La Juventus a caccia di giovani promesse in Lega Pro | JMania

La Juventus a caccia di giovani promesse in Lega Pro

La Juventus, alle prese con una rivoluzione a medio-lungo termine, guarda anche in Lega Pro per assicurarsi i migliori talenti del calcio nazionale. Nel mirino della Vecchia Signora ci sono i migliori giovani da inserire nel proprio settore giovanile. Dopo aver prelevaro l’agile punta Fischnaller dall’Alto Adige, gli 007 di Castagnini stanno seguendo con particolare …

verrattiLa Juventus, alle prese con una rivoluzione a medio-lungo termine, guarda anche in Lega Pro per assicurarsi i migliori talenti del calcio nazionale. Nel mirino della Vecchia Signora ci sono i migliori giovani da inserire nel proprio settore giovanile. Dopo aver prelevaro l’agile punta Fischnaller dall’Alto Adige, gli 007 di Castagnini stanno seguendo con particolare attenzione tre calciatori abruzzesi, classe 1992 vale a dire Verratti e Martella del Pescara e Dezi del Giulianova.
Di Marco Verratti si conosce tutto o quasi: ritenuto l’enfant prodige del calcio italiano, ha già collezionato numerose presenze in prima squadra nonostante sia stato spesso attanagliato da problemi fisici. Per assicurarsi il suo cartellino, però, si dovrà battere una nutrita quanto qualificata concorrenza: in Italia hanno messo gli occhi su Verratti le milanesi, il Palermo, la Roma ed il Napoli mentre all’estero il talento del folletto originario di Manoppello solletica gli appetiti delle spagnole Real Madrid e Barcellona e delle inglesi Arsenal, Manchester United e West Ham. Sarà asta.
Meno conosciuto ma comunque promettente è il terzino Bruno Martella, un esterno mancino che milita nella formazione Beretti del Pescara, seguito anche dagli 007 di Marotta della Sampdoria. Ora che il suo ex allenatore nel vivaio pescarese Di Francesco è stato promosso a coach della prima squadra è possibile che Martella, dotato di buon fisico e di intelligenza tattica in entrambe le fasi di gioco, faccia presto il suo esordio con “i grandi”.
Infine, nel mirino della Vecchia Signora c’è anche Jacopo Dezi del Giulianova: centrocampista che abbina qualità e quantità, a dispetto della verdissima età è già un titolare inamovibile del team giallorosso allenato dal mago dei giovani Bitetto. Il Chievo sembra molto determinato a portarlo a Verona insieme al compagno di squadra Faragalli, anch’egli giovanissimo, ma l’entrata in scena della Juventus potrebbe vanificare l’assalto degli scaligeri.

(Credits: Ilpallonaro)

6 commenti

  1. Sento parlare di tanti giovani attacanti però, in Europa, mancano i buoni difensori. Claudio Gentile ha detto che l’Italia non ha più dei buoni difensori perché non si gioca più a uomo. Secondo lui l’errore è proprio questo, prima imparano le basi del buon difensore e poi iniziano a giocare a zona. Questo si può fare solo se giocano a uomo. è inutile saper stoppare una palla se non sai come ti devi muovere per fermare il difensore.
    Detto ciò, io vi domando: ma non sarebbe molto meglio per la juve formare un gruppo di difensori forti, magari giocando a uomonelle giovanili? sarebbe anche un modo per avere buoni giocatori da vendere visto che, al contrario degli attacanti, i difensori scarseggiano.

  2. ti ripeto..sono ragazzi,ma io opterei x un innesto graduale partendo dalla beretti.La jUVE deve formare prima lo stile e dopo il calciatore.
    Ragazzi di 18 anni,sono gia’ formati….poi è una mia idea.

  3. ti riferisci al ragazzo del Cosenza?

  4. C’è anche un altro che stiamo seguendo. Faremo il nome in una cinguettata apposita.

  5. Punto su’Martella,gli altri 2 mi convincono meno….sopratutto sono ruoli che in primavera abbiamo gia’….

    Ed aggiungo questo caro Mirko…se’ Simone Esposito invece di prendere a testate la panchina,mette un po’ di buon senso nel cervello…dopo un anno in lega pro..era gia’ diventato l’uomo mercato della categoria.

    Sono gia’ troppo grandi x venire alla Juve.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi