La Juventus scarica Moggi e prosegue la sua battaglia: ecco le prossime mosse | JMania

La Juventus scarica Moggi e prosegue la sua battaglia: ecco le prossime mosse

La Juventus scarica Moggi e prosegue la sua battaglia: ecco le prossime mosse

A Napoli è stata pronunciata la sentenza di primo grado. E ora che si fa? I procedimenti sportivi continueranno con la Juventus e Luciano Moggi che prenderanno due strade divergenti (non che sin qui siano state parallele…). Dal punto di vista sportivo, con il comunicato ufficiale reso noto ieri sera subito dopo la sentenza di …

A Napoli è stata pronunciata la sentenza di primo grado. E ora che si fa? I procedimenti sportivi continueranno con la Juventus e Luciano Moggi che prenderanno due strade divergenti (non che sin qui siano state parallele…). Dal punto di vista sportivo, con il comunicato ufficiale reso noto ieri sera subito dopo la sentenza di Calciopoli ha chiarito la sua posizione: “noi con Moggi non c’entriamo niente, lui agiva per i fatti suoi, noi siamo stati puniti ingiustamente”. In attesa di conoscere le motivazioni della sentenza, per le quali occorrerà attendere 90 giorni, di sicuro per la Juventus è caduta la logica della responsabilità oggettiva. La sentenza di ieri, dunque, non intacca la possibilità e la forza del club bianconero e dei suoi legali che andranno all’attacco della Figc sempre in nome della disparità di trattamento del 2006 e del fatto che anche il tribunale di Napoli ha riconosciuto che Moggi era una cosa e la Juventus era un’altra.
Più difficile la battaglia di Moggi, che non ha preso affatto bene la posizione della società bianconera: l’ex direttore generale continuerà a combattere per la radiazione nel corso di un’udienza che dovrà essere fissata nelle prossime settimane, ma nella quale Moggi si presenterà indebolito dopo la sentenza di Napoli. Moggi, però, contesta alla Figc dei vizi procedurali nella radiazione che non dovrebbero essere comunque intaccati dalla sentenza della Casoria.

8 commenti

  1. ci sarà giustizia solo se toglieranno la prescrizione all’inter

  2. Capitan Haddock

    @Arturo
    qui non stiamo parlando di figli di papà, bensì di nipoti di nonni, purtroppo.
    Quanto alla Casoria, sospendo il giudizio e attendo chiarimenti e le motiviazioni. Spero che emerga una decisione a maggioranza, lei contro le altre. Altrimenti la penserò come te.

  3. Forza Moggi!!!

  4. albertosanguebianconero

    Hanno usato sempre lo stesso metro in uso in Italia.Se un povero disgraziato ruba un coniglio per fame,gli danno 3 anni di galera,se un truffatore di rango o grande finanziere ruba miliardi,lo incoronano come grande personaggio.Questa è l’Italia dei leccaculo dei buffoni dei media asserviti ai potenti,degli ipocriti,dei venduti,dei ciarlatani di TV e scribacchini di giornali schierati con il potente,sia esso benzinaro,telefonista,gommista.Una cosa è sicura,dato che i giudici del processo di Napoli erano donne,e presumibilmente a digiuno di calcio,anzi molte lo odiano,non hanno capito niente in molti passaggi del processo,se ne sono lavate le mani,e hanno sentenziato contro il calcio.

  5. mitico del piero

    La giustizia di Napoli!?, questa è l’Italia, quando mai metteremo a posto questa nazione!? Una nazione dove la gustizia è una puttana, la quale si vende ai politici, ai petrolieri ecc. ecc. Dove il posto statale riesci ad ottenerlo solo se lecchi il culo ad un politico, dove il politico ti dice chi devi e come accusare. Oggi non si spara più nelle piazze a rovinarti sono i giudici, solo che la pena è più grande perchè devi soffrire più a lungo. I mandanti sono i politici gli esecutori i giudici. Vedi il caso di Berlusconi!

    Siamo in una nazione dove di fatto esiste la dittatira !!!!!!!

    Povero Moggi, i potenti hanno deciso di rovinarti, e sarà così!!!!! Hai rotto i coglioni, al petroliere e lui protamente ti ha sistemato, o meglio ti ha avvertito, perchè non è detto che se ricorri la pena sarà più grande

  6. I Agnelli non avrebbero mai abbandonato un loro dirigente che ha lavorato e fatto solo gli interessi della società.Anche la sentenza, che guardacaso, salva la Juve e soccombe Moggi, è la dimostrazione che chi ha ordinato questa mascalzonata,continua ancora a tirare i fili.E che non vengano a parlarmi di giustizia e cazzate varie.Sono tutti burattini di un sistema corrotto e marcio.E’ tutta una farsa vergognosa ai danni di una persona che aveva l’unica colpa, di essere i migliore.In un paese di raccomandati e figli di papa,questo è un colpa imperdonabile per questi cialtroni ed ecco la Casoria(ma con che coscenza riesce a dormire di notte?)del turno e il gioco è fatto.El-kane sei un lurido verme.

  7. non deve essere facile mettere la faccia e rispondere di un piano già creato ad arte da altri, anche se il suo cuore bianconero sa bene quanto la nostra Juve debba al direttore!
    questi sono fatti interni alla Juve, ma quello che + mi fa vergognare di essere italiano è la giustizia partigiana e venduta che condiziona e distrugge la vita di chiunque, pur di leccare il culo ai poteri forti e al palazzo!!! Neppure la Casoria ha avuto il fegato e l’orgoglio di remare contro il sistema; che uomini e donne poveri di spirito ci governano; la nostra Italia si meriterebbe molto molto di +!!
    VERGOGNA VERGOGNA E VERGOGNA

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi