La sorpresa di Pasqua | JMania

La sorpresa di Pasqua

La sorpresa di Pasqua

Liberi di sognare piu leggeri della realtà Liberi di sognare che prima o poi qualcuno ce la fa. Liberi di sognare guarda qualcuno sta volando già perché è libero di sognare… Fino all’alba del giorno che verrà. (Gianluca Grignani) (Di Alessandro Magno) Sabato mattina ho avuto uno scambio di sms con un carissimo amico mio …

Liberi di sognare piu leggeri della realtà Liberi di sognare che prima o poi qualcuno ce la fa. Liberi di sognare guarda qualcuno sta volando già perché è libero di sognare… Fino all’alba del giorno che verrà. (Gianluca Grignani)

(Di Alessandro Magno) Sabato mattina ho avuto uno scambio di sms con un carissimo amico mio di Firenze, chiaramente viola e mi scriveva: ”Non ti aspettare sorprese dalla Fiorentina che siamo in mezzo a una strada”. Gli ho risposto che invece le sorprese me le aspettavo (magari anche solo un pari) perché il Milan poteva essere stanco delle fatiche di coppa e la viola invece si giocava tutto, visto che il Lecce è notoriamente la bestia nera della Roma (chi ha qualche anno come me si ricorderà di Barbas e Pasculli). Chiudevo l’sms dicendo che il Milan poteva perdere punti solo in questa occasione e alla penultima nel derby. Sono stato buon profeta, anche se come detto, la vittoria dei viola è stato davvero un qualcosa in più anche rispetto alle mie rosee previsioni. Dulcis in fundo il gol vittoria di Amauri. Non ho mai avuto niente di personale contro Amauri anche se so come è andata la sua vicenda qui a Torino e so di quanto ha sbagliato lui nei confronti della società a non voler ridiscutere il contratto. Se lo avesse fatto, Conte lo avrebbe anche tenuto dandogli un’ opportunità; lui ha voluto continuare a prendersi uno stipendio da top-player che non è, ed è diventato schiavo del suo favoloso contratto. Tuttavia come detto non ho nulla contro di lui, dico solo che è un poco ridicolo che uno che è soprannominato ”il Cristo di Rio” sia risorto a Pasqua. Buon per noi comunque e buon per loro che si devono salvare. Il Milan fra l’altro non si può proprio lamentare, dopo poco che non riusciva a sbloccarla, ha avuto il solito regalo di Natale, anche se siamo in un’altra festa. Se tanto mi dà tanto e il rigore di Nesta a Barcellona ha suscitato tante lamentele, questo di Maxi Lopez è da nascondere la testa sotto la sabbia. Se avessimo avuto noi rigori di questo tipo, saremmo già matematicamente Campioni d’Italia, perché non dimentichiamo che noi stiamo facendo un campionato completamente senza rigori. Ce ne hanno dato uno solo quasi al 90mo di un Juventus-Cesena e sull’1-0 per noi, quindi per nulla determinante.

Noi dal canto nostro a Palermo siamo scesi  in campo con la giusta determinazione anche se avevamo, nel primo tempo, un poco di ”braccino”. In effetti abbiamo sbagliato gol molto facili per troppa precipitazione. La voglia di vincere c’era come e più di sempre, ma anche a parer mio, una certa tremarella. Menomale l’abbia sbloccata Bonucci su un calcio d’angolo, (per fortuna una volta la dea bendata ci assiste e sbatte sul palo ed entra) altrimenti non so davvero se si fosse andati per le lunghe se saremmo potuti andare nel pallone. E’ normale, quasi nessuno di questi nostri ragazzi ha ancora vinto un campionato di serie A e Conte dovrà tenerli molto molto concentrati. Mettiamoci poi che il Palermo, a differenza di quanto fatto contro il Milan dove già il suo presidente li dava per spacciati, e infatti nel primo tempo contro di loro perdeva già 4-0, contro di noi è sceso in campo col modulo 8-1-1 con ben otto giocatori nella propria area e Ilicic a fare da suggeritore a Miccoli, una scelta alquanto strana per una squadra che di un punto non se ne faceva proprio nulla. Anche questo è un dato da ricordare perché in questo campionato tutte le squadre contro la Juve giocano alla morte e contro il Milan accettano di buon grado di farsi asfaltare. Strano per una squadra come quella milanista che al contrario di quello che pensano gli addetti ai lavori non è così piena di fenomeni come scrivono. Ha sì tanti giocatori in rosa ma di veramente sopra la media ha solo Tiago Silva e Ibra (ma solo nel campionato Italiano). Che dire poi della gomitata dello svedese a Camporese? L’ho vista forse solo io? Nessuna prova tv? Certo che Zlatan potrebbe evitare di fare certi gesti sui ragazzini. Il solito forte con i deboli e debole con i forti.
Per finire, per quello che riguarda il campionato ora non bisogna farsi illusioni, non è vinto e non sarà facile vincerlo. Ora siamo si padroni del nostro destino ma bisognerà esser più forti delle ombre. Più forti di tutto e tutti come sostiene il presidente Agnelli. A questo punto bisogna provare a vincerle tutte. Bisogna crederci e giocare le ultime sette partite come fossero sette guerre. D’altronde chi ha più fame di noi?

P.s. Sabato sera mi è arrivato un altro sms dal mio amico fiorentino : ”Mi devi un caffè”. Ho risposto : ”Se vinciamo il campionato ti devo una cena”.

9 commenti

  1. Eppure quando belli capelli, cincischiante, si è trovato nell’uno contro uno, con un autostrada davanti, e ha passato la palla al compagno più vicino, ho temuto seriamente che l’azione sarebbe terminata in un nulla di fatto. Poi è accaduto l’imponderabile, e ho esultato con una foga esagerata. Perché ho avverti che potrebbero essere questi i veri segnali che le cose si stiano mettendo bene per noi. Se i meanisti sono riusciti a perdere un match di tal fatta, con dentro il solito, scandaloso aiutino, forse il campionato ha veramente assunto una china imprevista. E’ chiaro che la strada è ancora molto lunga, e che ci ritroviamo a dover competere con una squadra che scende in campo sempre in dodici – anche se il dodicesimo indossa una maglia più fluorescente dei compagni – ma sto vedendo una Juve tonica e volenterosa come agli inizi di stagione. Semmai dovessimo ritrovare il fiuto del goleador che al Quaglia non è mai mancato e Mirko ci assicurasse almeno altre tre partite in modalità campione e non in quella pantofolaio, forse….
    NOI SIAMO LA JUVE…QUALCUNO LO AVEVA DIMENTICATO, ANCHE NELLA NOSTRA SOCIETA’, MA NOI SIAMO LA STORIA, LA TRADIZIONE E LA FORZA DEL CALCIO ITALIANO…BASTI VEDERE IN CHE CONDIZIONE HANNO RIDOTTO IL NOSTRO CAMPIONATO E L’INTERO MOVIMENTO DA QUANDO HANNO DECISO DI REGALARE IL DESERTO AI PERDENTI PER ANTONOMASIA.
    FORZA RAGAZZI, VI SIAMO COMUNQUE GRATI PER QUELLO CHE CI AVETE RIDATO…SE POI…..

  2. sarà dura, e molto difficile, arrivare primi fino alla fine, ma i nostri Ragazzi ci proveranno fino all’ultima partita, poi vada come vada… io sono orgoglioso di questa squadra e di questo allenatore, che finalmente quest’anno ci hanno fatto tornare a sognare come non succedeva da tempo (2006), l’anno prossimo non ci sara storia, un paio di acquisti mirati e in italia non c’è ne che gioca meglio di noi, poi in europa si vedrà…
    l’importante è che siamo tornati, e diamo fastidio, perchè per i più eravamo falliti nel 2006, e non sarebbe stata più storia per i nostri colori…ma forse qualcuno ha sbagliato colori. Forza JUVE

  3. Smaltita l’euforia di questi giorni, ora stiamo tutti con i piedi per terra, perchè abbiamo solo un punto di vantaggio, sette partite al termine e mercoledi una sfida abbastanza tosta! Mi è capitato di discutere con un interista (discuteva solo lui perchè mi scivola tutto addosso e la migliore risposta è l’indifferenza), proprio non gli va giù il nostro campionato!

  4. Alessandro Magno

    ….. E nessuna prova tv per la gomitata di ibra al ragazzino.

  5. e come al solito non ci sono state crociate mediatiche tese a condannare il buon maxi lopez colpevole di non aver detto all’arbitro che quello non era rigore…

  6. grazie dei complimenti ragazzi e purtroppo come ho scritto “occhio alle ombre” perche’ non sara’ affatto facile vincerle tutte. Non credo che quelli del milan abdichino cosi in fretta.

  7. Cari amici juventini, non cantiamo vittoria perchè lo zio Fester ha 7 rigori( inventati) a disposizione , mentre noi dobbiamo vincere contro tutti con le sole ns. forze. Comunque vada siamo ritornati a far tremare tutti ( moratto in primis)e bisogna esser fieri di appartenere a questa società.

  8. drugo ultras curva sud

    Tutto giusto come sempre Ale Magno ora pero’ dipende davvero solo da noi vinciamole tutte e non se ne parla più.
    ps. ammazza pero’ che brutti amici che hai …i viola. 😉

  9. Amauri ha segnato per non retrocedere con la Fiorentinan, noi Juventus abbiamo pensato solo a noi stessi, a non staccarci dal Milan.
    Regali non ne abbiamo avuti da nessuno, tamtomeno da Amauri.
    Il nostro motto è tutti per uno ed uno per tutti, contro i cronisti di Mediaset, sky ed alcune testate giornalistiche che si esaltano a denigrare la juve dicendo ed interpretando cose a modo loro, che non ripsondono alla realtà.
    La Juve si trova in testa alla classifica, senza rigori regalati (vedi Milan…Max Lopez), ma con la Forza e la Determinazione che la distingue da coloro che la vorrebbero nel fosso, lottando con tutto e contro tutti.

    Forza Juve, Ora e Sempre.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi