Juventus vs Genoa 3-2. Del Piero: "Un buon segnale" | JMania

Juventus vs Genoa 3-2. Del Piero: “Un buon segnale”

Sarà la notizia della domenica: la Juventus è ancora capace di vincere. Il gioco non è quello che si sperava, e si continuano a prendere tanti gol, ma portare a casa tre punti in situazioni di estremo disagio è a dir poco vitale. Una vittoria cercata con caparbietà e con tanto impegno che fanno ben …

delpieroSarà la notizia della domenica: la Juventus è ancora capace di vincere. Il gioco non è quello che si sperava, e si continuano a prendere tanti gol, ma portare a casa tre punti in situazioni di estremo disagio è a dir poco vitale. Una vittoria cercata con caparbietà e con tanto impegno che fanno ben sperare per la lotta Champions. Si è sbloccato Amauri, e questa è l’altra buona notizia della giornata, ma soprattutto Zaccheroni e la Juventus sanno di poter contare ancora su un intramontabile Alessandro Del Piero: letteralmente monumentale sul gol del 2-1 nel quale fa di tutto e di più, andando a recuperare con foga il pallone a Criscito e a finalizzare l’azione dopo il colpo di tacco di Diego. Il brasiliano non ha eslatato neanche oggi, ma nella ripresa è stato più propositivo della prima frazione di gioco. Bene il recupero di Marchisio e “il solito” Caceres sulla fascia destra. De Ceglie sicuramente meglio di Grosso sulla sinistra. Arcchiviata la pratica Genoa, da stasera si penserà all’impegno di Europa League contro l’Ajax, da affrontare con altrettanta umiltà e caparbietà.

Del Piero: “Una vittoria che abbiamo voluto e ottenuto con caparbietà. Era la partita della svolta, ma tutte sono un po’ partite della svolta. I miglioramenti nelle scorse settimane c’erano stati e oggi è sato il coronamento del lavoro svolto. Certo, non vuol dire che abbiamo risolto tutti i problemi, ma è un buon punto di partenza. Dobbiamo uscire al più presto da questa situazione, in cui ci siamo messi noi stessi. La dedica del secondo mio gol a Buffon? Era giusto perché aveva commesso un errore che poteva costarci caro, ma il gruppo viene prima di tutto”.

Alberto Zaccheroni: “I primi venti minuti la squadra non mi è piaciuta. Eravamo troppo contratti e commettevamo troppi errori. Poi con il passare dei minuti siamo migliorati e gli errori sono diminuiti. Spero che i tre punti servano ai calciatori per superare le paure che gli si sono appiccicate addosso in queste settimane. Non siamo affatto guariti, siamo convalescenti, ma sulla buona squadra per la guarigione. Oggi non era affatto facile, però, visto che i genoani sono come gli indiani: ti attaccano da tutte le parti se li lasci giocare. Prendiamo i tre punti e cerchiamo di recuperare il ritardo che abbiamo sulle dirette concorrenti. Ho messo in conto che qualche battuta d’arresto ci sarà, non possiamo vincerle tutte ma sono certo che saranno più le partite che pareggeremo che quelle che perderemo”.

Gigi Buffon: “Era il momento meno opportuno per fare una papera. Ringrazio Del Piero e Amauri che hanno fatto in modo che non fosse decisivo il mio errore. Fortunatamente non ne faccio tanti e l’ultimo errore grossolano l’ho fatto tanto tenpo fa”.

Caceres: “Il mio assist? È stato un bel cross, ma il merito è soprattutto di Amauri che ha davvero fatto un grande stacco. A me piace giocare più dietro, ma in questo nuovo ruolo mi sto trovando bene anche se devo correre molto di più. Sono contento della mia prestazione, ma soprattutto per una vittoria che cercavamo da tempo. Ora dobbiamo trovare continuità“.

BUFFON 4 Secondo i telecronisti un’occhiata rivolta ai difensori dopo l’ennesimo pasticcio dice tutto. Anche io penso lo sguardo di Buffon dica tutto,ma non in quel senso…

CACERES 7 Lo sapevo, solo un supereroe poteva far segnare Amauri! Martin Zorro Caceres, un predestinato.

ZEBINA 6 Dopo il contratto milionario strappato dal Milan agli Emirates anche alla Juve hanno capito che migliorare il sex appeal della squadra aiuta.

LEGROTTAGLIE 6 Nicola ha dato la sua benedizione alla squalifica per chi bestemmia, e così sia. Come valvola di sfogo almeno è concesso picchiare Grosso?

CHIELLINI 5 Non difende più, in compenso quando scende come un treno nella metà campo avversaria quelli della curva si eccitano tutti. Avessi detto il circolo di Vienna..

DE CEGLIE 6+ La sua ormai classica prova da adolescente iperattivo, talvolta è fastidioso, ma esprime vitalità.

CANDREVA 6 Si vede che ha qualità ma è tutto un vorrei ma non posso. Forse dovrebbero semplicemente dirgli che può, nessuno lo mangia…

SISSOKO 4 Corre a destra e a manca come un esagitato con il solo scopo di fare casino. Comincio a ricredermi sui leghisti…

DIEGO 6 Primo tempo da schiaffi, più presente nel secondo tempo dove al terzo colpo di tacco riesce finalmente in qualcosa di bello e utile. Chi la dura la vince, non fosse altro per sfinimento.

DEL PIERO 7.5 Partenza tra le critiche, secondo tempo da leader assoluto, post-partita da furbetto truffaldino. Ci manca che chiuda nell’ Es Tunis e in pratica ha ripercorso la carriera di Craxi

AMAURI 6+ Ha segnato. Amauri ha segnato. E non è tutto, probabilmente rimpiazzera anche Messi nella pubblicità dell’Adidas : “impossibile is nothing!”. Chi è più credibile, ora????

MARCHISIO 6.5 Lo diciamo sommessamente e con un po’ di emozione: quando scambia così con Del Piero ci ricorda Zanetti…

SALIHAMIDZIC 6

GIOVINCO S.V.

ZACCHERONI 6.5 Il suo schema non mi piace ma la tribuna di Grosso vale una bella fetta di stima, un altro paio di mosse del genere e ammetterò che la piadina sottile riminese è più buona di quella ravennate

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi