Editoriale Juventus - Trabzonspor 2-0: la solita musica in coppa

La solita Juve sconclusionata di Coppa

La solita Juve sconclusionata di Coppa

Io non so cosa abbiamo fatto per meritarci una Juve cosi nelle Coppe. Fate un rito voodoo, fate un esorcismo, fate qualcosa, ma non è possibile soffrire così contro il Trabzonspor, una squadra che forse vale il nostro Chievo (ma non ne sono nemmeno tanto sicuro). Abbiamo vinto 2-0 probabilmente anche meritatamente ma ciò che …

juventus-trabzonspor-editorialeIo non so cosa abbiamo fatto per meritarci una Juve cosi nelle Coppe. Fate un rito voodoo, fate un esorcismo, fate qualcosa, ma non è possibile soffrire così contro il Trabzonspor, una squadra che forse vale il nostro Chievo (ma non ne sono nemmeno tanto sicuro). Abbiamo vinto 2-0 probabilmente anche meritatamente ma ciò che è successo nel secondo tempo ha dell’inspiegabile. Detto che il primo tempo è stato giocato a una sola porta, che si è segnato con un gol da rapace di Osvaldo ma gentilmente regalatoci dai nostri avversari e che si meritava di finirlo almeno in doppio vantaggio, già in quella frazione ho visto un Ogbonna e un Bonucci in grado di farmi rimpiangere Luppi e De Marchi. E ho detto tutto. Ragazzi ma questi sono costati 30 milioni in due, e non possono giocare a ‘sta maniera. Chiusa la prima frazione con il solito gol mangiato da Isla che non è nemmeno una novità, Il secondo tempo è roba da cardiopalma. Ma siamo riusciti a farli pure pareggiare? Menomale lo hanno annullato. Al festival delle cappelle non ha voluto mancare proprio nessuno da Peluso a Vidal a Pirlo. Ma cosa succede a tutti quanti quando si gioca in Europa? No perché in Coppa Italia contro la Roma e con ancora dentro più riserve, non si era fatto poi così schifo.

Ragazzi ripigliatevi subito perché altrimenti il Toro ci rompe le ossa Domenica. I Derby non sono per gente molla che molla a metà partita. Scusate il gioco di parole. Menomale che Conte questa volta ha provato a fare qualcosa. E se l’entrata di Vidal al posto di Isla non ha sortito grandi effetti (anzi ne stava per dare di negativi), quella di Giovinco con relativo cambio di modulo al 4-3-3 ci ha permesso almeno di ribattere colpo su colpo e di ritornare positivi, propositivi e pericolosi , proprio nel momento in cui loro ci credevano di più. Questa me la segno, sarà 2 anni e mezzo che Conte non cambiava modulo veramente, anche se al 30mo del secondo tempo è un poco tardi (tanto per usare un eufemismo).

Dico cambiare modulo veramente perché il 4-3-3 si fa con tre punte vere non con Marchisio o Asamoah a fare l’esterno altissimo. E tre punte vere sono state mandate in campo contemporaneamente e il Trabzonspor ha ceduto. Giovinco a sinistra e Tevez a destra sono state le vere spine nel fianco in quell’ultimo quarto d’ora. Loro hanno aperto una volta e per sempre la difesa turca. Così è finalmente arrivato il raddoppio. Tevez è sceso sulla destra e a differenza di Isla non l’ha messa alla ‘ndo cojo cojo, ha aspettato che Llorente desse profondità andando verso la porta ( quanto è utile questo giocatore) e aspettato che qualcuno si proponesse a rimorchio. A quel punto aveva le due soluzioni: dare il cross radente nell’aria piccola per Llorente che si sarebbe buttato a cercare la deviazione vincente o dare la palla dietro a Pogba che a quel punto doveva solo centrare la porta. E’ così è stato. Un gol per tre che forse vale una qualificazione. Ma mamma mia andiamo a Lourdes però, e chiediamo di guarire da questo mal di Coppa, perché soffrire così con queste squadre qui non si può proprio vedere.

15 commenti

  1. PippoSDUGA cambia sport!

  2. grazie a tutti vi leggo al solito tutti. intanto mi fa piacere non leggere commenti condizionati dal 2-0 al 94mo nel senso che alla fine il risutlato è pure buono ma il risultato non è tutto. certo meglio vincere giocando di merda che perdere giocando bene ma sappiamo tutti che nel calcio i nodi vengono al pettine sempre e se giochi di merda non vai da nessuna parte. non credo sia una questione solo di modulo mi pare sia una questione di mentalità si scende in campo in coppa troppo timorosi mentre quando si affrotnano le italiani siamo assolutamente determinati. come detto andiamo a lourdes perchè esser timorosi di una squadra nona in turchia fa piangere.

    sui singoli. bonucci è un ottimo giocatore e un discreto difensore ha difficoltà quando manca uno fra chielo e barzagli quando mancano entrmabi essendo molto scarso lui in macatura si dovrebbe evitare tassativamente da giocare con la difesa a tre. l’ho scritto gia in verona juventus e non penso di sbagliarmi.

    tevezha segnato 13 gol in campionato di cui uno solo su rigore. credo che se battesse lui i rigori cosa che invece fa vidal probabilmente sarebbe gia a quota 17- 18. non mi pare poco. ora in europa sfortunatamente è a digiuno ma non mi pare uno che segna cosi poco. ieri a mio parere è stato assolutamente il migliore in campo. nell’ultimo gol non solo va lui a recuperare due volte la palla prima sul difensore e poi quando sta uscendo fuori ma mantiene una calma e un gesso incredibile nonostante fossimo al 94mo e nonostante credo sia il giocatore che ha piu minuti di tutti nelle gambe. direi che è assolutamente il trascinatore di questa squadra.

  3. La Juve tra campionato e coppa sembra Dott. Jekill e Mr Hyde. L’inverso succede al Milan, squadra di morti in campionato e capace di giocare molto bene in Europa (anche se hanno perso, per la mia gioia).
    Secondo me il problema è il modulo 3-5-2 nel senso che per giocare così devi avere due esterni molto forti e a mio avviso ne Isla, ne Peluso sono all’altezza di Asamoah e Lichsteiner.
    Bisognava schierare almeno uno dei due titolari + uno tra Isla e Peluso, ma non rinunciare ad entrambi perchè allora vuol dire rinunciare al gioco sulle fasce e creare problemi in difesa.
    Comunque Isla è davvero irritante: ieri avrebbe potuto fare di tutto vista la libertà che gli concedeva il Trabzonspor ed invece la solita partita, pochi cross ed errori sotto porta.
    Per giocare con il 3-5-2 in Europa bisogna avere due esterni forti, se no meglio cambiare modulo e giocare con la difesa a 4.
    La Juve non gioca con la difesa a 4 perchè Bonucci riesce a giocare solo con quella a 3 e mi ricordo che giocando a 4 ne combinava di tutti i colori (anche con quella a 3 ne combina, ma un po’ meno).
    Infine è vero che Tevez si è mangiato due gol ma come si fa a criticarlo, si sacrifica e lotta come un leone: per me ieri è stato comunque il migliore in campo. Forse l’unica cosa è che non ha un grandissimo dribbling per cui alle volte ha difficoltà a saltare l’uomo, ma ricordiamoci che ha segnato 13 gol in campionato e prima o poi si sbloccherà anche in Europa, forse è solo un po’ teso sottoporta in Europa.
    Penso che quando riuscirà a segnare in coppa, poi si sbloccherà.

  4. Manca la mentalità europea, poco da fare, abbiamo paura. C’è un solo modo per farsela passare… cioè vincere! Sarà dura ragazzi, ma cmq ci vuole tempo. Se ci mettiamo la testa giusta non importa il modulo o altre cose. Solo Conte può dare la marcia in più a questa squadra, deve riuscire a vincere questa coppa. Assolutamente. Non per la coppa in sè ma proprio per creare una mentalità vincente fuori dall’Italia.

  5. ѕσυтн-ραяк

    Tevez 7.5
    Il ramadan europeo continua ma la sua partita è impagabile per sacrificio, lucidità e capacità di tenere costantemente in apprensione la retroguardia turca. Crea assist per i compagni, si spacca la schiena come un medianaccio e crea dal nulla il gol del 2-0 di Pogba.

    MIGLIORE IN CAMPO, SEMPRE!!

    (copiato e incollato)

  6. Personalmente non capisco tutti sti elogi per Tevez. Ragazzi, questo non segna! E’ bravo a prepararsi il tiro, ma non vede proprio la porta!! Ci si lamentava con i vecchi attaccanti che non concretizzavano ma con lui nulla è cambiato.
    Non possiamo giudicare positivamente uno solo per l’impegno o per qualche assist azzeccato!
    Tevez è un mini-Giovinco: tanto fumo niente arrosto.
    Ah, dimenticavo: Ogbonna e Bonucci da film dell’orrore!

  7. Partita sconcertante ma vinta cmq 2-0 questo è quello che conta… il Milan che ha giocato bene invece ha perso …….peggio per loro
    direi che Obgonna non ha fatto male sopratutto nel primo tempo mentre Peluso ieri nettamente il peggiore in campo….in particolare non sò se sia stata la mossa Pogba a destra davanti a Isla che ha scombinato il tutto compresi anche i piedi di Pirlo, ma ieri l’intero reparto centrale pareva quello del Sassuolo, non erano proprio in grado di portare sù la palla , ma non è colpa loro …per mè Conte in coppa quest’anno non ne ha ancora azzeccata una……senza contare il caos finale con l’ inedito 4/3/3 schema che puoi fare benessimo con giocatori che non si chiamano Simone Pepe , ma che però non ti facciano perdere la copattezza della squadra……per fortuna ci ha pensato Tevez che dopo essersi mangiato 2 gol nel primo tempo ha inventato l’azione finale per il 2-0.

    Saluti e come sempre Forza Juve

  8. La butto lì: se si fosse insistito sul 4-3-3 in questi due anni con la stessa costanza con cui si è puntato sul 3-5-2, sia l’anno scorso che quest’anno, le cose in Champions sarebbero andate molto diversamente. È indubbio che i giocatori di questa rosa non sono adatti al 3-5-2 che è un modulo rappresentante in Europa l’anti-calcio.

  9. rifiuto il discorso della mancanza d’esperienza a livello internazionale dei nostri giocatori; sono per la maggior parte titolari in varie nazionali con decine di partite, e c’è chi è campione del sudamerica, chi vice campione d’europa, chi come isla in nazionale spesso prende voti migliori di vidal; l’unico giustificabile è ogbonna, che effettivamente a livello internazionale, difetta d’esperienza, ed è abbastanza giovane; invece a 30 anni della mancanza d’eperienza te ne devi strafottere.
    allora, se il problema non sono i giocatori (che sono validi), non è la testa degli stessi (visto che in nazionale arrivano in fondo alle competizioni o sfoderano prestazioni notevoli), secondo me l’unica cosa ad essere inadeguato a livello europeo è il modulo, il 3-5-2, fatto tra l’altro con alcuni giocatori adattati e non di ruolo, che se in italia passa inosservato, a livello europeo si paga, visto che basta una qualsiasi squadra danese o turca a metterci in difficoltà.
    a meno che la serie a non valga il campionato danese o turco….

  10. non sono d’accordo sulla valutazione di Bonucci e Ogbonna….secondo me sono validissimi, ieri sera il problema stava sulle fasce Peluso e Isla non sono certo delle valide alternative, poi la Fiorentina deve passare sui nostri cadaveri per andare avanti in coppa ed il Napoli visto ieri sera non so quanto possa fare paura ed era il Napoli dei titolari, fossi in Marotta per il prossimo anno penserei bene a prendere delle alternative valide sulle fasce se si vuole continuare col
    3-5-2, il colpaccio si servirebbe ma se esce Asamoha non può entrare Peluso è vergognoso!!!!

  11. Ci teniamo il 2-0 che è un ottimo risultato per come abbiamo giocato. Per il resto, solito approccio timoroso-reverenziale nei confronti di non so chi o cosa che abbiamo in coppa.
    Ma la partita ha dato alcuni spunti interessanti.
    1. Le riserve non hanno la qualità dei titolari, ora è un dato di fatto. I vari Peluso, Ogbonna, lo stesso timorosissimo Caceres, un Isla che corre ma non ha i piedi pari nemmeno a un Licht qualunque. Siamo scarsi a livello di riserve, non c’è dubbio. E con queste riserve l’Europa League non la vinci di sicuro, semplicemente perchè c’è di meglio in giro.

    2. Pogba, amore ed odio. Ha dalla sua la giovane età, colpi eccezionali, talento unico, forse è l’unico giocatore in Europa che potresti schierare in tutti i ruoli in campo, dal centravanti al difensore o terzino, e non sfigurerebbe mai. Ma per ora rimane un bellissimo ornamento, un orpello. Sa fare tutto, ma gli manca quel pizzico di cattiveria che lo farebbe diventare leader agli occhi dei compagni. Cerca sempre la giocata leziosa o difficile, anche nei momenti di difficoltà, cosa che fa’ imbestialire qualsiasi allenatore, figuriamoci Conte. Magari crescerà e diventerà un leader, un Vidal o un Tevez, o magari no. Per ora è così, grandissimi colpi, ma è un ornamento. Se la società ha rinnovato il contratto a Vidal e non ancora a lui, un motivo ci sarà.

    3. Tevez: senza parole. Leader assoluto e campione totale. Uno che da’ l’esempio a tutti con classe e sacrificio a servizio dei compagni è più prezioso dell’aria che respiri per un allenatore. Giù il cappello di fronte a questo ragazzo eccezionale.

    Conte ancora deve crescere (e molto) in Europa. E non è possibile che gli avversari ci abbiano sempre studiato alla perfezione e noi invece ci facciamo sempre cogliere impreparati tatticamente. Per lunghi tratti la partita è sembrata quasi la Juve-Shaktar di Champions di 2 anni fa, quando gli altri pressavano benissimo e addirittura non ti facevano toccare palla in casa tua per minuti interi di gioco. E si parla di Trabsponzor, un team qualitativamente almeno 3 livelli sotto al nostro (s’è visto nelle tante occasioni che abbiamo avuto, molte frutto dei loro errori). Non aver preso gol in un match così è stato vitale.

    Analisi oltremodo cattiva e cruda, ma la vedo così. Bisogna che ci sviluppiamo e anche subito, altrimenti la finale a Torino la giocheranno altri.

  12. Buon giorno MAGNO,credo che la tua analisi, qualora fosse letta da Conte, non possa che essere totalmente condivisa pure da lui, ma lui queste cose le sa già. Conte ha detto che anche queste figure, chiamiamole barbine, servono per fare esperienza, cosa che pochi giocatori nella Juve hanno in campo internazionale, in realtà, a mio avviso, è una mezza bugia, lui sa che il”materiale buono” è in quantità limitate e, onestamente, sta facendo miracoli. Tutti accusano Marotta, che certamente di errori ne avrà fatti, ma sarebbe sciocco farne l’unico capro espiatorio, perchè sappiamo che non è così. In realtà, se portiamo a casa anche questo campionato, è comunque tanta roba.

  13. e non voglio più sentir parlare di inesperienza, di abitudine, dei settimi posti (ancora???), siamo la Juve! non mi pare che il Borussia finalista avesse tutti sti giocatori esperti e vincenti…

  14. così non andremo lontano nemmeno in questa Europa B, col rischio di vedere napoli o fiorentina alzare la coppa nel nostro stadio…è avvilente la Juve europea…e lo è da settembre, non oggi per i carichi di lavoro…non inganni il risultato, ci siamo salvati per pochi centimetri…e poi ci sono quei giocatori che appena prendono la palla sai già che l’azione è finita (se non pericolosa)…liberiamoci di gente inadeguata!

  15. Il problema è che noi non abbiamo in squadra tolti buffon tevez e pirlo che hanno esoeriebza europea. Questo porta a soffrire quando si incontrano squadre e giocatori che non conosciamo. Manca lo spirito e la mentalità di coppa. Vedrete che anche in europa sarà più facile affrontare le italiane anche le più forti che altre squadre estere che nei rispettivi campionati occupano magari le ultime posizioni in classifica

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi