La Juve pesca a Genova: Pazzini e Palladino | JMania

La Juve pesca a Genova: Pazzini e Palladino

Il progetto Blanc–Secco è fallito in modo clamoroso e a pagare sarà Ciro Ferrara. Oltre a lavorare sul fronte dell’allenatore, la Vecchia Signora sta lavorando anche per dare al futuro tecnico un paio di rinforzi, necessari visto il certificato fallimento della campagna acquisti estiva (su tutti i brasiliani Diego e Melo). Secondo ‘TuttoSport’, dopo gli …

PalladinoIl progetto BlancSecco è fallito in modo clamoroso e a pagare sarà Ciro Ferrara. Oltre a lavorare sul fronte dell’allenatore, la Vecchia Signora sta lavorando anche per dare al futuro tecnico un paio di rinforzi, necessari visto il certificato fallimento della campagna acquisti estiva (su tutti i brasiliani Diego e Melo). Secondo ‘TuttoSport’, dopo gli arrivi di Paolucci e Candreva la Juventus sta lavorando soprattutto su due giocatori che militano a Genova: Giampaolo Pazzini della Sampdoria e Raffaele Palladino del Genoa, in comproprietà proprio con i bianconeri.
Difficile che la Sampdoria possa privarsi di Pazzini (vista la difficile situazione di Cassano, sulla via dell’addio) il cui nome è però di stretta attualità per giugno, quando la Juventus dirà addio ad Amauri (chiesto da alcuni club inglesi, con il Milan sempre vigile). Sull’ex attaccante della Fiorentina, però, c’è anche il Chelsea, pronto a sborsare 20 milioni di euro cash. Il giocatore preferirebbe restare in Italia e non rifiuterebbe mai una chiamata della Juventus. Palladino, invece, servirebbe invece alla Juventus da subito. Con gli arrivi di Suazo e Acquafresca il Genoa potrebbe decidere di dare via Palladino in prestito alla Juve fino a giugno, con Preziosi che valuta l’altra metà del cartellino del giocatore circa 4 milioni di euro, la stessa cifra che servirebbe per riscattare l’altra metà di Criscito.

(Credits: Calciomercato.it)

5 commenti

  1. Diego mi sembra il meno colpevole di tutti…è da inizio stagione che cerca di creare qualcosa in un deserto d’idee…Diego non ha il tempo di ragionare,perche’ il nostro centrocampo è abulico,mancano idee e geometrie tattiche.E’ finito il tempo in cui il singolo vinceva le partite,Diego non è Maradona,ma un talento che aiuta la squadra…ed oggi non siamo squadra.
    Colpa di Ferrara,Secco e tutto lo staff…servono 2 rinforzi solo:lavoro ed umilta’.
    Felipe Melo paga il suo essere eroe per forza..sente il peso dei 25 milioni e vuole giocare da 30 milioni…deve abbassare le pretese e capire che anche un passaggio al portiere fa’ parte dell’essere un campione..vedi Pirlo.

  2. Vorrei fare un piccolo appunto a tutti quelli che si ostinano a dare la colpa del “Distro” a Diego e Felipe Melo. Se davvero pensate che siano loro il problema, senza offesa, ma di calcio non ne capite nulla! Come fanno ad essere dei flop se in tutte le squadre in cui hanno giocato hanno sempre fatto grandi cose???
    Se giocano male (cosa che si può dire di tutti in rosa, in questo momento) la colpa è di chi li mette in campo senza dargli un minimo di idee su quello che debbono fare! Oltretutto non vi sembra di fare giuduzi un pò affrettati? Avete per caso dimenticato che un certo Zinedine Zidane nel suo primo anno all Juventus è stato a dir poco pessimo, diventando poi il mostro sacro che è diventato???
    Concludi quindi dicendo, a tutti i giornalisti o pseudotali ed a tutti i presunti tifosi, se davvero pensate che Le colpe siano di Melo e Diego accettate un consiglio spassionato: dedicatevi a qualche altro sport perchè in quanto a calcio siete decisamente a digiuno!

  3. io piu che riscattare Palladino mi riprenderei Criscito.. voi che ne pensate?

  4. Raffaele gioca in un ruolo che in qualche modo copre Giovinco,attaccante esterno sinistro.Pazzini punta rapida,abile negli inserimenti..l’opposto di Amauri,punta stabile e fermo negli inserimenti.

    Ma seguendo la linea della societa’..sono capaci di tenere Amauri e vendere Iaquinta.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi