Lancio di petardi allo stadio, due ultras juventini nei guai | JMania

Lancio di petardi allo stadio, due ultras juventini nei guai

Due tifosi juventini del gruppo ultras Viking Milano, sono stati rispettivamente denunciato e arrestato dalla Digos per detenzione e lancio di materiale pericoloso in luogo aperto in occasione della partita Milan-Juventus di sabato sera. L’arrestato è Vincenzo Ferrantelli, torinese di 23 anni: è accusato di detenzione di materiale esplosivo; il minorenne, è stato invece denunciato …

Due tifosi juventini del gruppo ultras Viking Milano, sono stati rispettivamente denunciato e arrestato dalla Digos per detenzione e lancio di materiale pericoloso in luogo aperto in occasione della partita Milan-Juventus di sabato sera. L’arrestato è Vincenzo Ferrantelli, torinese di 23 anni: è accusato di detenzione di materiale esplosivo; il minorenne, è stato invece denunciato per lancio di petardi.
Durante il primo tempo dell’incontro di calcio, sono stati esplosi numerosi petardi: con l’aiuto delle telecamere del circuito interno dello stadio è stato possibile individuare il minorenne mentre lanciava petardi accesi verso il settore sottostante, occupato da tifosi milanisti. Inoltre la polizia ha notato uno strano passaggio di mano di uno zaino nero tra due giovani e così Ferrantelli è stato fermato per un controllo dello zaino. Dentro c’era un grosso petardo artigianale. Nei confronti dei due tifosi sarà avviata la procedura amministrativa per l’emanazione del provvedimento di divieto di accedere alle manifestazioni sportive (Daspo).

Credits: IlGiornale.it
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi