L'avevo detto una settimana fa... | JMania

L’avevo detto una settimana fa…

L’avevo detto una settimana fa…

Lo so, avere ragione può esser un piacere ma francamente preferivo avere torto e ammettere di essermi sbagliato. Lo scrissi una settimana fa dopo la partita con la Lazio che si era vinto di cu…ore. Dissi allora di prendere in seria considerazione l’esonero di Del Neri a fine anno perché non era all’altezza e mi sono …

Lo so, avere ragione può esser un piacere ma francamente preferivo avere torto e ammettere di essermi sbagliato. Lo scrissi una settimana fa dopo la partita con la Lazio che si era vinto di cu…ore. Dissi allora di prendere in seria considerazione l’esonero di Del Neri a fine anno perché non era all’altezza e mi sono preso qualche bel complimento tipo ‘’lagnoso’’ e ‘’datti all’ippica’’. Penso che per l’ippica evidentemente c’è ancora tempo mentre per il lagnarsi, se uno ha un dolore, ha anche tutte le ragioni per lagnarsi e vedere la Juve giocare oggi, a me che amo questi colori, provoca più di un dolore. Parlano i numeri: 57 punti in 36 partite media 1,58 a partita, 44 gol subiti in totale, peggio di Chievo e Genoa, gli stessi della Sampdoria alla media di 1,22 a partita; 29 gol subiti in casa in 18 partite. Nessuno ha fatto peggio nemmeno il Bari retrocesso. Ieri 2-0 per noi alla fine del primo tempo, 2-2 in due minuti e serio rischio del 2-3 da un Chievo che è in vacanza, perché già salvo e senza nulla da chiedere al campionato. Cosa dia tali motivazioni al Chievo e non ne dia alla Juve è un gran mistero, anche se inizio seriamente a pensare che gli avversari quando si rendono conto di quanto siamo mediocri, iniziano a credere di fare il colpaccio. E un colpaccio a Torino contro la Juve non si butta mai via. La Juve ha iniziato pure bene, il 4-4-1-1 sembrava ben fatto, una trentina di minuti senza particolari patemi, Motta sembrava fare la sua migliore partita da quando è arrivato, Aquilani ispirato, Del Piero quando è chiamato in causa la butta sempre dentro e dopo 12 minuti l’arbitro ci dà un rigore che c’è, ma di cui in verità non se ne danno molti. Un po’ di apprensione alla fine del primo tempo ma poi al 55mo riusciamo pure a trovare il 2-0 . Fino ad allora Buffon non ha fatto nemmeno una parata. Chiedersi come mai non si riesce a portare a casa una partita messa cosi in discesa è lecito e non è nemmeno la prima volta. Evidentemente abbiamo una squadra che soffre di attacchi di panico. Allora serve uno psicologo e forse Del Neri non lo è. Qualcuno obietterà che i giocatori non sono da  Juve e perché prendersela con Del Neri? Lo so molti non lo sono e Marotta è colpevole quanto Del neri se non di più e potessi li caccerei entrambi,  tuttavia l’ultima cosa che mi auguro per questa Juve è un’altra rivoluzione con 12 – 13 giocatori da sostituire. Chi verrà si deve prendere in carico di rivitalizzare gente così così come Pepe e Aquilani e tirarne fuori il meglio, per dirne due che sono in bilico, e già cosi facendo abbiamo da sostituire almeno 5 giocatori. Ci sono due soluzioni abbastanza semplici per trovare la persona adatta a rivitalizzare e motivare alcuni giocatori , e non c’è bisogno di andare a scomodare De Laurentiis e andargli a pagare delle penali perché liberi  Mazzarri. Ci sono liberi a parere mio due grandi tecnici, e sono Lippi e Conte. Lippi non ha bisogno di presentazioni e ha già fatto capire che se proprio glielo chiedessero non direbbe di no. Conte lo considero il Mister italiano più promettente in circolazione. Ha vinto 2 campionati con squadre assolutamente outsider e li ha vinti giocando bene, che non è poco. In comune hanno juventinità e stile Juve da vendere che significa essere assolutamente concentrati per la vittoria perché come dice Boniperti: ‘’Alla Juve vincere non è importante, è l’unica cosa che conta’’. La soluzione è a portata di mano basta volerla veramente.
 
Alessandro Magno per Juvemania.it

11 commenti

  1. Alla Juve in passato molti arrivavano e diventavano da Juve oggi abbiamo tanti giocatori di serie A e nazionali di conseguenza io credo che il materiale c’è anche se è migliorabile. Occorre che qualcuno trasformi questo materiale in giocatori da Juve.

  2. caro fratello juventinonelsangue, in sostanza io la vedo cosi’, nel calcio moderno la tecnica non e’ sufficente, serve molta velocita’ e fisicita’, e anche ovviamente carattere e determinazione mentale, altrimenti non si va’ da nessuna parte….un abbraccio e sempre forza juve

  3. Juventinonelsangue

    bravo Magic66,sottoscrivo tutto.Puoi avere tutti fuoriclasse di questo mondo,ma senza carattere e personalità non vai mai da nessuna parte.Concordo totalmente.

  4. http://www.youtube.com/watch?v=WhfwBDtIbM4

    SPERO SI POSSA VEDERE QUESTO LINK . IO GODO A VEDERE UNO COSI.
    AVESSI VISTO UNA VOLTA DEL NERI COSI.

    guardate

  5. Magic sull’uomo Del Neri non ho nulla da dire ha tutta la mia stima semplicemente non lo reputo un grande allenatore e per come siamo messi ritengo che abbiamo bisogno di un grande allenatore ma siccome di grandi in giro LIberi c’è solo Lippi e i grandi costano non so se la nostra società ha voglia di spendere tanto per il mister. ALEX il tuo ragionamento per molti aspetti è condivisibile io stravedo per Conte forse troppo non lo so? dico la mia non pretendo di avere ragione ci mancherebbe, chi vivrà vedrà.Mezzaroma ha detto che se Conte glielo chiede la Juve ce lo manda. In Conte ci rivedo molta grinta sia di Trapattoni che di Lippi. E’ diverso da Ferrara che è una persona piuttosto mite. Conte ha gli attributi.Mi sembra comunque abbastanza chiaro che nessuno di noi stravede per Mazzarri.

  6. Delneri non ha assolutamente colpe sul black out della squadra contro il chievo, e penso che su questo siamo tutti d’accordo….delneri e’ un buon allenatore, solo che quest’anno quando c’era da intervenire e cambiare qualcosa a livello tattico durante le partite, non ne ha azzeccata una, ed e’ una lacuna determinante per un allenatore….poi diciamo anche onestamente che abbiamo una buona squadra tecnicamente parlando, ma a livello di personalita’ e carattere siamo di una mediocrita’ allucinante….non c’e’ un leader in questa squadra, troppe volte ci abbiamo rimesso per questa mancanza su cui sono responsabili pure i dirigenti e l’allenatore che evidentemente non sanno motivare i giocatori, cosa che non si verificava mai con la triade, indipendentemente dalla qualita’ dei giocatori….penso che la scelta dell’allenatore per i prossimi anni sia determinante per la societa’, perche’ si deve fare una programmazione di almeno 3 anni con l’allenatore giusto…il migliore e piu’ adatto secondo me e’ deschamps, ma potrebbe essere anche un emergente di personalita’ come Conte oppure guidolin che non e’ da meno ed ha pure molta piu’ esperienza di conte…..un saluto e sempre forza juve

  7. Juventinonelsangue

    Esatto Alex….il problema più serio della dirigenza Juve è proprio questo:far sapere a mezzo mondo chi vogliamo.Per come la vedo io,l’unico acquisto per cui spendere qualcosa in più è Mascherano(che giocatore,porca vacca!),mentre per la panca,Lippi o Conte,simboli di vera Juventinità.

  8. La parte su Delneri e sulla mediocrità della squadra è perfettamente condivisibile.

    Meno d’accordo su Conte: uno, tecnicamente non è libero, anche se con un fischio il Siena lo libera; due, non credo avesse proprio delle squadre outsider per la B (di certo non il Siena di quest’anno, forse un pò il Bari)ed in A non ha fatto benissimo. Detto questo io sono terrorizzato dall’idea Mazzarri (odio il 3-5-2 e per farlo bisognerà pure rivoluzionare la squadra): meglio Conte di sicuro, ma la questione è che chi arriva arriva deve essere da juve.

    Basta essere ridimensionati, qualunque grande nome – in panchina o in campo – sembra irraggiungibile: possibile che se seguiamo un giocatore e sullo stesso piomba, che so, il Chelsea o il Bayern, non possiamo competere??? Siamo davvero una Sampdoria o un Napoli?

  9. qui son medicori tutti ormai a partire dalla proprieta’ di conseguenza ci vuole un mister con le palle cubiche che riesca a farsi ascoltare in primis dai dirigenti. Uno che se gli dicono “ti ho preso rinaudo” gli dice “rinaudo te lo tieni tu che non so che farmene”. Basta yesman.

  10. Juventinonelsangue

    Alessandro Magno,non è questione di mediocrità tecnica,è questione di carattere:la prima Juve di Lippi non era tecnicamente superiore a questa,ma sappiamo tutti com’è andata a finire.Senza carattere e senso di appartenenza non basterebbero nemmeno messi e cristiano ronaldo.Saluti,e sempre FORZA JUVE

  11. Ribbadisco che lippi a fare altre figuraccie nn ci viene,percio o gli prendono almeno 1-2 giocatori (a livello mondiale) piu una dozzina di ottimi giocatori o se no la vedo dura per chiunque conte-mazzarri gesu cristo tutti !!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi