzoleni 4: mediocre come la maggior parte degli arbitri italiani.

  18. Gli scontri diretti delle prossime settimane ci spalancano le porte dell’Europa League, purtroppo, e se la raggiunge il baffo resta

  19. forza ragazzi, altre 3 partite e sbattiamo fuori il delneri+motta!

  20. Anche questa vittoria casuale ci portera’ ad un del neri bis l’anno prossimo.Gioco inesistente, centrocampo offensivo ridicolo.Si salva Melo.Cacciate per piacere a pedate Krasic e Aquilani, senza cuore senza testa. Migliorato Chiello. Toni mi piace.Ah per piacere REGALATE Iaquinta.

  21. @Dna: il punto è che Del Piero, se non ingrana la giornata giusta, può tornare utile solo nel secondo tempo e fisso tra 3/4 ed area. Usarlo titolare è illogico. Come è illogico ostinarsi a non far lavorare la coppia Matri-Toni.

    Totalmente in linea col tuo pensiero, cmq.
    Disarmante sentirli tornare a parlare di obiettivi ambiziosi alla luce del non gioco, delle non palle (nel senso di TESTICOLI!), della non corsa, della non qualità…

    …l’avevo detto che appena Matri non segnava più con regolarità noi arrancavamo. Per fortuna che Pepe c’è 🙂

  22. Grazie come sempre per le critiche costruttive. Su Del piero il mezzo voto in più è perché comunque a mio avviso si è prestato a fare la fase difensiva, seppur non ne abbia le qualità e la forza. Ho premiato l’impegno di capitano diciamo. Su brazzo sono stato indeciso fino all’ultimo, il mezzo voto in meno è per la ruggine. Che tra l’altro non è colpa sua 🙂

  23. @ N°7, nn mi trovi daccordo su Del Piero,secondo me sei stato troppo generoso,da lui mi aspetto di piu’ che nn solo un passaggio seppur bello da cui è nata l’occasione di Matri.
    A Pepe gli avrei dato anche 7 x impegno,determinazione e gol.
    Ad Aquilani un 5 secco,nn ha fatto nulla.
    Brazzo meriterebbe il 6,almeno provava a spingere,a differenza di quel paracarro di Motta ed almeno ha fatto il cross da cui è nato il gol.
    *E questi(Delneri in testa)ricominciano a parlare di 4°posto,ma si rendono conto che abbiamo avuto una gran fortuna?
    Ma si rendono conto che NON sappiamo fare assolutamente un abbozzo di gioco?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi