Juventus - Torino 1-0 | Interviste a Conte, Buffon e Tevez

Juventus – Torino 1-0, Conte: “La Roma non ci fa stare sereni”

Juventus – Torino 1-0, Conte: “La Roma non ci fa stare sereni”

Juventus – Torino 1-0: l’analisi della partita da parte di mister Conte, capitan Buffon e dell’autore del gol Carlos Tevez

conte-intervista-hq-juventusLa Juventus doveva rispondere alla vittoria della Roma a Bologna e così è stato. Con analogo risultato dei giallorossi, i bianconeri hanno avuto la meglio in un derby contro il Torino tutt’altro che spettacolare. “Dovevamo rispondere alla Roma e non era semplice – dichiara il tecnico dei bianconeri, Antonio Conte, ai microfoni di Sky Sport  – Siamo stati bravi a giocare una partita tatticamente perfetta abbiamo concesso pochissimo al Torino, con Cerci e Immobile possono fare male a qualsiasi squadra”.

Ovviamente i giochi non sono chiusi, perché la Roma non molla e la forma dei bianconeri non è delle migliori:

“Ero più sereno l’anno scorso – aggiunge Conte – dietro abbiamo una squadra come la Roma, più pericolosa del Napoli dello scorso anno, non sbagliano un colpo, hanno entusiasmo e voglia. Mi ricordano la mia prima Juve, loro sono molto pericolosi. Ieri ci hanno lanciato dei messaggi e siamo stati bravi a rispondere”.

A decidere la partita, un gran gol del campione, Carlos Tevez:

“Sono contento per la partita – esordisce a fine gara l’Apache – perché abbiamo vinto. Nessun problema per la partita di domenica col Milan. E’ stata una partita sofferta, sapevamo che il Toro stava bene e che non era facile. Dovevamo lottare molto e giocare da Juve, con sofferenza, per vincere». Una rete straordinaria. Controllo e gran tiro girando a super  velocità. «Credo che un giocatore quando tira così non lascia chance al portiere. Gran gol. L’esultanza? Una trombetta. Con i miei amici sempre scherziamo e suoniamo così, in Argentina. Il Toro nel secondo tempo non veniva da noi, ha abbassato l’intensità, non faceva pressione e così anche noi abbiamo mollato un po’. Risparmiando energie”, conclude.

Al termine del derby vinto, ha parlato anche il capitano della Juve, Gigi Buffon:

“Gli avversari avevano la mente libera diversamente dal solito e si è visto. E’ venuto fuori un bel derby, all’inglese. Grande merito al Torino che ci ha messo in difficoltà fino all’ultimo secondo, ma per noi era troppo importante, una vittoria pesante. Il rigore? Dalla mia posizione non so, so che per dare un rigore bisogna che il contatto sia di una certa foga. Lì per lì non mi è sembrato che ci fosse ma lui, El Kaddouri, mi ha spergiurato di essere stato toccato. Però c’è contatto e contatto. La partita è stata equilibrata – continua Gigi a Sky Sport – e di solito quando è così decide il colpo di un grande campione. E Carlitos Tevez ci ha dato questa gioia. Poi, non prendere gol aiuta ad arrivare al risultato finale, diventa decisivo. Gli Europei 2016? Se mi vorranno ci sarò e l’allenatore deciderà se esisterà un futuro per me in Nazionale”.

2 commenti

  1. ok per la condizione fisica attuale non ottimale, ma ieri avevamo 5 diffidati vidal, pirlo, pogba, tevez, llorente, dopo 12 minuti vidal si fa ammonire, è normale che gli altri tirino un po’ i remi in barca. nel secondo tempo non dico subito, ma almeno dopo un quarto d’ora, vuoi far entrare Marchisio, vuoi far entrare ogbonna o peluso e sposti asamoah a centrocampo, era evidente che i nostri centrocampisti fossero intimoriti d prendere una ammonizione. pirlo gli ultimi venti minuti e forse più, girava come uno zombi, facendo anche la caxxata del rigore fortunatamente non fischiato. conte queste cose le fa spesso, non lo capisco proprio!!!!

  2. Fisicamente ai minimi termini, mi preoccupa molto.
    Per la seconda volta siamo stati mangiati atleticamente nel secondo tempo. Completamente inesistenti dopo il 45°.
    Il fatto di essere riusciti a vincere sia giovedì che stasera per giunta senza prendere gol è un puro miracolo.
    Ora arrivano partite tostissime e Conte è giustamente in tensione di brutto. Costretto stasera a fare cambi solo per perdere tempo (che poi non capisco perchè non metta qualche cambio un po’ prima per dare fiato a gente stanchissima).
    A volte abbiamo perso palla in tre intorno al pallone contro uno di loro.
    Urgono rimedi e anche velocemente, stanno giocando sempre gli stessi a centrocampo (d’altronde ci siamo deliberatamente tenuti solo 4 centrocampisti in pratica, dato che Asa è messo sempre a sinistra e Padoin non conta nemmeno) e sono tutti stanchi, tranne Marchisio. Qui si rischia di rimanere anche a mani vuote quest’anno a questo ritmo.
    Forza ragazzi.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi