Juventus TV olandese accusa: "Bianconeri dopati prima della finale con l'Ajax del '96" | JMania

Juventus TV olandese accusa: “Bianconeri dopati prima della finale con l’Ajax del ’96”

Juventus TV olandese accusa: “Bianconeri dopati prima della finale con l’Ajax del ’96”

A 17 anni di distanza dalla finale di Champions League tra Juventus e Ajax, vinta dai bianconeri ai rigori nel maggio del 1996, la TV olandese accusa di doping il club bianconero. “Prima della finale di Champions League del 1996 con l’Ajax, i giocatori della Juventus furono dopati con Epo”, dice tra l’altro il documentario …

The Juventus teamA 17 anni di distanza dalla finale di Champions League tra Juventus e Ajax, vinta dai bianconeri ai rigori nel maggio del 1996, la TV olandese accusa di doping il club bianconero. “Prima della finale di Champions League del 1996 con l’Ajax, i giocatori della Juventus furono dopati con Epo”, dice tra l’altro il documentario che andrà in onda il 26 maggio e dal titolo “Andere Tijden Sport”. Come riporta ‘Calciomalato’, la Tv olandese intervista due esperti italiani, Giuseppe D’Onofrio e Alessandro Donati: il primo è l’ematologo che ha già fatto da perito nel processo a carico della Juventus. “E’ stato usato qualcosa per aumentare la loro emoglobina, forse Epo”, dichiara D’Onofrio.

A rincarare la dose, ci pensa poi Finidi George, ex giocatore dell’Ajax: “E’ tutto molto strano. Non stiamo parlando di un solo giocatore dopato, ma di diversi componenti. Se scendi in campo con sei-sette giocatori dopati, stai giocando sporco, molto sporco”. Poi Ronald De Boer: “La prima cosa che mi viene in mente? Dovrebbero essere puniti”. Ovviamente di prove nemmeno l’ombra, solo supposizioni e illazioni senza alcun riscontro oggettivo, tanto che il giornalista Xavier Jacobelli, ha in queste ore commentato così: “Le rivelazioni arrivano a scopo ritardato, speriamo sia suffragate da prove o riscontri oggettivi; altrimenti, si tratterebbe di fango della peggior specie”. Come reagirà ora la Juventus? C’è chi parla già di querele in arrivo…

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati    

17 commenti

  1. Caro Ajax eravamo piu’ forti . E’ inutile .

  2. è sempre divertente vedere quando vengono tirate fuori queste notizie…..nessuno che si sia ricordato di parlarne 3-4 anni fa…..ah si,non vincevamo nulla,eravamo simpatici!AHAHHAHAHAHHAHAHAH

  3. Rispondendo a sto pagliaccio col suo articoletto noioso anzi penoso gli state dando solo dell importanza che non ha…un MA PARLA COME MANGI basta e avanza per certa gente..

  4. A quei tempi la Juve vinceva perchè era tecnicamente e atleticamente la più forte.
    Avete visto come correvano i giocatori del Bayern contro la Juve ed il Barca? Avete notato che scatti faceva Robben all’85°?
    Questo vuol forse dire che erano dopati?
    Niente di tutto questo, semplicemente erano e sono attualmente i più forti.

  5. PAOLO CAVARRA la Juve dopo tre gradi di giudizio, che non sono prescrizione ma un vero e proprio processo, è RISULTATA PULITA, ASSOLTA, quanto meno sei disinformato.

  6. Chi parla di doping alla Juventus è in malafede, è guidato solo dall’odio, ci sono stati controlli antidoping in cui non è risultato mai niente, c’è stato un primo grado di giudizio poi l’appello e infine è intervenuta la cassazione, di epo nemmeno l’ombra, ma si è deciso di prescrivere la juve per abuso di farmaci leciti presenti in tutte le infermerie delle squadre professionistiche solo per gettare fango sui migliori. SI E’ SVOLTO UN PROCESSO NELLA SUA INTEREZZA la juve è passata in giudicato nei TRE GRADI DI GIUDIZIO ALTRO CHE PRESCRIZIONE. E’ certo che giocatori della squadra più onesta del mondo sono stati trovati positivi al doping KALLON, MARTINS, ci sono state dichiarazioni di altri calciatori come GEORGATOS che ha parlato di sostanze sospette che circolavano negli spogliatoi degli onesti ipocriti. Meglio tacere dei famigerati caffè di HERRERA che hanno portato all’altro mondo molti giocatori sia della prima squadra che della primavera.
    Mi fanno francamente schifo quelli che speculano sulle vittime dell’Heysel con goduria pur di gettare fango sugli avversari TU SEI UNO DI QUESTI PAOLO CAVARRA, lasciamo stare in pace i morti almeno per dignità umana.

  7. Capitan Sparrow

    Caro paolocavarra
    La tua contestazione è esposta con parole diverse da quelle cui siamo abituati, ma è ugualmente molto pesante.
    La prima cosa che mi colpisce è il cosiddetto doping mediatico, e mi lascia interdetto che tu lo attribuisca alla Juventus nell’epoca in cui le tre principali reti private sono concentrate sotto un’unica proprietà.
    Sulla massa di tifosi ignoranti ti chiedo solo se sei veramente convinto che chi è juventino è ignorante mentre chi tifa per altre squadre è competente e informato; tanto per mettere le cose in chiaro, ti riporto un brano della sentenza del processo per doping che tu, competente e informato, evidentemente non conosci: “…Con specifico riferimento alla somministrazione di eritropoietina umana ricombinante, il ricorso del Procuratore generale va dichiarato inammissibile… Negli anni dal 1994 al 1998 non era stato accertato alcun caso di positività a sostanze dopanti da parte di giocatori della Juventus; che da nessun atto del processo emergeva l’acquisto di eritropoietina o la sua somministrazione agli atleti della società e non erano stati riscontrati valori superiori ai limiti fissati nei vari protocolli antidoping e che la situazione dei giocatori della Juventus, sia con riferimento ai valori ematologici medi, sia in relazione a quelli del bilancio marziale, non si discostava dalle medie della popolazione nazionale…”. In merito al doping, non crederai davvero che i giocatori dell’Inter di Herrera mangiavano mentine per avere l’alito profumato quando si avvicinavano all’avversario? Ad essere condannato per uso di anabolizzanti fu Kallon, giocatore interista.
    Non crederai veramente alla favoletta dei nonni italiani di Recoba? A tal proposito ti ricordo che il regolamento prevede partita persa e un punto di penalizzazione alle squadre che schierano giocatori non in regola col tesseramento: perché non è stato applicato all’Inter? Questione di stile…..
    Infine parliamo di quello che mi sta più a cuore: l’Heysel (si scrive con la y, caro amico documentato e competente), permettimi di dirti che chi ti scrive era in quello stadio, e che mi fanno schifo coloro che continuano a nominare quei morti per specularci sopra. Io per primo condanno chi festeggiò quella coppa. Quella partita che tu definisci “…un regalo- compensazione … “ io non l’ho vista perché ero intento a prestare aiuto a chi fuori da quello stadio stava soffrendo nel corpo e nell’anima; ho visto molti morti, ho visto molti feriti, ho visto volti dei sopravissuti sfigurati dal dolore. Se le tue parole hanno la pretesa di prendere le difese dei tifosi morti in quello stadio, sappi che quella tragedia appartiene alle vittime e alle loro famiglie; solo a loro, neanche a noi che siamo stati coinvolti e abbiamo avuto la fortuna di uscirne vivi. E qui lasciami fare un’ultima considerazione: lo stile Juve non sarà una gran cosa, ma come si può definire lo stile di quelle tifoserie che da 28 anni cantano orrendi cori sui morti dell’Heysel dimostrando il disprezzo della vita umana e l’incapacità di capire la differenza fra lo sport e una tragedia, e delle società che non muovono un dito per far si che tutto questo finisca? Continuate pure a cantare quei cori, a prendere a mattonate il nostro pullman e a tirare escrementi sui tifosi juventini: questo è il vostro stile!!!!!!
    Redazione, scusami per la lunghezza

  8. caro paolocavarra sei talmente sfigato dentro e ricco di odio e risentimento che a prescindere dalla juve tu avrai sempre una o più squadre che ti arriveranno davanti nella vita, nello sport è inutile parlarne perchè non hai una squadra del cuore, sai solo rosicare.

  9. Una bella querela per calunnia e diffamazione e passa la voglia di sparare minchiate.

  10. paoloc
    “Che dire? Se è vera…” tutto lo sproloquio che hai fatto si riduce a 5 parole…

  11. Caro Paolo,
    accusare dopo 17 anni e senza prove dopo tanto di processi, appelli e cassazioni andati avanti senza soste fino al 2007 è cosa molto facile e anche da uomo meschino.
    Portare le prove e poi se ne parla. Buttare fango sugli altri è molto di moda, tanto quanto l’antijuventinità in Italia.
    Ora potrei chiederLe di restituire le due coppe dei campioni che l’Inter di Herrera ha vinto contro Benfica e Real nel 1964 e 1965, dato che le accuse di Ferruccio Mazzola parlano di squadra chiaramente dopata. E i giocatori morti in circostanze quanto meno strane potrebbero esserne la prova provante.
    E’ molto facile parlare così.
    Sappia solo che l’antijuventinità è una delle forze trainanti della JUVE, la quale si nutre di queste cose, del lasciare gli avversari a mani vuote e a sfarfugliare accuse e parole a caso.
    Mi dispiace per Lei, il fegato Le roderà ancora per molto tempo a venire e in maniera anche maggiore di adesso.
    Cordialmente
    Emanuele

  12. “Che dire? Se è vera….” vedi che ti dai dello scemo da solo ?????

  13. @paolocavarra
    L’antijuventinismo è un fenomeno che si autoalamenta, non ha bisogno di fatti, né di riscontri. Dovremmo forse farci dare lezioni di stile da Moratti?

  14. Paolo Cavarra, non sai neanche di quello che parli. La juve è stata ssolta per doping, mentre prescritta per uso di farmaci (che non erano illegali). Vogliamo parlare di tutti i morti dell’Inter di herrera?

  15. Qualcosa di farsesco è stato appioppato alla giuventus, ovverosia la presunta nobiltà dello stile. Chiunque abbia seguito il calcio per anni si sarà reso conto di come il doping mediatico, dovuto a giornali, a tv, ad opinionisti, a masse di tifosi ignoranti, all’agnelluto dall’erre mouille e avvocato per conoscenza, alle simpatie dello stato italiano verso la cosiddetta famiglia, siano stati una valanga che ha ruzzolato sempre più mucchi, dilatando gli ossequi e il carisma verso i ffiatici. Lo stile giuve è nient’altro che una favoletta da raccontare ai bambini troppo buoni o a quelli che vogliono sia per forza così. Le lamentele dopo qualche sconfitta (le vittorie meritate e immeritate si accolgono con sorrisi e pacche sulle spalle- non è difficile sorridere quando tutti ti omaggiano o s’inchinano), il turbolento periodo moggiano e triadico che ha allibito il mondo, il doping prescritto, l’Heisel, dove vi era chi gioiva (guarda un po’) a causa di un regalo- compensazione (squadra) e chi invece moriva(tifosi), e non ultima la sfacciataggine di eminenti proseliti in alcune situazioni, hanno relegato tale società quantomeno simile a quasi tutte le altre, SE NON PEGGIO. Oggi v’è quest’altra novità di doping. Che dire? Se è vera lo sport italiano sprofonda ancor più nel baratro per l’ennesima vergognae aumenta a dismisura ….l’antijuventinismo.

  16. Fossimo stati dopati quella finale sarebbe magari finita 3-0 e non ai rigori…l’unica cosa bella dell’ articolo è la foto..con ben 3 futuri allenatori ….

  17. … si vede che l’europa ha già paura di noi …. sorrido alle accuse ….

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi