Juventus-Sassuolo 4-0: le interviste a Conte, Buffon e Tevez

Juventus-Sassuolo 4-0: le interviste a Conte, Buffon e Tevez

Juventus-Sassuolo 4-0: le interviste a Conte, Buffon e Tevez

Juventus – Sassuolo 4-0: le interviste post – partita al tecnico bianconero Antonio Conte, a capitan Gigi Buffon e all’argentino Carlos Tevez

FBL-ITA-SERIE A-JUVENTUS-SASSUOLOLa Juventus prova a dimenticare Istanbul con il 4-0 con il quale il Sassuolo di Di Francesco viene annichilito allo Juventus Stadium. Antonio Conte, tecnico dei campioni d’Italia, si gode la sonante vittoria parlando ai microfoni di Sky: “Non c’era bisogno di messaggi, siamo tutti dispiaciuti per l’eliminazione in Champions ma abbiamo subito voltato pagina, così come doveva essere. In campionato continuiamo a fare cose straordinarie e oggi abbiamo vinto la 14ª partita su 16 giocate. Ma il cammino è ancora lungo e le avversarie sono agguerrite, basta vedere cosa ha fatto il Napoli in Europa. Ma noi speriamo di fare meglio – conclude Conte – , ricordando che questo è il terzo anno di fila che siamo sempre lì davanti a lottare”.\r\n\r\nSoddisfatto anche capitan Gigi Buffon:\r\n

“È stata una bella risposta dopo mercoledì. Sembra che sia sempre tutto dovuto – spiega il portiere della Juventus -, ma non è così e per vincere bisogna sempre soffrire. Oggi davvero non dovevamo sentire le scorie di un’eliminazione che è comunque stata bruciante. C’è grande dispiacere, ma anche la consapevolezza che ora ci aspetta un altro trofeo, l’Europa League, da giocare al meglio per provare ad arrivare fino in fondo per la finale di Torino. Ora sono otto vittorie di fila e senza prendere gol, merito del lavoro di tutti, anche degli attaccanti che sono i nostri primi difensori”.

\r\nMattatore della serata contro il Sassuolo, Carlos Tevez, autore di una tripletta:\r\n

“Cerco sempre di giocare al massimo – esordisce nel post – partita l’argentino -, a volte ci si riesce altre meno. Oggi mi hanno aiutato molto i compagni e questo è importantissimo. Non era così semplice, perché ci tenevamo a fare bene in Europa. Abbiamo parlato dopo Istanbul, dicendoci che dovevamo reagire. Siamo la Juve e conosciamo le nostre potenzialità. L’eliminazione nasce anche e soprattutto dagli errori commessi nella prima partita contro il Copenaghen, ma ora abbiamo cancellato la delusione. Ci sono altre competizioni sulle quali puntare e dobbiamo concentrarci su quelle. Siamo una squadra forte mentalmente e questa è una qualità importante”, conclude.

\r\nFoto Getty Images – Tutti i diritti riservati\r\n\r\n 

LEGGI ANCHE  Allegri: "No al tridente, più Mandzukic di Dybala"

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi