Juventus-Udinese 2-1: interviste ad Allegri, Dybala, Bonucci e Marotta

Juventus-Udinese 2-1: interviste ad Allegri, Dybala, Bonucci e Marotta

Juventus-Udinese 2-1: interviste ad Allegri, Dybala, Bonucci e Marotta

Juventus-Udinese 2-1, le interviste post-partita: Allegri fa i complimenti alla squadra “non era facile dopo la sosta”, Dybala “dobbiamo migliorare”

Juventus-Udinese 2-1, le interviste post-partita. Nonostante la brutta prestazione, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri fa i complimenti alla squadra per essere ripartita con una vittoria dopo la sosta per le nazionali.

“Devo fare i complimenti alla squadra – dice a Mediaset Premium – abbiamo portato a casa una partita importante, dopo la sosta era difficile e l’Udinese si è dimostrata tosta. Abbiamo un pochino sofferto, soprattutto alla fine, perché qualcuno era un po’ stanco, ma per vincere i campionati dobbiamo passare attraverso queste partite: solo se le vinci puoi arrivare in fondo”.

Il Napoli è crollato in casa con la Roma, i campioni d’Italia sono già in fuga?

“Dobbiamo affrontare ogni partita una alla volta: se vinciamo una partita alla volta ce ne sarà sempre una in meno a separarci dal traguardo. Non siamo in fuga: la Roma è seconda, il Napoli non è fuori, l’Inter nemmeno. Dobbiamo migliorare sul piano del palleggio – ammette – , avere meno frenesia, ma i ragazzi sono bravi e seguono con abnegazione le indicazioni che do. Il nostro obiettivo è migliorare noi stessi: solo facendo così potremo coronare il sogno di vincere il sesto scudetto”.

Infine, alcune considerazioni sui singoli:

“Dybala trequartista? Può darsi che durante l’anno si possa fare, ma sempre con equilibrio. Mandzukic stasera ha fatto una buona partita, soprattutto perché la Juventus nel primo tempo non ha fatto bene. I tanti cambi di modulo? Stimolo i giocatori a pensare, ad adattarsi a diversi sistemi. Chiellini? Non dovrebbe essere niente di particolare, lo diranno i dottori domani.”

Juventus-Udinese 2-1: Dybala

Con la sua doppietta ha tenuto a galla la Signora in un match assai difficile, Paulo Dybala si esprime così a Premium Sport.

“Dobbiamo migliorare – ammette – , non possiamo soffrire così tanto nel finale. L’Udinese ha fatto una grande partita, hanno un ottimo attacco e non è facile giocare contro una squadra così forte. Dobbiamo migliorare nel possesso palla. Dobbiamo continuare così, pensare passo dopo passo. Sarà un mese decisivo e sarà determinante per noi”.

Juventus-Udinese 2-1: Bonucci

Prima della partita, Leonardo Bonucci ha parlato a Premium Sport anche delle condizioni del figlio Matteo.

”Matteo sta alla grande, sta recuperando alla grande, stasera sarà allo stadio, com’era progettato se fossi stato a casa. Mia moglie mi ha accontentato in questo, credo che porterà tutti e due i bimbi, sarà bello salutarli e Matteo sarà sicuramente contento. Sono stato chiamato in ritiro, sono pronto e sono contento di essere qui. Avevamo concordato prima della sosta della Nazionale con il mister qualche giorno libero al rientro – prosegue – proprio per riprendere un po’ la condizione psicofisica. Sono sicuramente stato bene a casa con la mia famiglia dopo questo periodo. Sono stati quattro giorni belli e intensi”.

Juventus-Udinese 2-1: Marotta

Anche Beppe Marotta aveva parlato prima della partita poi vinta con l’Udinese. Tra gli argomenti trattati dal dg bianconero, il fatturato tirato ancora una volta in ballo da De Laurentiis.

“Le parole di De Laurentiis sulle differenze di fatturato? Io penso che una squadra che vince in campo è lo specchio di una società forte, che lavora bene. Noi in questi anni abbiamo avuto le capacità di ottenere grandi risultati di bilancio, ai quali sono corrisposti ottimi risultati sportivi. Prima viene la società, poi la squadra”.

Quanto al mercato, ai rinnovi di alcuni big e alla prima convocazione del giovane Kean il CEO bianconero sottolinea.

“Il fatto che Kean sieda su una panchina così titolata a soli sedici anni è una bella storia, un bellissimo spot per il calcio – prosegue – che si può replicare anche in altre realtà, oltre a quella bianconera. Anche se, nel caso di Kean, la Juventus è l’habitat ideale per la sua crescita. I rinnovi di Dybala e Bonucci? Sono due giocatori blindati, hanno contratti lunghi: stiamo ragionando con loro per rivederli, perché è il rendimento dei giocatori a suggerircelo e perché è giusto adeguarli anche in funzione degli equilibri all’interno dello spogliatoio”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi