Juventus-Sassuolo | La conferenza stampa di Antonio Conte

Juventus-Sassuolo, Conte: “Vincere la Champions non era nostro obiettivo”

Juventus-Sassuolo, Conte: “Vincere la Champions non era nostro obiettivo”

Antonio Conte parla alla vigilia di Juventus – Sassuolo in conferenza stampa e torna sull’eliminazione dalla Champions League

conte-conferenza-stampa-juventus-sassuoloVigilia di Juventus – Sassuolo e prima conferenza stampa dopo l’eliminazione dalla Champions League per il tecnico bianconero Antonio Conte. Inevitabile che le domande dei giornalisti partano proprio da Istanbul: “Non è la prima volta, anzi quest’anno siamo caduti due volte di fila – ammette Conte in conferenza stampa – , per la prima volta sotto la mia gestione, con Fiorentina e Real. Non ci sono ricette particolari. Chi fa il nostro sport sa che si può vincere e perdere. Bisogna essere preparati. In due anni e mezzo abbiamo abituato tutti molto bene. Dovremo essere bravi a rialzarci”.

Qualche giornale cerca di destabilizzare l’ambiente parlando addirittura di fallimento. Ecco come replica Conte a queste illazioni:

“Fallimento di cosa? Che non abbiamo vinto la Champions? Se l’obiettivo era vincere la Champions allora sì – prosegu, secondo quanto riportato da Sportmediaset -. Se ben ricordo, in effetti, l’obiettivo primo era vincere la Champions, poi lo scudetto e la coppa Italia. Si volevo il triplete…”.

Il rammarico, oltre che per l’eliminazione dalla Champions è il come si è uscito:

“Siamo usciti senza giocare una partita – continua Conte -, l’ultima e non dovevamo ridurci a giocarci la qualificazione nell’ultima partita. Dobbiamo assumerci le nostre colpe. Penso che il destino ci abbia riservato questo per mandarci dei messaggi. Bisogna essere costruttivi per capire dove e come bisogna migliorare. Vincere la Champions è ambizione mia, dei giocatori e della Juve. Dobbiamo scrivere la storia e alzare asticella, ma ci vorrà tempo e pazienza. E altre cose”.

Ora sotto con il Sassuolo, avversario ostico che arriva in un momento topico per la stagione bianconera:

“Bisogna guardare al presente che si chiama Sassuolo, una squadra che ha bloccato Roma e Napoli. E spero che non ci sia due senza tre. E’ una fase delicata del campionato. Metterò in campo la squadra migliore in assoluto. Sappiamo che mercoledì c’è la Coppa Italia e poi l’Atalanta. Passato e futuro adesso non contano”, continua il tecnico leccese.

Per quel che riguarda la formazione, come al solito Conte non si sbottona ma qualcosa lascia intendere:

“Vucinic non sarà a disposizione, Giovinco ha preso una botta nell’amichevole ed è in dubbio. Per quanto riguarda l’assenza di Marchisio, valuterò se potrà essere sostituito da Asamoah”, conclude.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi