La solita pareggite di Coppa | JMania

La solita pareggite di Coppa

La solita pareggite di Coppa

(Di Alessandro Magno) Cosa succede alla Juve nelle notti di Champions francamente e’ un mistero. Anche ieri una partita che si mette dannatamente male dopo un primo tempo al solito sprecato a dormire, con un gol di questi danesi che nemmeno San Buffon riesce a evitare e un arrembaggio finale che numeri alla mano ha …

(Di Alessandro Magno) Cosa succede alla Juve nelle notti di Champions francamente e’ un mistero. Anche ieri una partita che si mette dannatamente male dopo un primo tempo al solito sprecato a dormire, con un gol di questi danesi che nemmeno San Buffon riesce a evitare e un arrembaggio finale che numeri alla mano ha dell’incredibile. 16 angoli 22 tiri in porta! Con un portiere avversario che probabilmente per una sera nella sua vita e’ senza discussione il portiere piu’ forte del mondo. Se penso che il Milan nel turno precedente ha vinto grazie a due autoreti devo dire che le “palle”, come diceva Paolo Conte in una canzone, “ancora mi girano”. E il discorso sfortuna-Juve-Champions si puo’ liquidare qui.

Veniamo ai nostri demeriti. C’e’ un grosso problema di approccio mentale alle serate di Coppa. Anche ieri si e’ scesi in campo con la mentalita’ “calma che tanto si vince”, che funziona molto bene in campionato ma che evidentemente per la coppa non vale. In queste serate bisogna scendere in campo determinati fin dal primo minuti e giocare da subito per la vittoria. I calcoli non vanno bene e noi notoriamente ne facciamo troppi. La formazione francamente non l’ho capita. Mi aspettavo gli eroi di Juve-Napoli in campo, visto che almeno Pogba ha mostrato di esser in gran forma a differenza di Vidal che mi pare assai opaco, invece mi trovo Isla (invece di Caceres) e Lucio, mah. Mi aspettavo anche un impiego maggiore di Giaccherini, uno che aveva fatto cosi bene l’anno scorso tanto da meritarsi una chiamata in nazionale e che oggi mi pare alquanto dimenticato.
La coppia d’attacco poi ha francamente deluso e anche stancato. Se Matri e Giovinco non segnano contro 2 centrali danesi di 20 anni direi che han piu’ di qualche problema. Lasciando perdere Matri che mi pare definitivamente perso e ormai un caso cronico, vorrei spendere due parole su Giovinco.

A detta di molti e’ stato il migliore della Juve e dati alla mano puo’ esser sia così. Francamente pero’ inizia ad esser pesante il numero di gol “mangiati” da questo giocatore. Ha una frenesia che non capisco. Anche qui dati alla mano fino ad oggi non ha fatto un solo gol decisivo; tutti i suoi gol son stati realizzati quando la Juve aveva ampiamente chiuso le partite. La differenza fra l’esser un buon giocatore da Parma e un giocatore da Juve sta tutta qui. Non dimentichiamoci che si e’ mandato via uno che gli bastavano a volte 15 minuti e 3 palle giocate per far un gol o per mandare in gol qualcun’altro. Si diceva non corresse piu’. Ok mi sta bene il correre e far movimento ma quando e’ ora di buttarla dentro bisogna esser spietati. Aver una media di un gol ogni 20 tiri in porta e giocare di punta alla Juve puo’ esser un problema. Ovviamente, non fraintendetemi non si e’ perso per Giovinco e soprattutto meglio lui che almeno ci ha provato di altri che han proprio dormito vedi Chiellini-De Ceglie-Bonucci sul fallo da cui scatuirsce il gol loro. Solo se uno e’ un mangione di gol e’ meglio dirlo chissa’ che si applica e migliora.

Su questo spenderei due parole anche per Marotta che come si vince una partita (vedi Napoli) fa il figo cercando di giustificare il mancato acquisto di una punta di valore. Il famoso top player. Marotta non hai ragione, punto. A questa squadra serve un grande finalizzatore e se non lo hai ancora capito sei di coccio.

Ultima situazione dolente nostra a mio parere e’ il modulo che francamente ci ha stufato (per usare un eufemismo). Andare contro una squadra che equivale al nostro Bologna (se va bene) e giocare con questo 3-5-2 con 3 difensori a marcare la loro unica punta mi pare sprecato ed eccessivamente prudente. Qui voglio spezzare una lancia in favore di quelli che dicevano che questo 3-5-2 (che poi in difesa diventa 5-3-2) e’ un modulo troppo accorto e penalizza la nostra manovra offensiva.

Concludendo grazie alla vittoria del Donetsk sul Chelsea siamo a un solo punto da questi ultimi. Abbiamo perso due punti pesanti e anche discretamente facili ed e’ inutile negarlo, tuttavia il cammino ancora non e’ precluso. E’ ora di liberarsi una volta per tutte dei fantasmi della Champions e scendere in campo la prossima volta, solo esclusivamente per vincere. Dobbiamo necessariamente vincere la prossima e anche contro gli Inglesi in casa. Questo ci consentirebbe di scavalcare il Chelsea e di andarci a giocare la qualificazione all’ultima in Ucraina magari con questi ultimi gia’ qualificati.
Ah gia’… Ho detto che non dobbiamo fare piu’ calcoli. Bene, allora la prossima pensiamo solo a giocare per vincere e basta. Se poi  sara’ ancora Champions o Europa League almeno non avremo avuto rimpianti.

32 commenti

  1. Probabilmente capisco poco di calcio, ma secondo me gli attaccanti che ha la Juve sono meno peggio di quello che continuiamo a ripetere. Matri, Quagliarella, Giovinco appartengono a pieno titolo all’elite del calcio italiano. Non sono meglio di loro Pazzini, Cassano, Borriello ecc. e secondo me neppure Balotelli, più dotato con i piedi e col fisico ma totalmente inaffidabile. Il Manchester City ieri ha giocato con Dzeko e Aguero di punta, lasciando in panchina Tevez e Balotelli, a loro volta poi subentrati nel secondo tempo. Con tutti questi top players in attacco hanno preso una ripassata epocale dai ragazzi dell’Ajax. Nelle coppe bisogna giocare, senza avere il “braccino”, con generosità e senza fare conticini della serva o turnovers. Nel calcio italiano si gioca a ciapa no, nelle coppe incontriamo squadre desiderose di fare la partita e di imporre il loro gioco. Se la Juve fosse stata nello spirito quella dell’anno scorso, non avrebbe consentito allo Shakhtar di venire a dettare legge a Torino. Quindi meno recriminazioni e più determinazione, dal primo minuto, perchè l’ultimo quarto d’ora non sempre è sufficiente

  2. si si juver lo so il mio era solo per ribadire appunto che qui si critica tutti per migliorare non certo per il gusto di farlo ed era rivolto a tutti i comentatori quindi anche a te ci mancherebbe. 😉

  3. @Alessandro Magno..
    Mai messo in dubbio la costruttività delle tue critiche.. 😉 Ti leggo sempre con piacere, data la tua assoluta obbiettività.. Posso differire con te sul giudizio su Marotta, ma per il resto.. 😉
    Anche io nel mio post, ho evidenziato che si può e deve migliorare.. Solo che bisogna sempre avere un pò di pazienza.. Dico anche che solo con il rientro di Conte in panchina, ci sarà spazio alle varianti di modulo in campo, a partita in corso, come fatto abbondantemente l’anno passato. Solo che per poterli fare serviranno come il pane Pepe e Isla..

  4. Alessandro non si puo’ giocare col nano di Biancaneve li davanti e’ inutile basta ci vuole Bentner buono o cattivo che sia, ci vogliono centimetri mi basta che tenga palla e distribuisca e non chi ogni volta la perde , viene buttato a terra e fa ripartire gli avversari immediatamente sfiancando i nostri centrocampisti! Ci vuole quello anche perche’ qualche palla vagante nell’area andra’ a prenderla pure e buttarla dentro!!

  5. sono daccordo con dnabianconero
    Antony credo che bonucci ha piu
    di qualche problema chiello invece nonostante evidenti limiti tecnici resta uno dei difensori piu’ forti del mondo nell’uno contro uno anche se ieri ha fatto una cagata.
    Juver ovviamente le critiche che facciamo qui lo sai che sono solo costruttive non e’ che facciamo tanto per piangerci addosso. Evidentemente ci sono anche molti meriti ci mancherebbe

  6. Ricordiamoci comunque anche che siamo ad Ottobre.. Prendiamo in considerazione il tipo di preparazione che fa fare Conte alla squadra.. L’anno scorso di questi tempi eravamo intensi a gare alterne come quest’anno.. Ci sta questo fatto. Tanto più quest’anno che abbiamo un numero maggiore di partite.. Quindi prendiamoci, a livello di gioco, tutto quello che viene bene (vittorie con Roma e Chievo) e quello che viene meno bene (vittorie con Napoli e siena, e pareggio con fiorentina e sti danesi), contando che ancora nessuno ha avuto il nostro scalpo… e a vedere e sentire tutti i media e social network fa molto gola!! Poi chiaramente si può e si deve migliorare!!
    Poi credo che il 4-3-3, sarà attuabile solo con il rientro di Pepe, e l’adeguato recupero fisico di Isla.. Credo che Conte difficilmente inizierà una partita con un trio con una punta forte fisicamente e Giovinco e Vucinic sugli esterni.. A meno che non vogliamo spompare ancora di più il trio di centrocampisti (chiunque essi siano!!) Poi per necessità come fatto a Siena o ieri, per 30 minuti, in corso d’opera lo attuerà di sicuro..

  7. Oggi tutti criticano il raparto d’attacco chiedendo rinforzi adeguati. E’ giusto così, ma in questa Juve ci sono altri personaggi inaffidabili che ormai mi hanno stufato per i continui errori.
    Parlo del raparto difensivo ed, in particolare, di due che saranno pure vostri idoli, ma io li venderei subito: Chiellini e Bonucci !!

  8. Lo dico dall’estate…
    caro Marotta non sempre il mister può toglierti le castagne dal fuoco!
    Ieri il Mister ha sbagliato qualcosina: uomini e modulo…. in questi casi solo un giocatore/genio d’attacco avrebbero tolto le castagne dal fuoco e questo giocatore lo devi portare tu nella rosa.

    incalzo con un’altra strofetta:
    caro Marotta calati un attimo e aiuta anche tu la causa juventina.

    Basta con i nomi e le potenziali trattative: portaci un top player in attacco!!!!
    C…O!

  9. alessio hai nominato 3 giocatori che mi piacciono tantissimo specie immobile di cui sono un estimatore. Pero’ anche li nessuno dei 3 gioca alla juve eppure un rinforzo in attacco serviva gia da subito. Poi abbiam sacrificato la meta’di uno per aver la meta’ dell’altro e adesso per riscattarli entrambi mi sa che ci costera’ un bel botto.ultima constatazione abbiamo ceduto la meta’ di immobile e l’abbiam dato in prestito al genoa e poi abbiamo inseguito a lungo destro per cui abbiamo offerto una decina di milioni. Beh io non credo che destro sia tanto piu’ preparato per una grande rispetto a immobile.

  10. @Magno
    Fondamentalmente son d’accordo con te, però sul fatto del centravanti del futuro dissento: credo che con il controllo delle metà di Immobile, classe 1990, Gabbiadini classe 1991 e Boakye, classe 1993, magari uno forte siamo riuscito a prenderlo che ci assicuri gol per i prossimi 10 anni!!!

  11. bendtner ieri ha sorpreso pure me ma e’ lo scarto dello scarto del mercato. E’ uno che per prima la juve non ci crede perche’ non han messo nero su bianco neppure l’obbligo di riscatto. E’ uno che stava andando a siena non al real madrid, e’ in prova secca a un milione, se va va altrimenti glielo diamo indietro. Non sappiamo neppure se conte l’ha voluto.
    A volte gli scarti degli altri si rivelano poi dei fenomeni vedi davids pirlo barzagli pero’ son delle pure combinazioni il piu delle volte in genere non van a buon fine queste operazioni. Io non credo si possa far il mercato a culo pregando di pescare tutte le volti un gran jolly in mezzo a tutti gli scarti.
    Fermo restando che se bendtner diventa un fenomeno son contento pure io ma ripeto non si puo’ far il mercato cosi poi i nodi vengon al pettine.

  12. Alessandro Magno

    ragazzi fondamentalmente esistono due strare.
    O i campioni li prendi gia’ fatti e li paghi . Sia loro che alle societa’. O
    Te li vai a prrndere in erba e li soffi agli altri sul tempo.
    Nel caso del centravanti non e’ stato fatto ne’ uno e ne’ l’altro sinceramente se marotta ci ha provato fino all’ultimo con van persie e non ha previsto un piano b, o meglio il piano b era berbatov o llorente ed’ ha fallito pure quello per me non ha fatto bene il suo mestiere in questo frangente.

    Ci si illude che col gioco si possa sopperire a tutto. Sbagliato. E’ importante avere una grossa organizzazione ma e’ importantissimo anche avere dei giocatori sopra la media.
    Forse l’organizzazione di gioco basta nel campionato italiano dove le altre son deboli (eccetto napoli quest’anno e milan l’anno scorso) ma in europa mi pare ci voglia qualcosa in piu’.

  13. Hulk e Hazard non sono dei centravanti (anche Lavezzi si è mosso dunque) e sono stati pagati comunque 40 milioni di euro. Ibra è un discorso a parte poichè l’ingaggio dello svedese (superiore a Messi e Cristiano Ronaldo) ha spaventato tutta Europa, tant’è che una delle condizioni che il Milan ha posto al PSG per dare via Thiago Silva era anche quella di prendersi lo svedese. Drogba ha legittimamente deciso che la sua carriera di calciatore ad alti livelli era terminata ed ha un ingaggio di 10 milioni di euro alla soglia dei 35 anni. Lo paghi zero ma siamo sicuri che un ingaggio tanto elevato non provocherebbe dei malumori nello spogliatoio, dopo che la società ha spiegato a tutti che gli ingaggi dovevano ragionevolmente conformarsi ad un tetto salariale più o meno flessibile? Io credo che Van Persie fosse l’unica occasione per acquistare un campione ad un prezzo elevato ma non folle (visto il contratto in scadenza) e trattando sull’ingaggio. Diamo atto a Marotta di averci provato fino all’ultimo (soggiorno a Torino compreso) utilizzando tutte le armi finanziarie e le tecniche di seduzione possibile. Poi se il Manchester United scuce 31 milioni di euro (per non parlare dell’ingaggio) per uno di 29 anni in scadenza di contratto puoi fare poco.

  14. Partiamo da un presupposto, secondo me, fondamentale: ieri sera si sarebbe vinto anche senza top player. Questo è evidente. La mole di gioco espressa, e le parte decisive del loro portiere, lo dimostrano ampiamente. Il problema è trovare il giusto equilibrio in attacco. I giocatori ci sono: tutti con le loro peculiarità. Dopo il pareggio di Londra, si diceva che questa Juve sarebbe anche stata in grado di arrivare in finale. Dopo il pareggio contro i danesi, stiamo già pensando all’Europa League. Evidentemente l’analisi deve essere più approfondita e più equilibrata. Equilibrio, appunto. Ribadisco, in attacco i giocatori ci sono. Sappiamo tutti che a certe condizioni, troppo onerose per la Juventus, il top player non si può prendere. Scordiamoci investimenti folli, e chiaramente remunerativi sul campo, come possono fare City o Psg. Per il momento, il nostro parco attaccanti è quello che abbiamo. Ma non siamo scarsi. Conte-Alessio sapranno valorizzare le caratteristiche dei singoli. Lo hanno fatto lo scorso anno, perché nono dovrebbero riuscirci anche questa stagione?

  15. Se vuoi aver speranza in Champions devi avere campioni con stipendi da campione.. vedi l’inter di Mourinho che aveva Eto’o con i suoi 12 milioni l’anno…Oggi come oggi con le grandi d’europa e gli sceicchi è difficile che la Champions vada ad un Porto qualunque come succedeva una decina di anni fa..

  16. Ale dai però come facciamo a dire che Drogba e Ibra hanno costi sostenibili parliamo di un ingaggio 10ml per noi non lo sono neanche i 6! Per carità Berbatov! meno male che non è venuto, mi è sembrato tutto fuorchè un professionista in più molto poco equilibrato mentalmente. Abbiamo un giovane danese venuto in prestito gratuito con un gran fisico, è un buon colpitore di testa, proviamolo, diamogli spazio, magari ci riserva qualche soddisfazione. Comunque nulla è perduto, ci sono 9 punti in palio per 3 partite, facciamoli!

  17. raga fermo restando che ognuno e’ libero di pensarla come vuole con marotta.
    Si son mossi ibra drogba hulk hazard e van persie. Tolto hulk che non so gli altri ci potevano fare comodo.
    Ibra e drogba data l’eta’ avevano anche un costo sostenibile perche’ e’ vero che drogba Ti costava 10 milioni l’anno di contratto pero’ lo prendevi svincolato.
    E comunque se non sei capace di arrivare a questi almeno fai come il porto valli a scovare giovani.
    Noi non s’e’ preso proprio nessuno. Non siamo stati neppure capaci di soffiare berbatov al fhulam. Dai su avessi detto barcellona e real madrid. Il fhulam.

  18. raga vi sto leggendo da cellulare quindi scusate se non vi cito ma ci capiamo lo stesso.
    Allora falcao gia’ ai tempi del porto s’e’ capito che era un fenomeno l’atletico ci ha investito tanto ma non ha sbagliato perche’ e’ davvero forte. Oggi sarebbe difficile ma mi trovo daccordo con chi ha detto che spendiamo 30 milioni per due ma se li devi spender per uno e’ in disastro.
    Premesso che per falcao ne servono 50 e lo so.
    Giovinco io a 11 per la meta’ non lavrei preso trovo assurdo poi allora non spenderne 12 per tutto verratti . Io delle valutazioni che da marotta francamente boh.
    Detto questo giovinco e’ un buon giocatore siamo noi juventini che siam abituati ad altro tipo del piero treseguet che e’ un gran dire. Basti pensare che vucinic diventa imprescindibile in questa juve.
    Oggi giovinco non vale neppure camoranesi ma daltronde i tempi son questi e bisogna fare di necessita’ virtu’. Certo che 3 sessioni di mercato, inseguire dieci attaccanti e non riuscire a pprenderne uno e poi vedere un klose alla lazio mi fa venire qualche dubbio sulle capacita’ dei nostri dirigenti.
    Arpharazon il tuo commento mi ha fatto tornare il sorriso vedrai troveremo col tempo qualcosa in cui siamo in disaccordo.
    Rem17 il tuo pensiero e’ condivisibile io credo che a questo punto gia’ qualificarsi sarebbe ottimo, il primo posto e’ un utopia

  19. concordo con Dimas che ha praticamente espresso il mio pensiero per quanto riguarda il Top player, non possiamo imputare loro la colpa se le condizioni e i costi delle operazioni sono questi. E’ evidente che non è una strada percorribile per noi e per il nostro Campionato.

  20. Caro Alessandro non concordo sulle critiche a Marotta sulla questione top player. Mi pare che l’unico numero nove di pedigree che quest’anno si sia mosso in Europa (escludendo Ibra che era un caso a parte) sia stato Van Persie e su di lui siamo stati addosso fino all’ultimo. Questo perchè per acquistare i vari Benzema, Falcao, Rooney e compagnia servono 5 condizioni: 1) che il giocatore sia in vendita e chi ha questi campioni di solito se li tiene 2) che la squadra che detiene il cartellino non ti chieda cifre assurde, dai 30 milioni in sù 3) che il giocatore in questione si decida a scegliere te e non altri, e vista la concorrenza degli sceicchi non è mica facile 4) che non ti chieda un ingaggio fuori mercato, sui 10 milioni di euro 5) la più importante, ovvero che questi soldi tu li abbia a disposizione. Non vedo come se Real Madrid, Barca e City non siano riusciti ad innestare nuova linfa in attacco, avremmo potuto farlo noi. Il rammarico resta ma dobbiamo anche guardare con realismo a quello che il mercato offre in base alle nostre possibilità…

  21. Ecco su Bendtner concordo, mi pare uno che sia in grado di puntare l’uomo (cosa che altri titolari non sapranno mai fare…) ed è già meritevole per questo di giocare di più. In più ci sa fare anche di testa.
    Non sarà Pelè, certo, ma facciamolo giocare please.

    Penso una cosa piuttosto. Mi pare di notare una certa qual mancanza di preparazione squisitamente TATTICA sulla conoscenza specifica degli avversari da parte di Conte.
    Mi spiego: mentre in italia conosce perfettamente caratteristiche e qualità di tutti i nostri avversari (e attua di conseguenza contromosse sempre azzeccate), in Europa invece solo a Londra abbiamo un po’ sopraffatto l’avversario, in pochi frangenti, controbattendo colpo su colpo.
    Contro Shaktar e Nordsjaelland mi è sembrato che siamo stati un po’ sorpresi dalle caratteristiche peculiari dell’avversario. Molto possesso palla lasciato a entrambe, non abbiamo saputo ad esempio limitare Willian, il vero cervello degli ucraini (vabbè ucraini, più che altro sono una selezione B del Brasile, di ucraino hanno solo la sede di gioco), non sapevamo che i danesi puntavano molto sul possesso palla (vd. partita che fecero col Chelsea), che hanno qualche elemento buono e molto veloce (Joshua John che ha messo in imbarazzo Lucio qualche volta, con Caceres non avrebbe toccato palla). E in ambo i casi approcci soft al match, con gli avversari che hanno potuto subito controllare il gioco e la palla e prendere coraggio mentre noi abbiamo iniziato a giocare solo dopo aver subito un gol.

    Anche Conte è un novello in Europa e si vede, deve ancora crescere anche lui e preparare meglio dal punto di vista tattico questi match. La conoscenza dell’avversario è fondamentale, sempre. Mi è sembrato mancasse qualcosa.

    Sul 3-5-2: beh, va bene anche il 4-3-3 ma forse prenderemmo più gol. Il 3-5-2 ha un solo grande punto focale e cioè i due esterni del centrocampo, che in questo schema devono saper attaccare e difendere allo stesso tempo, cioè fare tagli nell’area avversaria e contemporaneamente fare la diagonale difensiva nella propria area. Non esistono esterni così completi in Europa, forse Marcelo del Real Madrid e forse Lahm del Bayern, ma sono pochissimi e sono terzini, di sicuro non ci puoi mettere vere ali, sennò prendi gol ogni volta. Noi con Asa si è trovato un ottimo compromesso, mentre di là ci si adatta Licht, che è un terzino puro e semplice, ma molto diligente nei movimenti, e infatti ogni tanto segna. Isla ancora lo aspetto, invece.
    Col 4-3-3 dovresti poi rinunciare al regista difensivo (Bonucci) che piace tanto a Conte quando Pirlo è marcato a uomo.

    Sul girone di Champions: ad oggi lo Shaktar è una delle migliori 5 in Europa, ieri ne poteva segnare 5-6 al Chelsea, non vedo come possiamo superarli in classifica. Puntiamo magari a giocare sul Chelsea con cui abbiamo lo scontro in casa, sperando che gli inglesi non battano gli ucraini alla prossima. Allora sì che potremmo puntare ad arrivare secondi giocando l’ultima in Ucraina contro avversari già primi nel girone. Diversamente la vedo dura che noi le vinciamo tutte.

  22. Io stimo Giovinco tecnicamente non lo discuto trovo che sia un giocatore di qualità, in fase di finalizzazione è però precipitoso, ha fretta, vuole un pochino strafare, deve stare tranquillo e concentrarsi. Il punto però è che non ha il fisico. Lo vedo bene in un tridente, come punta sola è troppo leggerina, a supporto di Vucinic e Bendtner ci può stare.

  23. Falcao purtroppo è fantascienza e come lui qualunque altro giocatore di livello. Bisognava comprarlo prima, avere le palle. Quando esplodono è troppo tardi. Il problema è che oggi anche le promesse, quelle vere però, a meno di una trentina di milioni non te le danno. Purtroppo però da noi sembra che non ci sia nessun problema a spendere 30 milioni per due giocatori ma spenderne 30 per uno solo pare un sacrilegio.

    Ieri a tratti è stato imbarazzante. Piovevano palloni in area a carrettate ma quei due là davanti non sembravano in grado di segnare neanche fosse durata tre ore, la partita. Giovinco è il più grosso fraintendimento dell’era moderna. Uno piccolo ed esile come lui, per essere decisivo, deve essere due volte più veloce e rapido degli altri ma questo è incredibile, corre quanto Matri ed è lento nel tocco. In più ti aspetteresti che abbia un tiro micidiale, alla Miccoli, e invece nulla neanche qui. Se penso a quanto lo hanno valutato questa estate mi viene da piangere.

  24. @Alessandro Magno
    l’unico juventino con cui mi trovo d’accordo nel 99,9% periodico dei casi…grande!!!
    Dobbiamo giocare col 4-3-3,questa rosa è adatta per il 4-3-3,sono almeno 10 partite che lo dicco,non se ne può più di questo modulo sparagnino e mazzarresco e per nulla spettacolare!!!
    Una parola su Giovinco Vucinic e il top player:ieri giocando con tre punte al netto del finalizzatore vincevamo a mani basse che nelle partite così nei puoi fare anche a meno,non è un caso che nelle due partite in cui si è passati alle tre punte si è segnato quasi subito una vincendola l’altra pareggiando(Siena e ieri).Per Giovinco e Vucinic devo dire che entrambi vengono utilizzati in un modo contrario alla loro natura:sono grandissimi suggeritori,uomini di fantasia,assistman che hanno bisogno di una sponda per dare il meglio,non sono finalizzatori ed è per questo che secondo me giudicarli quando non segnano non rende appieno l’idea del loro reale valore.Questa Juve in attacco deve partire sempre da Vucinic + Giovinco coppia fissa a cui aggiungere una punta tipo Matri Quaglia o Bendtner(a proposito ieri mi è piaciuto,buoni piedi!)oppure un attaccante esterno tipo Giak Isla o Pepe…guardate quante scelte abbiamo con un attaco a tre piuttosto che a due.Uno come Huntelaar per gennaio potrebbe risolverci tanti problemi,sempre se pò giocare in Chaampions.In quest’ottica mi dispiace molto che Immobile e Gabbiadini
    non giochino in bianconero….El Shaarawy docet!!!
    Un saluto e FORZA JUVE!

    Ps:1000 euro a testa,azionariato popolare e ci leviamo dalle scatole AA Marotta e ci compriamo chi vogliamo!!!La Juventus ai loro VERI TIFOSI!

  25. Alessandro io predico di prendere Falcao da prima che lo acquistasse l’atletico quando aveva ancora un costo umano ora è fantascienza acquistarlo.

  26. Ciao Ragazzi io cerco di usare il buon senso e a frutto di alcune riflessioni convengo che i nostri Dirigenti sappiano perfettamente che lì davanti manca un certo profilo di giocatore, infatti hanno provato a prenderlo in tutti i modi ma non ci sono riusciti per causa di forza maggiore ovvero questioni meramente economiche poichè il centravanti di livello, di esperienza e di caratura internazionale ha costi improponibili per noi e non ce lo possiamo permettere qui in Italia. In secondo luogo non è così scontato che questo giocatore sceglierebbe la serie A rispetto ad altri campionati, in terzo luogo le Società detentrici dei cartellini di questi top non te li cedono. Questi punti credo siano ormai assodati. Detto questo,a mio modo di vedere, noi non sentiremo mai i nostri Dirigenti parlare o lamentarsi di questa lacuna ma non perchè non la vedono e mettono la testa sotto la sabbia ma per una questione di rispetto nei confronti del lavoro profuso e quotidiano da parte di tutto l’organico, in particolar modo degli attaccanti. Non puoi andare a dire che manca un attaccante di un certo livello perchè non faresti il bene del gruppo nè tanto meno quello dei singoli e mi riferisco a Giovinco, Matri, Quaglia e Vucinic. Quindi si cerca di valorizzare la coralità di questo insieme e di sottolineare come puntando appunto su un’azione corale si possa andare in gol lo stesso, a volte con più facilità e le 8 vittorie su 9 in campionato lo testimoniano, a volte meno mancando appunto un Campione che ti risolva la partita da solo.

  27. ammazza quanto mi piace falcao raga.
    Un solo acquisto, questo e colmiamo il gap con le grandi d’europa.

  28. Alessandro Svizzera

    Forse dirò una caz..ta, ma quanti tifosi siamo? 15mio? Calcolo semplice (e anche stupidino), ma se collettiamo 4 Euro ciascuno, non arriviamo a regalarci Falcao? Sarebbe una cosa fattibile creare una collettiva di mercato che con i nostri doni riuscirà a prendere uno di questi maledetti “top player”?

  29. Sottoscrivo :
    “Su questo spenderei due parole anche per Marotta che come si vince una partita (vedi Napoli) fa il figo cercando di giustificare il mancato acquisto di una punta di valore. Il famoso top player. Marotta non hai ragione, punto. A questa squadra serve un grande finalizzatore e se non lo hai ancora capito sei di coccio.”

    Non per offendere i nostri giocatori (li adoro in quanto indossatori della nostra maglia), ma l’unico attaccante da Champions (secondo me) è Vucinic (e non perchè ha fatto gol ieri)…

  30. La differenza con i bei tempi andati è tutta nell’azione del primo tempo in cui Giovinco ha dribblato il portiere defilandosi a sinistra e poi piazzandola malamente sull’esterno della rete. Uno come Ravanelli, che non aveva certo nella tecnica la sua dote migliore, gol simili non li sbagliava, in finale di Champions per giunta. Giovinco invece, che in campo trova posto solo perché “tecnico”, quel gol non è in grado di farlo. Molto grave.

  31. ciao gaver. guarda concordo con te io come dice tiziano ferro in una canzone “non me lo so spiegare” cioe’ davvero non capisco come ci si possa complicare la vita contro questi danesi e’ un mistero.
    La coppia giovinco matri fra l’altro per caratteristiche sarebbe anche ottima un centravanti e una mezza punta ….ma poi ci mangiamo l’impossibile.
    ecco mi son dimenticato nell’articolo di citare bendtner.
    Mi pare abbia fatto un buon quarto d’ora e non mi pare piu’ scarso degli altri che abbiamo. Utiliziamolo a sto punto.

  32. Ciao Alessandro,sppur concordando ampiamente con quanto scrivi, però non penso che sia fino in fondo un problema di tenuta mentale; o meglio,secondo me non lo è copletamente.
    Penso che la Juve debba crescere come maturità, ed affrontare tutti allo stesso modo.
    Non ha senso sfiorare l’impresa a Londra se puoi rischi cosi in danimarca.
    Per quanto riguarda Giovinco, è un ottimo elemento, frose tecnicamente il migliore che abbiamo. Ma non è un goleador, cosi come non lo è vucinic.
    Ieri sera, per mia curiosità, nell’assalto finale avrei voluto vedere appunto Vucinic&Giovinco dietro, per esempio,ad un Klose…senza scomodare i vari Benzema,Higuain, RVP e altri.
    Basta saper cercare, l’attaccante da 20 gol che sappia coniugare forza e bilancio c’è; naturalmente, anche rschiando un po. Ma abbiamo anche rischiato spendendo, negli anni. Ciao

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi